Home Appunti di viaggio I vantaggi degli aparthotel per le vacanze in famiglia
Camera dell'aparthotel Citadines Part-Dieu Lyon a Lione

I vantaggi degli aparthotel per le vacanze in famiglia

13 commenti

Ho scoperto gli aparthotel nel periodo in cui ero sempre in viaggio per un progetto di sviluppo di Google Maps e mi sono innamorata subito di questa soluzione a metà tra l’hotel di lusso e l’appartamento in affitto. Prima di provarli con mio figlio però pensavo fossero una soluzione pensata solo per i viaggiatori business, ma dopo il mio soggiorno a Digione nell’Aparthotel Access Adagio Dijon Republique ho scoperto i vantaggi di soggiornare in residence e appartamenti attrezzati anche per i viaggi in famiglia.

Come sono gli aparthotel

Gli aparthotel e i residence sono monolocali attrezzati con tutti i servizi degli hotel. In pratica, anziché una semplice camere d’albergo con angolo bollitore, la sistemazione in aparthotel è più spaziosa e ha una vera e propria piccola cucina attrezzata con frigo, fornelli e microonde.

I residence sono una scelta molto popolare per i viaggi di lavoro, specialmente per trasferte lunghe, perché offrono più spazio e libertà rispetto a un hotel. Al tempo stesso però negli aparthotel trovi tutti i servizi necessari per rendere piacevole il tuo soggiorno. Infatti non devi occuparti tu delle pulizie e se vuoi trovare colazione pronta basta prenotarla la sera prima.

I vantaggi degli aparthotel in viaggio in famiglia

Da viaggiatrice frequente – da sola o con mio figlio – ti confermo che avere a portata di mano tutta la comodità degli hotel, più un microonde e una lavanderia a disposizione è super utile. Inoltre, gli aparthotel hanno l’ulteriore vantaggio di avere un ascensore, cosa non sempre scontata quando affitti un appartamento in centro città. Purtroppo mi è capitato di portare passeggino e valigia per tre piani di scale e ti assicuro che non è proprio il massimo, nella vita reale come in vacanza.

Come avrai capito apprezzo gli aparthotel per innumerevoli motivi, me ne sono innamorata in viaggio di lavoro e li ho trovati praticissimi anche in vacanza con mio figlio. Se devo riassumere tutto quello che trovo valido di questo tipo di sistemazione, i vantaggi di scegliere gli aparthotel per i viaggi in famiglia sono principalmente risparmio, maggiore spazio e cucina attrezzata.

1) Risparmio senza rinunciare al comfort

Molte famiglie in vacanza scelgono di affittare un appartamento per contenere i costi, tuttavia passare tutte le ferie a cucinare e pulire per me non è affatto vacanza, quanto un trascinare la routine fuori da casa. Soprattutto con bambini, il viaggio deve essere scoperta e per apprezzarlo al meglio dobbiamo abbandonare almeno per un momento le nostre abitudini.

Trovare colazione pronta, nuotare in piscina appena sveglia e dormire tra lenzuola soffici e profumate fanno parte delle cose che apprezzo in viaggio. Da madre single la mia carta di credito non percepisce moltissimo la differenza tra viaggiare da sola o con mio figlio, tuttavia se la tua famiglia è numerosa capisco che possa essere un problema pagare un hotel di fascia media per tre o quattro persone.

La soluzione in questo caso sono proprio gli aparthotel perché la loro tariffa è generalmente a camera e non a persona. Pagando la stanza puoi usufruire di tutti i servizi alberghieri a disposizione, come area giochi, piscina o palestra, e utilizzare la lavanderia se necessario. Puoi semplicemente saltare la colazione a buffet, e comprare le brioche fresche dal panettiere ogni mattina, per soggiornare in un hotel di fascia medio-alta senza sforare il tuo budget.

Per esempio a Londra, l’Aparthotel Adagio London Brentfort è una struttura a quattro stelle con reception aperta 24 ore su 24 come in un hotel, ristorante, palestra, connessione WiFi gratuita e parcheggio privato, a un prezzo minore rispetto a un hotel della stessa categoria.

Camera con cucina attrezzata dell'Aparthotel Adagio London Brentford a Londra
Camera con cucina attrezzata dell’Aparthotel Adagio London Brentford a Londra

2) Maggiore spazio a disposizione

Ogni aparthotel è diverso, tuttavia quello che li caratterizza sono le stanze, dei veri e propri monolocali, decisamente più grandi rispetto alle camere di un hotel della stessa categoria. Anziché avere solo letto e bagno, le camere dei residence sono più spaziose e comprendono di solito un piccolo disimpegno, una cucina attrezzata e un tavolo per mangiare, oltre a una scrivania per lavorare al computer.

Questa struttura è particolarmente pratica in viaggio con bambini perché offre maggiore spazio per giocare e permette a noi genitori di gestire al meglio giochi e bagagli, invece di ammucchiare tutto insieme in un angolo. Se la tua famiglia è particolarmente numerosa, o se viaggi con amici, puoi anche scegliere un appartamento più grande con una o due camere da letto separate per stare ancora più comoda.

Nelle aree comuni inoltre sono sempre presenti lounge, sala colazione e lavanderia, indispensabile per i viaggi lunghi con bambini, e negli aparthotel di fascia alta puoi trovare anche area giochi per i più piccoli, palestra e piscina. Per me potermi rilassare con una nuotata in piscina dopo una lunga giornata da turista è davvero top e anche mio figlio sta rapidamente imparando ad apprezzare queste comodità.

All’Aparthotel Adagio Access Dijon République dove sono stata a Digione (leggi la recensione completa) non c’era la piscina, tuttavia la posizione in pieno centro, la camera spaziosa e le aree comuni complete di tutto non me l’hanno fatta rimpiangere. Nella lounge infatti c’erano giochi e libri per bambini accanto a giornali e riviste, e abbiamo potuto usufruire di questo spazio extra per un momento rilassante tra un giro e l’altro in città.

3) Cucina attrezzata per ogni occasione

La cucina attrezzata presente nelle camere degli aparthotel contiene tutto il necessario per cucinare un pasto rapido o conservare la spesa: di solito sono presenti una o due pentole, posate, piatti, insalatiera, microonde, frigo, lavandino e bollitore. Devo ammettere che anche se non cucino mi piace molto trovare tutti i pezzi coordinati tra loro, è un dettaglio che alza subito il livello del soggiorno.

Io infatti non utilizzo mai servizi spaiati a casa e puoi percepire il mio disappunto a chilometri di distanza quando trovo piatti spaiati o pentole di diversi set nelle cucine degli appartamenti in affitto. Gli aparthotel invece hanno la stessa attenzione ai dettagli degli hotel e nella cucina attrezzata della tua stanza troverai solo le cose che ti servono davvero, tutte in ordine e coordinate tra loro.

A parte queste frivolezze, la cucina attrezzata ti permette soprattutto di preparare una veloce colazione ai bambini affamati prima di uscire per la colazione ufficiale, o uno spuntino serale in caso di attacchi di fame improvvisi. Infine, se tuo figlio sta iniziando lo svezzamento puoi utilizzare la cucina della tua camera per preparargli frullati e pappe con ingredienti freschi senza ricorrere a omogeneizzati pronti per tutto il viaggio.

Nella cucina attrezzata delle camere di alcuni aparthotel puoi pure trovare un vero forno, come al City Link ApartHotel di Varsavia, dove puoi pure infornare surgelati o piatti pronti comprati in gastronomia se una sera sei troppo stanca per uscire o hai completamente sbagliato orario dei ristoranti. A me sono capitate entrambe le situazioni, in occasioni diverse, quindi meglio avere un piano B pronto!

Cucina attrezzata del City Link ApartHotel di Varsavia
Cucina attrezzata del City Link ApartHotel di Varsavia

Perché scegliere gli aparthotel in viaggio in famiglia

Secondo me gli aparthotel uniscono le caratteristiche migliori di appartamenti in affitto e hotel, e lo dice pure il nome. Io di solito evito gli appartamenti in viaggio perché almeno in vacanza voglio evitare di pulire e cucinare. Se sono con mio figlio però apprezzo anche la possibilità di organizzare qualche volta la colazione in autonomia, ma solo se non c’è il buffet con le uova fritte, quello non lo possiamo proprio perdere!

Per me quindi residence e appartamenti con servizi sono un’ottima soluzione sia per le famiglie che vogliono maggiore spazio sia per chi non ha un budget elevato e non vuole rinunciare all’hotel. Scrivimi nei commenti se hai già soggiornato in aparthotel e cosa ti piace di più di questo tipo di sistemazione.

📌 Salva questo articolo su Pinterest

.

Altri post che potrebbero interessarti

13 commenti

Mariarita 23/10/2020 - 01:50

Concordo su tutto, e anch’io li preferisco ad altre tipologie di strutture ricettive, soprattutto per dei viaggi lunghi (magari 5-7 giorni o più). Mi son resa conto di quanto fosse utile una cucina in stanza durante il mio primo viaggio di lavoro a Parigi

Rispondi
Elena Vizzoca 22/10/2020 - 12:46

Anche noi abbiamo soggiornato in un aparthotel, ma quello che abbiamo prenotato in Giappone non era grandissimo. Forse per lo standard dei giapponesi (che hanno le stanze molto piccole), quell’aparthotel era delle giuste dimensioni. In ogni caso abbiamo apprezzato molto questo genere di sistemazione e, anche se non abbiamo utilizzato l’angolo cottura (volevamo provare la cucina locale), la stanza era molto attrezzata.

Rispondi
ERMINIA SANNINO 21/10/2020 - 16:35

Trovo anche io molto comodo e funzionale l’aparthotel, soprattutto per chi ha dei bambini piccoli, per poter loro garantire un pasto al giusto orario, da tupperware o da consumare in camera. Sinceramente, quando viaggio e sto fuori tutto il giorno, trovo confortevole tornare in hotel e cenare in hotel o in camera, se ho a disposizione una cucina. Non sempre mangiare fuori è la soluzione più economica e gustosa.

Rispondi
Claudia 21/10/2020 - 00:06

Con un bimbo piccolo trovo molto più comodo alloggiare in un appartamento o camera d’hotel con cucina come questa perché mi dà la libertà di preparare per lui i pasti come e quando voglio.

Rispondi
Paola 21/10/2020 - 08:12

Sicuramente è un vantaggio quando sono molto piccoli e mangiano ancora le pappe frullate

Rispondi
Silvia The Food Traveler 20/10/2020 - 15:06

In linea di massima nemmeno io scelgo l’appartamento quando vado in vacanza, perché la comodità di non dover fare nulla è essenziale. La soluzione dell’aparthotel è un ottimo compromesso che ho provato a New York: ottimo prezzo, ottima location e spazi più grandi rispetto alla media delle grandi città.
Mi segno quello di Londra sperando di tornarci MOLTO presto

Rispondi
Paola 20/10/2020 - 16:59

Il MOLTO tutto maiuscolo è quello che spero anche io! 😉

Rispondi
Beatrice 20/10/2020 - 12:27

Io soggiorno quasi sempre in Aparthotel, li trovo molto più pratici. In alcune città mangiare fuori costa moltissimo e devo dire che permettono di avere un agrande flessibilità.

Rispondi
Paola 20/10/2020 - 16:56

Io invece in viaggio non guardo mai il costo del cibo, per me una parte importante delle vacanze è proprio assaggiare cibo locale e non dover cucinare 🙂 Capita davvero raramente di mangiare in hotel a meno che non faccia la spesa di formaggi e gastronomia francese, in quel caso può valerne la pena!

Rispondi
partyepartenze 18/10/2020 - 21:44

All’estero la cultura dell’aparthotel è diffusissima. Moltissime camere di hotel, soprattutto negli Stati Uniti, sono corredate da cucina e angolo cottura in modo da poter autonomamente provvedere alla colazione o ai pasti. In presenza di bambini è una comodità irrinunciabile. Le colazioni oltre oceano hanno costi altissimi e noi europei siamo abituati a mangiare poche cose. L’angolo cottura mi ha spesso salvato stomaco e portafoglio.

Rispondi
Paola 20/10/2020 - 09:34

Per me il discorso della colazione invece non conviene perché io sono una persona che a colazione mangia tantissimo, quasi un pranzo! Ho sempre amato i buffet degli hotel, ma dopo aver vissuto in Inghilterra mi sono convertita facilmente anche a uova fritte, salsiccia e patate accompagnate da un caffè fumante! A casa non riesco a farlo spesso, ma nel weekend ogni tanto mi preparo un brunch del genere (apprezzatissimo anche da mio figlio!), in viaggio invece una super colazione così mi dà la carica per affrontare una giornata densa di visite e camminate 🙂

Rispondi
Eliana 18/10/2020 - 20:54

Sono stata in aparthotel a Bologna e ai Castelli Romani (ho solo visitato la struttura ma non ho alloggiato direttamente) e devo dire che anche io li terrò ben presenti da ora in poi in quanto funzionali soprattutto, come hai detto tu, per lunghe trasferte. Grazie del tuo dettagliato articolo, utilissimo!

Rispondi
Paola 20/10/2020 - 09:30

Per i viaggi molto lunghi sono perfetti anche perché le stanze sono in genere più grandi rispetto a quelle degli hotel della stessa categoria 🙂

Rispondi

Fammi sapere cosa ne pensi con un commento

Questo sito internet utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Conferma se sei d'accordo o leggi come vengono utilizzati i tuoi dati. Accetto Privacy & Cookies Policy