Leggende metropolitane e vecchie leggi inglesi molto strane

Il divieto di morire in parlamento ed altre strane leggi inglesi

Vi ho già raccontato delle 10 leggi più assurde ancora in vigore in Inghilterra, ma ci sono ancora delle altre leggi che non vengono più prese così alla lettera.

Se chiedete ai British o cercate su internet trovate molte storie sul fatto che si possa sparare a uno scozzese dopo il tramonto oppure che si rischia un’imputazione per tradimento a mettere sottosopra un francobollo raffigurante la regina. In realtà si tratta solo di vecchie leggi abrogate o, se ancora in vigore, interpretati oggi in senso più moderno, eppure le leggende metropolitane sono dure a morire probabilmente perché sono decisamente divertenti da raccontare.

5 assurde leggi inglesi che in realtà sono leggende metropolitane

Buona parte degli inglesi sono convintissimi della validità delle leggi che seguono, ma per fortuna le tortine natalizie e i francobolli sono liberi da assurde restrizioni legali così come scozzesi e gallesi non devono più avere paura di spostarsi all’interno del Regno Unito.

  1. Comunemente si pensa che morire nelle Houses of Parliament, il parlamento inglese, sia illegale perché genererebbe l’obbligo di un costoso funerale di stato. A parte l’ovvia impossibilità di punire i contravventori, ci sono comunque stati diversi casi di morti in parlamento che hanno poi avuto un normale funerale privato.
  2. Appiccicare un francobollo raffigurante la regina a testa in giù secondo Royal Mail è perfettamente accettabile, ma si pensava fosse illegale perché il Treason Felony Act del 1848 considera un reato qualsiasi atto eseguito con l’intenzione di deporre il monarca. Mettere un francobollo al contrario però al massimo può offendere gli impiegati delle poste maniaci dell’ordine.
  3. Si pensava che Oliver Cromwell avesse vietato di mangiare le mince pies il giorno di Natale, ma in realtà vietò solo l’abolizione dei festeggiamenti nel 1647. Le tortine natalizie erano comunque pubblicamente disapprovate come simbolo degli eccessi immorali a cui si lasciavano andare i non puritani. Appena tornata la monarchia, sono tornati subito anche i festeggiamenti del Natale e le mince pies.
  4. La tradizione vuole che all’interno delle mura di cinta delle città di York, Hereford e Chester sia legale uccidere gli scozzesi o i gallesi dopo il tramonto se girano armati di arco e frecce, ma a parte il folklore locale non ci sono leggi che lo permettono. La leggenda è stata tramandata perché queste città erano spesso sotto attacco durante il medioevo, motivo per cui all’epoca erano state emesse ordinanze relative a lunghi periodi di coprifuoco.
  5. Si pensa che sia illegale trovarsi a cento iarde di distanza, quasi cento metri, dalla regina senza indossare calze. In realtà le leggi emesse da Enrico VIII, Maria I e Elisabetta I che regolavano gli stili di abbigliamento sono state tutte successivamente abrogate da Giacomo I, che possiamo quindi identificare oggi come il colpevole del discutibile gusto degli inglesi in fatto di moda.

5 incredibili leggi inglesi ancora esistenti che non vengono più applicate

Gli Stati con una monarchia hanno ereditato tutta una serie di leggi a tutela dei diritti della famiglia reale, comprese alcune che oggi sembrano decisamente incredibili, legate all’etichetta di un’epoca che non esiste più.

  1. Una legge del 1307 ancora in vigore prevede che tutte le balene e gli storioni ritrovati sulla costa britannica appartengano alla Corona. Tuttavia uno storione catturato nel 2004 nella baia di Swansea è stato rifiutato dalla casa reale e destinato al Museo di Storia Naturale.
  2. Non ci sono invece evidenze di possibili conseguenze penali per gli animali dei commoner, i comuni cittadini, che intrattengono relazioni carnali con gli animali della casa reale. La legge che vieta i rapporti tra gli animali borghesi e reali è attribuita a re Giorgio I anche se non si riesce a risalire a nessuna applicazione della stessa. In ogni caso per evitare brutte sorprese se andate a passeggiare al parco con il vostro cane fate attenzione a non incrociare uno dei royal corgi della regina.
  3. La Corona detiene il diritto di proprietà su tutti gli animali selvatici dal XII secolo, ma l’idea che tutti i cigni siano di proprietà della regina deriva dal fatto che solo lei esercita il suo diritto su parti del Tamigi e sui suoi affluenti. Uccidere un cigno attualmente è considerato solo illegale e non un atto di tradimento.
  4. Non ci sono evidenze relative al divieto per le donne di mangiare cioccolata sui mezzi pubblici e comunque oggi sarebbe illegale perché legato al genere e quindi una discriminazione inaccettabile
  5. Anche se si tramanda che a Liverpool l’unico modo legale per una donna di mostrarsi in topless sia quello di essere una commessa in un negozio di pesci tropicali, non ci sono evidenze di questa legge e il Liverpool County Council nega sia mai esistita una regola del genere.

 

Dimmi cosa ne pensi con un commento