Studiare inglese

Let’s go, ovvero come sono tornata a scuola per migliorare l’inglese

Mentre aspetto gennaio per sostenere i test di inglese e matematica consigliatimi dal Career Advisor ho scoperto che a poca distanza da casa si riunisce un gruppo di conversazione per stranieri.

Lezioni di inglese per riuscire a fare conversazione

Lo mandano avanti alcune persone di una chiesa locale e nonostante partecipino più volontari che stranieri il morale degli organizzatori è altissimo. Uno degli obblighi morali dei cittadini inglesi è rendersi utile alla comunità per cui anche se gli stranieri sono lo 0,00001% nella loro cittadina non si scoraggiano e proseguono con le attività.

La grammatica che insegnano è a livello base, tutte cose già viste e straviste a scuola e in ogni corso, in compenso ho lavorato sulla pronuncia e sul mettere meno enfasi sulle lettere finali. Noi italiani siamo pieni di entusiasmo sulle vocali mentre gli inglesi quando parlano sembrano perennemente annoiati perché quello è proprio il loro tono di voce. Finalmente ho capito perché il tizio che vive nel seminterrato mi guarda sconvolta ogni volta che gli getto addosso uno squillante “Hello”. Forse posso continuare a usarlo per spaventare i vicini, ci penserò.

Dopo un’ora e mezzo di chiacchiere ed esercizi sono uscita molto più sicura e su di morale, dimenticando gli ultimi giorni neri pieni di stress e litigi. Per la cronaca MyLove è venuto a prendermi all’uscita con l’aria pentita e un take away cinese, felice che avessi trovato un’attività adatta a me. Incrociate le dita per il lieto fine, forse ce la possiamo fare a sopravvivere a questa tempesta.

Come vincere la paura di sostenere un colloquio di lavoro in inglese

Il mio piano per i prossimi giorni è riuscire a mantenere la carica e l’entusiasmo accumulati durante la serata per riuscire a sostenere i colloqui telefonici che mi fanno così paura. Il mio inglese è buono davvero: giro per negozi, parlo con i tizi del fish & chips,  leggo libri senza troppe difficoltà. Dover parlare e vendermi per ottenere un lavoro invece mi blocca e mi mette un’angoscia pazzesca. Mi parte in testa la solita serie di domande “Sarò all’altezza? Penseranno che sia stupida? Capiranno cosa dico? Cosa penseranno se chiedo loro di ripetere?”.

Lo so, sono una maniaca perfezionista e proprio per questo sento di dover prendere con più calma questi colloqui. Che poi non ho ragione di essere così insicura, è normale che non mi assumano subito con la concorrenza spietata che c’è in giro. Dovrei ragionevolmente aspettarmi almeno una ventina di colloqui a vuoto prima di vedere un contratto, quindi via di respirazione e meditazione yoga per scacciare la paura prima ancora che arrivi!

Fatemi sapere cosa ne pensate con un commento :)