Home Appunti di viaggio 5 viaggiatrici straordinarie che hanno battuto ogni record
Ragazza in viaggio a Roma davanti alla fontana di Trevi

5 viaggiatrici straordinarie che hanno battuto ogni record

14 commenti

Da quando ho iniziato a viaggiare ho il sogno nel cassetto di fare il giro del mondo, eppure continuo a rimandare perché penso prima al lavoro, ai gatti e al costo di un cat sitter sul lungo periodo, invece di fare la valigia e partire. Sono comunque sicura di non essere la sola a rimandare sempre un’avventura del genere, quindi vi presento cinque viaggiatrici eccezionali da cui farci guidare e trarre ispirazione.

1. Jeanne

⛵ Jeanne Baret (1740-1803) è stata la prima donna a circumnavigare il globo tra il 1766 e il 1769. Per compiere questa impresa viaggiò per più di due anni travestita da uomo sulle navi militari francesi La Boudeuse e Étoile che facevano parte della spedizione di Louis Antoine de Bougainville. In quel periodo alle donne era vietato viaggiare sulle navi francesi e il travestimento era l’unico sistema per permettere a Jeanne di accompagnare il botanico Commerson, suo amante e datore di lavoro. Incredibilmente la verità sul suo sesso sembra sia stata scoperta solo quando arrivarono a Tahiti nel 1768 e fu circondata da tahitiani eccitati dal vedere una donna in una spedizione europea. La sua impresa fu così eccezionale per l’epoca che al suo ritorno il governo francese le fornì addirittura una pensione in riconoscimento dei suoi meriti come botanico.

Jeanne Barret, la prima donna ad aver circumnavigato la Terra

Jeanne Barret, la prima donna ad aver circumnavigato il mondo (travestita da uomo)

2. Annie

🚲 Annie Londonderry o Annie Cohen Kopchovsky (1870–1947) è stata la prima donna a compiere il giro del mondo in bicicletta, partendo da Boston nel 1894 e tornando dopo 15 mesi per vincere una scommessa. La sua avventura è stata definita “il viaggio più straordinario mai intrapreso da una donna” e per compierlo ha lasciato a casa il marito con tre figli piccoli, andando contro tutte le convenzioni sociali dell’epoca. Inoltre riuscì a finanziarsi tutto il viaggio grazie alla pubblicità, tra cui quella per l’acqua minerale Londonderry che le fornì anche il suo nome d’arte. Potete leggere la sua storia completa nel post che ho dedicato al suo straordinario viaggio in bicicletta.

Annie Londonderry

Annie Londonderry, la prima donna a effettuare il giro del mondo in bicicletta

3 Junko

🗻 Junko Tabei (1939-2016) è stata la prima donna a raggiungere la vetta del Monte Everest e la prima donna a scalare tutte e sette le Seven Summits, le montagne più alte di ogni continente. La sua passione per l’alpinismo era nata verso i dieci anni e nel 1969 aveva fondato il primo club di arrampicata femminile in Giappone. Anche se l’idea di fare arrampicata non mi ispira troppo, l’ho inserita in questo elenco perché le sue imprese sono state una pietra miliare per dare nuova luce alle donne in ambito sportivo e sociale.

Junko Tabei è stata la prima donna a scalare l'Everest

Junko Tabei, la prima donna ad aver scalato l’Everest e le Seven Summits

4. Cassie

✈ Cassandra “Cassie” De Pecol (1989) ha vinto ben tre record mondiali per essere stata la prima donna, la prima donna americana e anche l’americana più giovane ad aver visitato tutte le 196 nazioni del mondo, in 18 mesi e 26 giorni dopo aver abbandonato il college a 21 anni con un biglietto di sola andata per l’Europa e $ 2.000 in tasca. Cassie ha realizzato davvero il sogno di tutte le viaggiatrici di riempire il passaporto di timbri ed è l’invidia di ogni travel blogger!

Cassandra De Pecol, la prima donna ad aver visitato tutte le nazioni del mondo

Cassandra De Pecol, la prima donna ad aver visitato tutte le nazioni del mondo

5. Laura

⛵ Laura Dekker (1995) è invece la velista più giovane di sempre ad aver circumnavigato il mondo in solitaria. Il suo viaggio da sola è iniziato in Nuova Zelanda quando aveva solo 14 anni e la sua impresa ha dovuto scontrarsi con le autorità olandesi che ritenevano questa avventura troppo pericolosa. Laura prima di partire ha infatti dovuto superare diverse controversie legali dovute alla sua giovane età, per fortuna finite bene grazie all’approvazione e sostegno della sua famiglia. Non poteva comunque andare diversamente visto che Laura è letteralmente nata su una barca. Al momento del parto infatti i genitori erano intenti a compiere anche loro la circumnavigazione della Terra in barca a vela!

Laura Dekker, la più giovane velista ad aver circumnavigato il mondo

Laura Dekker, la più giovane velista ad aver circumnavigato il mondo

Spero che queste storie vi siano piaciute! Se conoscete altre viaggiatrici eccezionali scrivetemelo nei commenti ⬇︎ così possiamo ispirarci e motivarci a vicenda per la prossima avventura!

14 commenti

VagabondaInside 26/03/2018 - 16:09

ok queste donne mi fanno invidia, un pò meno la donna che girò in bicicletta…immagini il suo sedere ?!?!?

Rispondi
Paola 26/03/2018 - 22:16

Ahahah devo dirti che io un viaggio in bicicletta l’ho fatto davvero e, una volta abituato il sedere alla forma del sellino, è stato uno dei miei viaggi migliori, tutto Israele da un confine all’altro con un’escursione in Palestina!

Rispondi
rosy 24/03/2018 - 10:18

Che dici Paola di pensare ad un record da pensionate, una grandissima nave da crociera in giro per il mondo con Travel Blogger in pensione.Per partecipare età minima 70 anni. Così si invecchia viaggiando e in compagnia.

Rispondi
Paola 24/03/2018 - 10:54

Io ci sto e mi prenoto anche adesso, ma secondo me non troveremo mai una truppa di marinai disposti a sopportarci per tutta la durata del viaggio con noi a saltellare, fotografare, impazzire per la connessione internet e cambiare le tappe senza preavviso solo per provare un ristorantino tipico indicato sulla Lonely Planet ahahahah

Rispondi
SELENE 10/03/2018 - 14:57

Che bel post io ci penso da anni a un viaggio in giro al mondo….. chissa se lo farò davvero un giorno! intano compliementi a loro che c’è l hanno fatta alcune davvero giovanissime!

Rispondi
Paola 10/03/2018 - 15:39

Credo che il giro del mondo sia il sogno di ogni travel blogger… prima o poi ce la faremo!

Rispondi
Alessia 08/03/2018 - 9:44

Bellissimo questo pos, mi hai incuriosita con la mailing e sono venuta a leggermelo tutto. Vorrei tanto essere Cassie.. Che invidia davvero!!! 🙂 oggi 8 marzo, mi hai proprio ispirata con questo tuo articolo!

Rispondi
Paola 08/03/2018 - 11:43

Non è mai troppo tardi per un giro del mondo! E se lo facciamo da pensionate possiamo sempre battere il record per le giramondo più vecchie 😉

Rispondi
Roberta - TuristiPerSbaglio 06/03/2018 - 15:24

Che storie straordinarie. la prima e seconda incredibili per i tempi in cui sono avvenute. L’ultima per quella giovanissima età . Insommma incredibilie a soli 14 anni avere non solo il coraggio ma la determinazione e la consapevolezza di quel che si vuole. Oltre che le donne da record, mi piacciono inoltre tutte le donne indipendenti che hanno cercato di trasmettere questa loro visione della vita. Quest’anno durante il nostro viaggio in Svezia ho incrociato la strada di Astrid Lindgren e di Selma Lagerloff che scrissero libri per ragazzi, ma soprattutto furono un modello di quanto le donne potessero raggiungere. Bellissima idea per l’8 marzo!

Rispondi
Paola 06/03/2018 - 21:53

Direi meglio di lamentarmi del gender pay gap 😉 Forse la nostra strada di donne è proprio quella di costruirci un futuro alternativo e coraggioso!

Rispondi
Anna 06/03/2018 - 14:02

Che donne incredibili, non conoscevo le loro storie, affascinanti. C’è una cosa che le accomuna tutte, la caparbietà, la volontà di andare oltre, oltre le convenzioni, oltre i luoghi comuni e oltre i “no”. Credo che se credi in te stesso e sei tenace, raggiungi la tua meta. A volte quello che impedisce la realizzazione dei propri sogni è la poca convinzione in se stessi e soprattutto l’arrendersi di fronte ai primi ostacoli. Quindi, never give up…se pensi che sia la cosa giusta, va avanti, sempre.

Rispondi
Paola 06/03/2018 - 21:52

Concordo con te, noi donne siamo una forza della natura, dobbiamo solo imparare a non fermarci e andare avanti per la strada che sogniamo!

Rispondi
Very e Dani 06/03/2018 - 9:49

Bellissimo questo articolo Paola! Di grande ispirazione per ogni donna

Rispondi
Paola 06/03/2018 - 21:18

Ora sta a noi trovare nuovi record di viaggio da battere!

Rispondi

Fammi sapere cosa ne pensi con un commento

Questo sito internet usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per adempiere alla noiosa burocrazia europea dovresti confermarmi che sei d'accordo. Accetto Privacy & Cookies Policy