Geografia di base dell’Inghilterra per chi vuole sapere dove vivo

Breve dialogo triste:

– Ciao P, quando vai a vivere a Londra?
– Veramente mi trasferisco nel Suffolk, è nella parte est dell’Inghilterra
– Ma tanto è uguale a Londra
– (Certo, proprio come Roma è uguale al resto d’Italia!)

Ormai manca poco alla partenza e il trasloco è fissato per ottobre così i miei conoscenti approfittano degli ultimi giorni disponibili per sfoggiare la loro ignoranza geografica. Sfortunatamente per loro non sono tutti tamarri ignoranti, ma anche diligenti impiegati e stimati professionisti. La cosa mi sconvolge un po’ perché se è vero che il loro lavoro non c’entra con la geografia, sapere che chi dovrebbe consigliarmi una polizza assicurativa o un fondo pensione è molto carente di cultura generale non mi fa stare tranquilla.

L’unica consolazione è sapere che ad altri expat è andata molto peggio perché nell’aggiungere shame a scemenza dei loro colleghi sono persino riusciti ad inglobare la Scozia nella generale londinesità. (In questo momento mi immagino Sean Connery pugnalarsi selvaggiamente nel tentativo di fare harakiri). Anche Braveheart ci ha provato in ogni modo ad insegnarci che tra Britons and Scots non corre buon sangue, ma non è stato tutto inutile. (Harakiri pure per Mel Gibson). Eppure l’Inghilterra non si è mai spostata ed è sempre stata una nazione a sé, dedita alla degustazione del tè, alle corse di cavalli e al cercare di imporre al resto dell’Impero un bizzarro sistema di misura.

le differenze tra Gran Bretagna, Regno Unito e Isole Britanniche

L’Inghilterra, insieme a Scozia e Galles che sono nazioni diverse con un loro parlamento e una parziale indipendenza, fa parte della Gran Bretagna che possiamo identificare in modo univoco come l’isola più grande. Il Regno Unito invece è composto da Gran Bretagna più Irlanda del Nord, l’ultima nazione costitutiva, come disegnato nello schema sotto che ho spudoratamente rubato da internet:

england-gb-uk

Come se non fosse già abbastanza complicato l’Isola di Man (quella dei gatti senza coda) e le Isole del Canale, Jersey and Guernsey, non fanno parte del Regno Unito, ma sono dipendenze della Corona Britannica e non hanno neanche mai fatto parte dell’Unione Europea, portandosi così avanti con la Brexit prima ancora di immaginarla. La loro popolarità è dovuta soprattutto all’abilità delle banche locali nell’aiutarvi a far perdere le tracce dei vostri soldi a magistratura e agenti delle tasse ora che la Svizzera ha deciso di diventare più collaborativa. Il clima è sicuramente peggiore delle Cayman, ma il volo molto più breve.

British dependencies

La suddivisione in contee

Una volta posizionata l’Inghilterra nella geografia generale delle Isole Britanniche, possiamo analizzare le suddivisioni interne. L’equivalente delle regioni sono le contee. Ci sarebbero ancora altre suddivisioni, che devo imparare e che pressapoco assomigliano alle nostre unioni di comuni o province, ma che non sono così necessarie a capire dove ci si trova, servono più che altro per identificare i fornitori dei servizi pubblici.

In calce vi riporto l’unica mappa chiara che ho trovato riguardo alla suddivisione in contee. Pur essendo senza nomi è possibile identificare il Suffolk perché è colorato in rosso. La caratteristica maggiore che ne emerge è che non si trova vicino a Londra. Se però a questo punto non sapete trovare Londra su una cartina muta andate via dal mio post perché siete senza speranza.

Suffolk

Tutto chiaro? Ora potete iniziare ad immaginarmi a sorseggiare tè davanti alla finestra della cucina da cui si vede il mare, avvolta da una coperta per ripararmi dagli spifferi di vento gelido…

Dimmi cosa ne pensi con un commento