Home Appunti di viaggio Come usare Pinterest per portare traffico ai nostri travel blog
Pin di Pinterest

Come usare Pinterest per portare traffico ai nostri travel blog

30 commenti

Come blogger siamo sempre alla ricerca di nuovi modi per aumentare le visualizzazioni e spesso non ci accorgiamo di avere già dei servizi sottomano, pronti a portarci nuovi lettori. Uno di questi è Pinterest, il social network meno social e più individualista, dove pinnare le nostre passioni. Ricette, fai da te, infografiche, citazioni e decorazioni sono gli argomenti principali che condividiamo sulle nostre bacheche, senza considerare che anche i viaggi potrebbero essere molto ‘pinterestabili’. Per la mia community delle Travel Blogger Italiane avevo creato una bacheca condivisa senza molto successo fino all’incontro e gemellaggio con la bacheca di Federica del blog Ti chiamo quando torno.

Nel mondo dei social, così come nel blogging, per ottenere risultati dobbiamo fare rete e questo nostro incontro con Pinterest lo dimostra chiaramente. Prima di confrontarmi con Federica, Pinterest portava a Pasta Pizza Scones solo lo 0,03% del traffico social, mentre ora si è attestato tra l’8% e il 10% mensile, con un notevole aumento delle visite mensili. Non dobbiamo quindi essere gelose nelle nostre immagini, al contrario più materiale condividiamo e mettiamo in circolazione, più abbiamo opportunità di farci conoscere. Proprio per questo motivo con Federica abbiamo deciso di condividere quanto abbiamo imparato lavorando insieme.

La storia d’amore di Federica, blogger di Ti chiamo quando torno, con Pinterest

Prima di passare alle tecniche vere e proprie per aumentare il traffico, Federica di Ti chiamo quando torno ci spiega cos’è e come funziona Pinterest e cosa lo rende così interessante per i nostri blog di viaggio.

📌 Come ti sei avvicinata a Pinterest?

Mi sono avvicinata a Pinterest diversi anni fa, molto prima di lanciarmi nell’avventura del blogging. Il mio profilo personale è pieno zeppo di pin legati alle mie passioni: cucina, interior design, lavoro a maglia e viaggi ovviamente! Negli anni ho costruito un archivio per me importantissimo e appena inciampo in qualcosa che mi interessa lo salvo in una delle mie bacheche per essere sicura di non perderlo e di ritrovarlo quando mi servirà. Questa sua natura di scrigno delle meraviglie mi è piaciuta da subito perché a differenza degli altri social network Pinterest sa essere realmente funzionale per gli utenti e così quando è nato Ti chiamo quando torno ho subito creato un profilo Pinterest dedicato al blog.
Usarlo a livello ‘professionale’ non è così immediato ma ho comunque provato a creare i miei primi 5 pin, tanto per provare. Poi, presa da mille impegni e cose nuove da studiare, me li sono quasi dimenticati. Qualche mese fa, guardando le statistiche del blog, ho scoperto che Pinterest è il social network che porta più traffico a Ti chiamo quando torno e ho deciso di impegnarmici seriamente. Sono ancora agli inizi, ma ora oltre a studiarlo voglio anche utilizzarlo e condivido con piacere con le tue lettrici quello che ho imparato fino ad ora.

📌 In cosa si differenzia Pinterest rispetto agli altri social network?

Il motivo per cui amo Pinterest è che non è un vero social network! Assomiglia infatti molto più ad un motore di ricerca e come tale bisogna imparare a utilizzarlo. Innanzitutto il numero di followers non è così importante e in un’era in cui il valore di una persona è misurato in followers non è poco. Addirittura, con l’ultimo aggiornamento dell’algoritmo, Pinterest mostra accanto al nome dell’utente il numero di visualizzazioni del profilo invece dei followers. Avere followers non è superfluo, badate bene, ma non è l’unica misura del nostro successo.
Un’altra grande differenza sta nel tempo perché su Facebook, Instagram e Twitter tutto si gioca sui minuti: la vita di un post è brevissima e se non riceve interazioni nel primo quarto d’ora gli algoritmi lo identificano come poco rilevante e abbiamo perso l’occasione. Un pin invece è come un buon vino: la vecchiaia gli dona! Pensate che i miei pin di maggior successo sono proprio i primi e più vecchi e ancora oggi ricevono una media di due o tre salvataggi al giorno. Sembra poco ma è un risultato costante.

📌 Cosa serve per iniziare a utilizzare Pinterest?

Per iniziare a utilizzare Pinterest basta davvero poco. Innanzitutto serve avere un blog, una landing page o un canale YouTube perché è da questi strumenti che creiamo i nostri pin ed è qui che vogliamo portare il traffico. Partiamo subito con un account business per avere accesso alle statistiche del nostro profilo. Pinterest è adatto anche a chi ha aperto da poco un blog perché non sono necessari migliaia di contenuti: bastano anche pochi articoli ben fatti per poter cominciare il vostro percorso su Pinterest. Un altro elemento fondamentale è attivare i rich pin, una procedura che troviamo nelle impostazioni del nostro account. Una volta fatte queste operazioni di base dobbiamo solo iniziare a creare delle bacheche e a pinnare come delle matte!

Bacheca tradizionale con appunti

Come utilizzare Pinterest in modo efficace

In questa sezione vediamo, sempre con l’aiuto della nostra guru Federica, come utilizzare Pinterest in modo da ottenere risultati tangibili per i nostri blog, come l’aumento del traffico proveniente da questo social network. Dopo aver letto queste domande & risposte saremo pronte a conquistare il magico mondo di Pinterest!

📌 Quanto tempo serve perché Pinterest porti traffico ai nostri blog?

Difficile dare una risposta precisa: generalmente il traffico da Pinterest arriva in tempi molto più lunghi rispetto agli altri social network perché il successo di un pin dipende dal numero di repin che riceve e questo può essere un procedimento lungo. Se ad esempio abbiamo un post sui migliori mercatini di Natale il consiglio è di pinnarli circa tre mesi prima del periodo natalizio. In generale con Pinterest ci vuole tanta costanza e pazienza, non dobbiamo quindi scoraggiarci se non vedremo subito delle impennate di traffico: continuiamo invece a pinnare per vedere ripagata la nostra pazienza!

📌 Come devono essere le immagini per Pinterest?

Ogni social ha la sua forma e Pinterest non fa eccezione. Creare un’immagine ottimizzata per Pinterest può sembrare difficile ma non lo è affatto. È fondamentale saper usare dei programmi di grafica, ma niente panico: per creare delle immagini perfette vi saranno sufficienti programmi come Canva o PickMonkey che offrono dei modelli preconfezionati e facili da modificare.

Ecco comunque le regole base:

  • Utilizziamo immagini verticali: più lungo è il pin, più spazio occuperà nel feed e più visibilità otterrà. Non esageriamo però o lo vedremo tagliato!
  • Inseriamo il text overlay ovvero il testo sopra l’immagine. Deve essere leggibile, sintetico e accattivante. In pratica valgono le solite norme che già utilizziamo per i titoli dei nostri post.
  • Indichiamo l’indirizzo dei nostri blog. Non è obbligatorio, ma aiuta a farsi ricordare, esattamente come il logo.

📌 Quante bacheche possiamo creare?

Tutte quelle che vogliamo perché Pinterest non dà limiti: al contrario più bacheche abbiamo, più il nostro profilo sarà interessante per i nostri followers. Viva la quantità senza rinunciare alla qualità! Ogni bacheca deve essere ricca di pin coerenti con l’argomento di cui tratta. Ricordiamoci l’importanza della coerenza: se il nostro blog parla di viaggi non creiamo bacheche relative al fai da te. Le nostre passioni possono trovare spazio nel nostro profilo personale, non in quello ‘professionale’!
Prima di rendere pubblica una bacheca cerchiamo di inserirci almeno una decina di pin. A questo punto vi chiederete come fare a trovare tutti questi contenuti, vero? In questo vi verranno in aiuto i repin. Può sembrare strano mettere nel proprio spazio contenuti altrui, ma su Pinterest è necessario e i nostri concorrenti ci aiuteranno a crescere. Questo sì che è social! Ricordiamoci sempre che Pinterest penalizza l’autoreferenzialità (questo sarà il nostro mantra!). Per noi, e solo per noi, teniamo anche una bacheca che contenga tutti gli articoli del blog, mentre le altre bacheche devono essere aperte al mondo! 

📌 Come funzionano le bacheche di gruppo?

Le bacheche di gruppo sono uno strumento molto potente su Pinterest. Il funzionamento è semplice: esiste un amministratore che crea la bacheca, ne definisce il tema e invita gli altri membri che alimenteranno la bacheca inserendo i propri pin e repinnando nelle proprie bacheche i contenuti comuni. È un vero e proprio lavoro di gruppo e la bacheca farà da cassa di risonanza per tutti, mostrando i nostri pin a tutti i followers della bacheca.
In Canada e in America Pinterest va per la maggiore e ci sono migliaia di bacheche collettive con un numero impressionante di contributori e soprattutto di followers. Per scovarle possiamo utilizzare Pingrupie: inseriamo la categoria e la parola chiave e si aprirà un elenco infinito di gruppi.
Bello vero? Peccato che siamo in Italia e la nostra lingua non la capisce nessuno! Ho provato a iscrivermi a sei bacheche a tema viaggi ma nessuno ha mai condiviso un mio pin. Forse non piacciono, possibile, ma credo che il vero problema sia la lingua. Dovete sapere che in Italia il settore dei viaggi è ancora poco sviluppato su Pinterest mentre il cibo, il fai da te e il design funzionano già bene. Non conosco bacheche di gruppo italiane di questi settori ma vedo che ci sono tanti pin nostrani su questi temi quindi credo che per loro sia più facile… Speriamo che le cose cambino in fretta anche per noi viaggiatrici!

📌 Creare una bacheca di gruppo serve ad aumentare il traffico sul proprio blog?

Sì e no. Creando una bacheca di gruppo possiamo chiedere ai partecipanti di seguirci prima di farli diventare contributori, ma questo è l’unico vantaggio a fronte di tanto lavoro. Recentemente ho creato una bacheca collettiva che raccoglie altre travel blogger ma solo ed esclusivamente perché non ho trovato altre bacheche di gruppo a cui unirmi. Pinterest considera di successo le bacheche attive e con tanto engagement (elevato numero di repin) premiandole con maggiori visualizzazioni: capite quindi quanto sia fondamentale che tutti lavorino, pinnando e repinnando con costanza contenuti di qualità.
Il lavoro da amministratore consiste nel verificare che i pin siano tematici, di qualità e che tutti contribuiscano attivamente, senza fare i furbetti, il tutto senza avere strumenti di controllo (i gruppi su Facebook sono più facili da gestire in questo senso perché hanno a disposizione le statistiche). Diciamo quindi che ho lanciato il sasso e spero che le altre travel blogger ci si dedichino a loro volta in un’ottica di collaborazione e di successo per tutte. Più che crearne una vostra il mio consiglio è quindi di unirsi a bacheche di gruppo già attive e rodate che porteranno sicuramente tantissimo traffico.

Pin di Pinterest

Pin di Pinterest pinnati in una bacheca di viaggio

Dove andare a pinnare i nostri viaggi?

Federica ci ha dato delle spiegazioni super esaustive e per iniziare a pinnare vi segnalo le bacheche condivise per noi travel blogger al momento attive:

Una bacheca per funzionare deve avere tanti partecipanti e tante condivisioni, quindi incentiviamo e apprezziamo il repin da una bacheca all’altra. Se avete avviato anche voi una bacheca tematica e al momento è attiva con utenti e repin segnalatemela nei commenti per aggiungerla a questo elenco. Buoni pin a tutte!

Altri post che potrebbero interessarti

Fammi sapere cosa ne pensi con un commento

30 commenti

Barbara 27/02/2019 - 12:33

Molto interessante… ho aperto pinterest a scopo personale soprattutto per cercare idee carine per organizzare il matrimonio, ma dopo aver letto questo articolo, perchè non provare a usare il mio account per far crescere anche il mio blog?
Anche se si tratta di un blog con un tema già visto e rivisto (viaggi e libri) e ci scrivo soprattutto per hobby e piacere personale, guadagnare qualche lettore in più e magari qualche commento in più, fa comunque piacere 😉
Penso che proverò anche questa via, quindi!
Grazie mille per i consigli!!

Rispondi
Paola 28/02/2019 - 0:01

Ciao Barbara, il tema di viaggi e libri è molto diffuso, ma è anche pieno di appassionati! Sta a te trovare il tuo stile unico e avrai tante soddisfazioni nel blogging 🙂

Rispondi
Valentina 16/02/2019 - 11:56

Questo post cara Paola mi cade proprio a fagiolo 🙂
Vorrei iniziare a investire tempo ed energie proprio su Pinterest, quindi in questi giorni studio bene e poi cerco di mettere in pratica tutti questi preziosi consigli!
Grazie mille per questo articolo!!!

Rispondi
Virginia 15/02/2019 - 21:45

Paola questo post mi è stato prezioso. Non conoscevo quasi per nulla pinterest e ora dopo aver letto il tuo post ho creato un profilo e iniziato a inserire qualche pin. Ci vorrà un po’ per “dominarlo” ma sono felice di questi primi piccoli passi.

Rispondi
Paola 15/02/2019 - 23:21

Grazie! Il merito delle spiegazioni super comprensibili però è di Federica del blog Ti chiamo quando torno che ha messo a disposizione le sue competenze 🙂 Ti aspettiamo nelle bacheche di gruppo!

Rispondi
Maria Gubert 21/10/2018 - 10:16

Grazie per il bel post e i consigli! Ho un profilo che aggiorno con i miei post, ma da ora in poi pinnerò anche post di altre college travel blogger 🙂

Rispondi
Paola 21/10/2018 - 11:57

Più siamo meglio funziona questo social network 🙂 Aspettiamo i tuoi pin sulle bacheche di gruppo!

Rispondi
Claudia_l'alt(R)a stagione 14/08/2018 - 21:14

Ma questo post mi ha chiarito un sacco di cose! Non sapevo dei gruppi ad esempio. Io Pinterest faccio molta fatica a capirlo, lo uso molto per trovare le ricostruzioni di Roma antica e le immagini da usare quando faccio la guida turistica, ma in relazione al blog faccio molta fatica a farlo decollare.

Rispondi
Paola 15/08/2018 - 1:57

Per me Federica è stata una rivelazione e ora mi porta traffico costante. Rispetto ad altri social network Pinterest richiede più programmazione e foto in formato verticale con scritta da fare apposta, ma una volta impostato correttamente poi lavora da solo che è un bel risultato!

Rispondi
Jessica 15/07/2018 - 22:20

Non ho mai capito il funzionamento di Pinterest, ci credi? Sono davvero negata con i social. Questo post però mi ha aperto gli occhi. Sai che ti dico? Voglio provarci anch’io! Domani mi metto al lavoro!

Rispondi
Paola 16/07/2018 - 1:56

Ottimo! Anche io ci avevo quasi rinunciato, ma con i consigli di Federica ho davvero aumentato tantissimo il traffico da questo social quindi vale la pena provare 😉

Rispondi
Jamaluca 29/06/2018 - 11:42

Questo post è una vera e propria guida, durante l’estate cercherò di dedicarmi alla creazione delle infografiche.

Rispondi
Paola 29/06/2018 - 12:26

Ti aspettiamo nella bacheca delle viaggiatrici!

Rispondi
Tanja 17/06/2018 - 11:39

Brave ragazze!! Ottimi spunti e suggerimenti! Pinterest per me rimane un mistero… ma proverò a seguire i vostri super consigli!

Rispondi
Paola 18/06/2018 - 17:37

Vedrai come aumenterà il traffico tramite le nostre bacheche collegate! Neanche io subito ero convinta, ma mi sono dovuta ricredere!!!

Rispondi
Noemi Bengala 15/06/2018 - 8:24

Devo dire che anche per me Pinterest è stato buio totale fino a qualche mese fa. Userò senz’altro i consigli di questa intervista e mi impegnerò di più augurandomi che la mia giornata sia presto di 48 ore, no di 24 🙂

Rispondi
Paola 15/06/2018 - 8:26

Per essere blogger e avere una vita effettivamente 24 ore non sono abbastanza! 🙂

Rispondi
valekappa90 11/06/2018 - 8:49

Molto interessante questo post! Ho scoperto Pinterest di recente, e devo dire che mi stando davvero degli ottimi risultati! Ed è un ottimo contenitore di idee, da spulciare, salvare e mettere in pratica! Sono già follower e utente attiva delle vostre bacheche

Rispondi
Paola 11/06/2018 - 9:31

Ottimo! Per me è stata una scoperta la dimensione social di Pinterest, lo usavo solo per me e non avevo risultati, con la collaborazione tra blogger invece è ora un canale ottimo per promuovere i miei post 🙂

Rispondi
Giulia M. 03/06/2018 - 10:47

Mi sono letta tutto l’articolo (e più tardi lo rifarò per seguire i passi che finora non ho fatto proprio perché non li conoscevo!) e mi ha davvero chiarito ancor più l’idea riguardo a Pinterest. Piace molto anche a me e già ci ho inserito quasi tutti i miei articoli, anche se per i prossimi vorrei cominciare a fare le minigrafiche con Canva!

Rispondi
Paola 03/06/2018 - 12:02

Ottimo! Io Canva invece non riesco proprio a usarlo, resto un’affezionata di Photoshop 😉

Rispondi
Federica 03/06/2018 - 8:36

Ma questo articolo è fantastico… Mi ha cambiato la vita!
Ovviamente sto scherzando… è che vedere i miei guest post mi emoziona sempre tantissimo

Spero davvero che questi consigli siano utili a tutte le blogger che iniziano il loro percorso su questa piattaforma che io amo alla follia.
Nel frattempo continuerò a studiare per migliorare sempre di più e darvi altri consigli utili.
E comunque ragazze ricordatevi sempre che, come dice Paola, l’unione fa la forza e su Pinterest questo motto è super azzeccato.
Quindi pinnate tanto e con generosità! Un bacio

Rispondi
Paola 03/06/2018 - 9:16

Io invece non posso che ringraziarti per averci fatto vedere la luce su questo social!!! Non vedo l’ora di ospitarti di nuovo sul blog, sei sempre un concentrato di idee nuove

Rispondi
Federica 03/06/2018 - 8:33

Ma questo articolo è fantastico… Mi ha cambiato la vita!
Ovviamente sto scherzando… è che vedere i miei guest post mi emoziona sempre tantissimo

Spero davvero che questi consigli siano utili a tutte le blogger che iniziano il loro percorso su questa piattaforma che io amo alla follia.
Nel frattempo continuerò a studiare per migliorare sempre di più e darvi altri consigli utili.
E comunque ragazze ricordatevi sempre che, come dice Paola, l’unione fa la forza e su Pinterest questo motto è super azzeccato.
Quindi pinnate tanto e con generosità! Un bacio

Rispondi
Elisa 02/06/2018 - 21:00

Grazie ragazze, molto interessante! Appena trovo un attimo mi ci metto per bene! terrò a mente questo post!

Rispondi
Paola 02/06/2018 - 21:20

Aspettiamo i tuoi pin 🙂

Rispondi
Anna 01/06/2018 - 15:52

Grazie Paola e Federica, post molto chiaro e utile per utilizzare pinterest. Io non lo conoscevo ma graize a voi da meno di un mese lo sto utilizzando e gia’ mi ha portato delle visite! Secondo me come social è molto interessante e da utilizzare con costanza.

Rispondi
Paola 01/06/2018 - 16:30

Ha stupito anche a me il numero di visite nuove che può portare se usato con metodo!

Rispondi
pallytravel 01/06/2018 - 11:34

wow, un sacco di cose che non sapevo su pinterest, effettivamente di recente ho creato un post dedicato a pinteres, ovvero, un post pinterest friendly che sta avendo un sacco di successo, circa 100 interazioni le ho avute solo da pinterest!
però non sapevo delle bacheche… ma non ho ben capito come faccio a partecipare alla vostra?

Rispondi
Paola 01/06/2018 - 11:58

Vai sul link alle nostre bacheche, su Pinterest nello spazio sotto il titolo abbiamo indicato nella descrizione come fare a partecipare/richiedere l’iscrizione alle bacheche condivise 😉

Rispondi

Questo sito internet usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per adempiere alla noiosa burocrazia europea dovresti confermarmi che sei d'accordo. Accetto Privacy & Cookies Policy