Home DestinazioniMedio OrienteEmirati Arabi Cosa vedere all’Etihad Museum a Dubai

Cosa vedere all’Etihad Museum a Dubai

di Paola

Le parole più ricorrenti nelle didascalie dei musei di Dubai sono “vision” e “shape”. Il racconto della creazione degli Emirati Arabi Uniti infatti rincorre questa idea di dare forma a un Paese seguendo la visione dei suoi governanti. In ogni hotel e luogo pubblico enormi ritratti degli sceicchi regnanti te lo ricordano, mentre l’Etihad Museum è il museo deputato a celebrare l’unione dei sette emirati degli UAE.

Perché visitare l’Etihad Museum

Durante i miei viaggi inserisco sempre almeno un museo di storia perché sono il miglior riflesso della cultura locale. Attraverso le loro sale e i cimeli esposti puoi scoprire i valori del Paese in cui si trova. L’Etihad Museum di Dubai non è da meno. La scenografica architettura con gigantografie dei padri fondatori degli Emirati Arabi Uniti ti permette di capire al volo la determinazione degli sceicchi regnanti nel portare i loro emirati dritti nel futuro.

Acquista online i biglietti per l’Etihad Museum di Dubai

Come dice il suo nome – Etihad significa “unione” – l’Etihad Museum celebra l’unione dei sette emirati, insieme negli Emirati Arabi Uniti dal 2 dicembre 1971. Tuttavia, storia a parte, un altro motivo per visitare questo museo è la sua architettura visionaria. La forma curvilinea dell’edificio ricorda la pergamena su cui venne siglato il trattato che sancì la nascita degli UAE, e si trova proprio nel luogo in cui furono fisicamente apposte le firme da parte degli emiri diAbu Dhabi, Ajman, Dubai, Fujaira, Ras al-Khaimah, Sharja e Umm al-Qaywayn. Il museo Etihad infatti sorge esattamente dove si trovava la Union House, il luogo nel quale fu firmata la Costituzione degli Emirati Arabi Uniti nel 1971!

Lo spazio dedicato ai padri fondatori degli Emirati Arabi Uniti all'Etihad Museum a Dubai
Lo spazio dedicato ai padri fondatori degli Emirati Arabi Uniti all’Etihad Museum a Dubai

Cosa vedere all’Etihad Museum

Il percorso espositivo dell’Etihad Museum si snoda lungo la storia che ha portato all’unione dei sette Emirati di Abu Dhabi, Ajman, Dubai, Fujaira, Ras al-Khaimah, Sharja e Umm al-Qaywayn in un’unica nazione nel 1971. Durante la visita puoi vedere fotografie d’epoca di questo momento storico e scoprire curiosità sugli Emirati Arabi Uniti. Tra queste io sono rimasta stupita nello scoprire che l’esercito degli UAE è composto principalmente da soldati di nazionalità straniera!

L’edificio che ospita l’Etihad Museum a Dubai è ampio 25.000 mq, ma sono gli ampi spazi vuoti a rendere davvero d’impatto gli oggetti esposti. Alcune aree sono accompagnati da piattaforme multimediali per toccare con mano la nascita degli Emirati Arabi Uniti. L’esposizione racconta nello specifico il periodo della scoperta del petrolio, della fine del protettorato britannico sugli Stati della Tregua e l’unificazione dei sette emirati, anche con l’aiuto di filmati.

Filmato introduttivo sulla nascita degli Emirati Arabi Uniti nel primo padiglione dell'Etihad Museum di Dubai
Spezzone del filmato introduttivo sulla nascita degli Emirati Arabi Uniti e della visione dei padri fondatori nel primo padiglione dell’Etihad Museum di Dubai

La parte più impressionante è forse la sala con le gigantografie degli emiri fondatori. Alla base delle loro fotografie sono esposti oggetti personali, come vecchi telefoni a disco, passaporti, francobolli o pistole, per descrivere visivamente la loro personalità. Un’altra sala molto interessante è quella che ospita la cronologia digitale e interattiva dell’unificazione degli Emirati Arabi Uniti. Un punto espositivo in particolare è composto da cubi da muovere fisicamente su un tabellone, per poi veder proiettate curiosità sulla storia degli UAE.

Oltre allo spazio espositivo, il museo Etihad comprende anche una biblioteca con oltre 3.000 volumi, un centro educativo, spazio per mostre temporanee e un ristorante. Purtroppo il ristorante era chiuso al momento della mia visita in questo museo di Dubai quindi non posso recensirtelo. Lo spazio didattico è realizzato come un grande anfiteatro, con gradini su cui i visitatori posso sedersi ad ascoltare le conferenze.

Area didattica dell'Etihad Museum a Dubai
L’area didattica dell’Etihad Museum a Dubai con una serie di gradini su cui sedersi per ascoltare conferenze

L’esposizione permanente dell’Etihad Museum

L’esposizione permanente del museo Etihad di Dubai è suddivisa in otto sezioni tematiche. Le aree sono unite dal filo conduttore della storia degli Emirati Arabi Uniti. Ti raccontano il loro sviluppo dal protettorato britannico degli Stati della Tregua fino all’unione in un’unica federazione. Se hai la mia età o sei più giovane, nel museo puoi scoprire molto sulla vita degli Emirati Arabi Uniti prima del trattato del 1971, quando ancora non esistevano gli UAE.

Ognuno degli otto padiglioni dell’Etihad Museum ha un tema diverso dedicato ai padri fondatori degli Emirati Arabi Uniti:

  1. breve documentario sulla storia degli Emirati Arabi Uniti
  2. mappa interattiva panoramica che evidenzia l’area degli emirati prima della nascita della federazione
  3. linea temporale interattiva che illustra gli eventi storici che si sono succeduti prima dell’unione
  4. l’incontro tra lo sceicco Zayed bin Sultan Al Nahyan di Abu Dhabi e lo sceicco Rashid bin Saeed Al Maktoum di Dubai
  5. guida interattiva sulla formazione degli Emirati Arabi Uniti
  6. i momenti chiave e le sfide affrontate dai padri fondatori prima del 1971
  7. spazio dedicato alla Costituzione degli Emirati Arabi Uniti con copia della dichiarazione
  8. galleria celebrativa sugli Emirati Arabi Uniti
Interno dell'Etihad Museum a Dubai
Interno dell’Etihad Museum a Dubai

L’architettura dell’Etihad Museum

L’Etihad Museum è uno degli edifici più incredibili che abbia visto e probabilmente rimarrà impresso anche a te. Progettato dallo studio canadese Moriyama e Teshima, ogni dettaglio del museo non è semplice esibizione architettonica, ma ha un preciso significato.

Il tetto bianco curvo infatti rappresenta la pergamena su cui è stato scritto il trattato con la costituzione degli Emirati Arabi Uniti. Le sette colonne dorate dell’ingresso simboleggiano invece le penne utilizzate dagli emiri regnanti per firmare l’accordo. L’aspetto dell’edificio è decisamente d’impatto, grazie anche alla spettacolare superficie riflettente che lo fa brillare sotto il sole di Dubai.

Anche se dall’esterno sembra un edificio enorme, gran parte del museo è sotterraneo. Inoltre un corridoio porta alla ricostruzione della Union House in cui ebbe luogo la cerimonia della firma e alla Guest House in cui risiedettero gli emiri padri fondatori degli Emirati Arabi Uniti durante i negoziati.

Interno dell'Etihad Museum a Dubai
Sinuosa scala a chiocciola nell’Etihad Museum a Dubai

Scrivimi nei commenti cosa ti ha colpito di più di questo museo storico, se il suo contenuto o l’architettura. Durante il mio viaggio a Dubai ho deciso di visitarlo per entrambi i motivi, ma ti confesso che ne sono rimasta impressionata principalmente per l’architettura imponente e originale.

.

Altri post che potrebbero interessarti

2 commenti

Claudia 07/08/2021 - 12:20

Io questo museo l’ho apprezzato più per l’architettura e tutta la progettazione dell’allestimento e degli spazi, rispetto ai contenuti. Nel complesso merita la visita, anche per conoscere un po’ meglio la storia di questi territori

Rispondi
Paola 21/08/2021 - 19:32

Concordo con te, ma secondo me l’allestimento interno dice molto del Paese senza usare parole 😉

Rispondi

Fammi sapere cosa ne pensi con un commento

Questo sito internet utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Conferma se sei d'accordo o leggi come vengono utilizzati i tuoi dati. Accetto Privacy & Cookies Policy