Home Appunti di viaggio Un nuovo Sunshine Blogger Award tra viaggi avventurosi e blog da scoprire
Sunshine Blogger Award

Un nuovo Sunshine Blogger Award tra viaggi avventurosi e blog da scoprire

7 commenti

Ci sono catene di Sant’Antonio che durano anni e il Sunshine Blogger Award ne è la versione per blogger, cammuffata da premio virtuale per riuscire a rimanere sempre viva. Ogni tanto cambia nome e diventa Blogger Recognition Award oppure cambiano leggermente le regole, ma lo scopo è sempre quello di far conoscere ai nostri lettori nuovi blog interessanti e pettegolezzi sulle nostre vite offline.

Il mio primo Sunshine Blogger Award del 2019 mi è arrivato da Sara Alessandrini di Itinerari Religiosi, mentre il secondo da Sandra Chiappa che oltre a essere una blogger piena di talento è anche uno dei pilastri della community delle Travel Blogger Italiane.

Sandra è una viaggiatrice instancabile e sono orgogliosa di poterla annoverare tra le mie amicizie virtuali. Fino a poco tempo fa abitavamo a poche ore di distanza, ma non siamo riuscite a conoscerci di persona ed ora dovremmo prendere un aereo per incontrarci perché Sandra sta vivendo la sua avventura da expat in Irlanda. Se vi ho incuriosito correte a leggere le sue avventure sul suo blog Passaporto e colori, uno dei pochi blog rimasti in cui possiamo ancora respirare la vera genuinità dei diari di viaggio.

Che cos’è il Sunshine Blogger Award

Per chi si è persa le puntate precedenti, i blogger a cui è stato assegnato un Sunshine Blogger Award devono scrivere un post per menzionare i blog che li hanno nominati, rispondere a un’intervista di dieci o undici domande e nominare altri blogger per proseguire con la catena di Sant’Antonio.

Attenzione, è un premio virtuale, chi vince un Sunshine Blogger Award in realtà non vince niente, solo l’onore di poter far conoscere nuovi blog ai suoi lettori e l’opportunità di scrivere un post diverso dal solito in cui si racconta la persona dietro alla facciata del blog. Io ne ho approfittato per scrivere di qualche viaggio non (ancora) presente su Pasta Pizza Scones.

Le domande di Sandra di Passaporto e colori

  1. Se potessi fare il giro del mondo quale sarebbe il tuo itinerario?
    Mi dirigerei verso est guidata dalla mia passione per l’Asia su una nave cargo, anche se mi affascina molto l’idea di partire dall’Europa per arrivare in Asia via treno lungo la transiberiana. In ogni caso, se non avessi limiti di spesa, viaggerei senza aerei e mi concederei il rientro in Europa su un transatlantico di lusso, preferibilmente meno sfortunato del Titanic.
  2. Raccontami il tuo viaggio più avventuroso
    In Malesia io e la mia compagna di viaggio ci siamo abbandonate alla fiducia totale verso i locali, accettando passaggi da sconosciuti e facendo abbondante uso di autostop. Le uniche disavventure le abbiamo avute con un autista ubriaco di un bus di linea notturno!
    Tra le persone conosciute in questo modo folle c’è stato il quasi fidanzato della mia amica, un padre single con una bambina adorabile che ci aveva portato dal
    terminal dei traghetti per Pulau Tioman fino a Malacca, facendoci pure da guida in città. Sfortunatamente la loro storia d’amore è finita quando questo ragazzo, dopo meno di un giorno di conoscenza, se n’è uscito con una proposta di matrimonio corredata di conversione all’Islam e trasferimento in Malesia perché – cito le sue parole – “It’s easy and lovely”.
    A Malacca abbiamo poi spaventato a morte un povero malese quando siamo salite sulla sua auto pregandolo di accompagnarci alla fermata del bus perché la nostra simpaticissima couchsurfer ci aveva abbandonato nel bel mezzo del nulla. Ora che ci penso, più che un viaggio avventuroso questo ha dei dettagli degni di un viaggio da incubo!
  3. Hotel, ostello, guesthouse: insomma dove preferisci soggiornare?
    Sicuramente in un boutique hotel, di quelli curati in ogni particolare. Guest house e ostelli mi piacciono, così come gli hotel di lusso, ma al di là della categoria valuto di più l’arredamento, particolari compresi, e il design dell’intera struttura. E poi ho un debole per le infinity pool, ci passerei ogni momento libero, specialmente dopo essere fuggita dalla periferia di Malacca della domanda precedente!
  4. Valigia o zaino? Perché?
    Ancora non lo so! Tempo fa avevo scritto la mia esperienza in fatto di bagagli, ma dopo l’arrivo del Britalian baby è cambiato tutto. Per viaggiare con un neonato dobbiamo infatti rassegnarci a ricominciare da capo, provando e riprovando a fare le valigie per capire cosa è davvero indispensabile e di cosa possiamo fare a meno.
  5. On the road: quale sarebbe il tuo itinerario?
    Tempo fa avevo raccontato del mio viaggio in auto tra Italia e Inghilterra, oggi sinceramente preferirei viaggiare in camper anche solo per la possibilità di fermarmi e avere a portata di mano un salottino in cui dare da mangiare e far giocare comodamente il Britalian baby. Come itinerario vorrei esplorare il Grand Est della Francia, area visitata solo velocemente per lavoro, e spingermi fino ai luoghi dello sbarco in Normandia. E mentre ci sono fermarmi a mangiare ostriche e lumache.
  6. Cosa ti spinge a viaggiare?
    La curiosità. Mi sono sempre sentita ovunque leggermente fuori posto fino a quando non ho conosciuto altre travel blogger. Ho sempre avuto quella spinta a uscire dalla mia zona di comfort per scoprire cosa ci fosse oltre e viaggiare mi fa sentire viva.
  7. La tua destinazione da sogno?
    Ho provato a scrivere la mia bucket list per pubblicarla sul blog, ma ho superato di gran lunga le cento destinazioni. Praticamente le mie destinazioni da sogno sono tutti i luoghi del pianeta che ancora mi mancano!
  8. Cosa non può mancare nel tuo bagaglio?
    Questa risposta è facile perché avevo partecipato anche io alla scrittura dei post sui cinque oggetti indispensabili in valigia. Il mio preferito e indispensabile resta ancora adesso il tagliaunghie.
  9. Ti senti più viaggiatore o turista?
    Se per turista intendi quei personaggi fantozziani che girano di villaggio in villaggio allora sono sicuramente una viaggiatrice, ma da quando ho avuto un figlio sto iniziando a sognare pure io le crociere o i villaggi di lusso all inclusive, quindi ultimamente mi sento molto più clemente nel giudicare i viaggi altrui.
  10. Cosa cerchi quando viaggi?
    Faccio la valigia e parto per scoprire qualcosa di nuovo. Che sia una funicolare a un’ora da casa oppure un Paese dall’altra parte del mondo parto sempre seguendo il mio istinto e la mia innata curiosità. In viaggio cerco sempre di riempirmi gli occhi delle bellezze locali e di imparare qualcosa di nuovo.
  11. Cosa significa per te viaggiare?
    Viaggiare per me è vivere. Non riesco a stare ferma troppo a lungo nello stesso posto e quando accade per motivi esterni alla mia volontà mi sento costretta in una posizione scomoda. Dopo aver iniziato a viaggiare da sola non ci penso proprio a smettere e il mio sogno sarebbe quello di lavorare da remoto, magari proprio come blogger professionista, per viaggiare esattamente quando voglio.

Le domande per le blogger a cui assegno il Sunshine Blogger Award

Ora che avete letto le mie risposte alle domande di Sandra, eccovi l’intervista che ho preparato per le prossime blogger nominate per il Sunshine Blogger Award.

  1. Qual è stato il cibo migliore che hai mangiato in viaggio e dove ti trovavi?
  2. Qual è stato invece il cibo peggiore mai mangiato in viaggio e dove ti trovavi?
  3. Qual è stato il mezzo di trasporto più strano sul quale sei salita?
  4. Preferisci campeggio, ostello, B&B, hotel o altre strutture quando viaggi?
  5. Preferisci weekend brevi fuori porta o viaggi lunghi di due o più settimane?
  6. Qual è stato il museo più interessante che hai visitato e dove?
  7. Con quale compagnia preferisci viaggiare? Da sola, con figli, compagno/a, animale domestico, amici, ecc.?
  8. Come scegli le destinazioni dei tuoi viaggi?
  9. Perché hai deciso di aprire un blog?
  10. Qual è il tuo social network preferito e perché?

Le nuove vincitrici del Sunshine Blogger Award

Ho deciso di passare questo e il prossimo Sunshine Blogger Award a blogger ancora poco conosciute, ma piene di talento. Spero così di guadagnare punti karma per i miei prossimi blog (Girly Bike lo conoscete già?) e farvi scoprire nuove interessanti letture. Le vincitrici del Sunshine Blogger Award sono:

  • Maria di Around me è anche lei una colonna portante della community delle Travel Blogger Italiane. Me la ricordo quando ha iniziato a bloggare timorosa per la sua età più alta rispetto alle influencer giovanissime che vediamo spuntare continuamente, ma non si è fatta fermare dai dubbi e ora il suo blog è un punto di riferimento per chiunque voglia scoprire il sud Italia e un ottimo esempio di come seguire sempre i propri sogni.
  • Valeria di Wonderful paths è invece una nuova aggiunta alla nostra community di blogger e nonostante il suo blog sia giovane di età la sua autrice ha già visitato tutti e cinque i continenti
  • Jessica di CounTrips va assolutamente seguita perché ogni mese pubblica gli eventi da non perdere in tutta Italia (la rubrica degli eventi è momentaneamente sospesa). In più nelle sue esplorazioni ci fa scoprire un’Italia incredibile, composta da terme, musei e castelli.
  • Chloe di Pure joy racconta destinazioni da sogno corredate da splendide fotografie evocative. In più se avete la stessa passione per Marie Kondo e il capsule wardrobe non potete perdervi i suoi post di lifestyle.
  • Martina di Wanderful travels scrive dei suoi viaggi con il compagno Marco e anche se al momento sono presenti poche destinazioni sono sicura che i loro post aumenteranno presto a dismisura.

Scrivetemi nei commenti se vi siete divertite a leggere le mie risposte alle domande di Sandra e se conoscevate già i blog che ho nominato. Buona lettura e buon Sunshine Blogger Award a tutte!

Altri post che potrebbero interessarti

7 commenti

Jessica 22/07/2019 - 11:59

Grazie mille per la nomination, Paola! Ti chiedo scusa se me ne sono accorta soltanto ora…
La proposta di matrimonio dopo nemmeno un giorno è il top! Mi hai fatto morire! E’ interessante conoscere i lati nascosti delle colleghe blogger; sarò felice di partecipare a questa “catena”. 🙂
Un solo appunto: la rubrica con gli appuntamenti del mese è momentaneamente in stand-by e devo valutare se continuarla oppure no. Non so, nel caso volessi modificare la mia descrizione.
Buona giornata e ancora grazie!

Rispondi
Paola 29/07/2019 - 14:56

Ho aggiornato la tua descrizione e non vedo l’ora di leggere le tue risposte. Mi raccomando, taggami perché anche io mi perdo i post ;P

Rispondi
Valeria 30/06/2019 - 12:10

Un grande grazie per questa nomination che mi riempie di gioia e di cui sciaguratamente mi sono accorta solo ad un mese di distanza!

Rispondi
Paola 30/06/2019 - 13:56

Grazie a te ♥ Io invece mi accorgo subito delle nomination, ma poi produco le risposte dopo mesi 😉

Rispondi
Lucy the Wombat 06/06/2019 - 9:43

Cosa sono le infinity pools?
(Su “it’s easy and lovely” sono morta )

Rispondi
Paola 09/06/2019 - 13:33

Le infinity pools sono le piscine a sbalzo, quelle di cui non vedi la fine. Io le adoro!!
Su it’s easy and lovely avevo anche creato un jingle con tanto di balletto stile Bollywood, ma per fortuna non sono una YouTuber e te lo risparmio ahahahah

Rispondi
Lucy the Wombat 09/06/2019 - 14:55

Ahah peccato
Ora vado a informarmi su queste piscine. Giuro, non ce le ho troppo presenti, semmai intuisco

Rispondi

Fammi sapere cosa ne pensi con un commento

Questo sito internet utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per adempiere alla noiosa burocrazia europea dovresti confermarmi che sei d'accordo. Accetto Privacy & Cookies Policy