Perché gli inglesi amano la moquette?

Come la moquette ha invaso ogni stanza

Per noi italiani, la moquette è la casa degli acari, mentre gli inglesi non ne farebbero assolutamente a meno. Entrando in una qualsiasi casa inglese troviamo il carpet, come lo chiamano qui, in ogni stanza. Solitamente è di colore beige triste e parte già dall’ingresso per diramarsi in ogni stanza.

Posso ancora capire che in camera da letto, visto il clima che varia da freddo a gelido, avere un pavimento soffice e caldo possa avere senso, anche se un tappeto potrebbe svolgere la stessa funzione con migliore praticità d’uso. Per le altre stanze invece non sono ancora riuscita a trovare una spiegazione dopo mesi che mi spremo il cervello per capirci qualcosa. Perché avere qualcosa che trattiene lo sporco e non puoi lavare?

MOQUETTE ANCHE IN BAGNO

A Liverpool sono stata in un bed & breakfast super carino che però aveva la moquette in bagno. Ad ogni doccia corrispondeva un effetto palude che durava fino alla mattina successiva. I proprietari inoltre avevano aggiunto un ulteriore tappeto davanti alla vasca per un effetto sciàf sciàf da brividi. La finestra sul tetto (era una mansarda) poi aveva qualche problemino di isolamento e quando pioveva, ovvero una volta al giorno, sgocciolava nel mezzo della stanza. Descritto così sembra un posto inquietante, ed invece era un bed & breakfast molto pulito e con stanze ben curate!

Per fortuna gli inglesi più illuminati nel bagno non hanno più il carpet, sostituito da un’altra bruttura mai vista nelle case italiane, il linoleum. Questo orribile materiale plasticoso ha così tanto successo in Gran Bretagna che è presente anche in moltissime cucine. Nel mio creepy flat è in versione finto parquet leggermente ruvido. Le piastrelle esistono, anche se vengono utilizzate solo dai proprietari per la casa in cui vivono o comunque principalmente da persone molto benestanti.

CENE INFORMALI E BRICIOLE SUL CARPET

La moquette comunque è il normale pavimento della sala da pranzo e non vi dico la mia faccia quando ho iniziato a frequentare case inglesi. Tempo fa io e MyLove siamo andati a cena dalla sua migliore amica che io sopporto a stento perché è la classica tipa perfettina che non ha mai un capello fuor di posto. Quando gli inglesi ti invitano ad una cena informale in genere significa che devi passare a prendere del take away e che mangi svaccato sul divano, sbriciolando sulla moquette.

Quando siamo arrivati con il nostro cibo indiano da scaldare al microonde, la tipa ci ha fatto accomodare in salotto, sulla cui moquette erano presenti incrostazioni di briciole mummificate. Devo ammettere di aver provato una certa soddisfazione nel notare quanto la perfettina fosse in realtà super zozza, anche se non ho quasi mangiato per il disgusto di essere in una stanza così sporca.

Da questa esperienza è poi partita la discussione con MyLove su cosa fosse o no cosy perché per lui, real British, la casa della sua amica era molto accogliente, mentre per me c’era da chiamare la disinfestazione con urgenza. Gli inglesi infatti hanno un’idea di arredamento e comodità molto diversa dagli italiani. Noi a casa non facciamo che discutere su cosa è decorazione e cosa è disordine. Non ha caso quando un amico del gruppo degli expat su Facebook aveva postato le foto delle stanze di casa sua ristrutturate con un pavimento in laminato si era creata una super coda di italiani per affittarle!

TIPI DI MOQUETTE

Grazie al mio lavoro di geolocalizzazione per la Multinazionale Migliore in Cui Lavorare ho visitato diversi negozi di moquette ed ho scoperto che non tutti i carpet sono orribili. Esistono anche soffici tappeti che ti invogliano ad accarezzarli per ore, moquette pensate apposta per i luoghi di forte passaggio come i pub con curiose fantasie a quadri, morbide nuvole lilla per una camera da principessa ed altre addirittura a pelo lungo.

I prezzi di una moquette di buona qualità non sono neanche così proibitivi, se ne trovano anche a £ 25 al mq da Carpetright, la catena dedicata più diffusa. I tirchissimi landlord però vogliono evidentemente risparmiare fino all’ultimo pound e così l’unico tipo di moquette che si trova nei flat da affittare è la versione beige più scarsa.

Per rianimare una di queste moquette tristissime si possono comunque affittare degli aspirapolvere potentissimi al supermercato. Un giorno è sufficiente per lavare, asciugare e fare la messa in piega al carpet!

4 Replies to “Come la moquette ha invaso ogni stanza

  1. Le mie esperienze inglesi si sono spesso scontrate con queste benedette moquette, di cui ho sempre avuto una gran paura, chissà quali bestie ci vivevano? In una delle case che mi ha ospitato era anche in cucina, orrore!!!
    Per la pulizia degli inglese, stenderei un velo di moquette!

  2. Mi hai stesa. Domanda che mi pongo da quando, 11enne, mi hanno scaricata nel Devon a studiare inglese. La moquette in bagno: crimine puro.

    Ps. Ho goduto anch’io nello scoprire che la perfettina è in realtà super zozza 🙂
    Bel post, complimenti!

Dimmi cosa ne pensi con un commento