Home DestinazioniAsiaThailandia Guida completa all’isola di Phuket in Thailandia

Guida completa all’isola di Phuket in Thailandia

di Paola
0 commento

Phuket è la più grande isola della Thailandia, situata sulla costa occidentale del paese, nel Mare delle Andamane. Conosciuta soprattutto per le sue splendide spiagge, l’isola è una meta ideale per chi ama gli sport acquatici e fare vita notturna. Tuttavia l’isola ospita anche hotel e resort di lusso e per famiglie, rendendola una destinazione per tutti.

Cosa vedere a Phuket

Phuket è una meta turistica molto popolare in Thailandia per la sua natura mozzafiato, le spiagge di sabbia bianca e l’acqua cristallina, ma l’isola ha anche una storia e una cultura ricche e interessanti. Prima della rivoluzione industriale, era una meta importante per i commercianti cinesi, indiani e malesi, che commerciavano spezie, legno e gomma. La presenza di queste culture ha influenzato fortemente la cultura locale di Phuket, rendendola unica e affascinante.

Le spiagge più belle e i parchi naturali

Le spiagge di Phuket sono conosciute in tutto il mondo per la loro bellezza mozzafiato e il mare da cartolina. La spiaggia di Patong è la più famosa dell’isola, grazie alla sua sabbia bianca e alle acque cristalline, ma Phuket offre molte altre spiagge altrettanto incantevoli, come Kata Beach, Karon Beach e Kamala Beach.

Ogni spiaggia ha il suo fascino unico e offre una vasta gamma di attività, tra cui sport acquatici, escursioni in barca e rilassanti passeggiate sulla sabbia. Phuket è famosa anche per i suoi parchi naturali, tra cui il Parco Nazionale di Sirinat, che ospita alcune delle spiagge più spettacolari dell’isola, come Nai Thon Beach e Mai Khao Beach.

Kata Beach sull'isola di Phuket
Kata Beach sull’isola di Phuket

I templi e le attrazioni culturali

Le attrazioni culturali dell’isola di Phuket, sono maggiormente concentrate nell’omonima città (la città principale sull’isola di Phuket si chiama allo stesso modo). Uno dei luoghi più rappresentativi della cultura di Phuket è la Città Vecchia, un’area storica che conserva l’architettura e lo stile di vita tradizionale degli abitanti dell’isola. Qui puoi vedere le famose case coloniali sino-portoghesi, costruzioni in stile cinese con influenze europee, che sono diventate un simbolo della cultura di Phuket.

Oltre alla cultura sino-portoghese, la città di Phuket ha anche una ricca tradizione buddista, che si riflette nella presenza di numerosi templi sparsi sull’isola. Il Wat Chalong è uno dei templi più famosi, caratterizzato dalle sue torri ornamentali e dalle statue di Buddha in oro. Altri templi da visitare includono il Wat Phra Nang Sang, il Wat Khao Rang e il Wat Suwan Kuha. Fuori dalla città, vicino a Kata Beach, si trova invece l’enorme statua da non del Big Buddha, alta ben 45 metri.

Tempio Wat Chalong a Phuket, foto Phakchira Sukcharearn
Il tempio Wat Chalong a Phuket, foto Phakchira Sukcharearn

Musei di Phuket

Phuket ospita anche alcuni musei che offrono una panoramica sulla storia e la cultura dell’isola, come il Museo di Phuket Thai Hua, che racconta la storia dei primi insediamenti delle culture che hanno influenzato l’isola o il Phuket Mining Museum a Kathu, sulla storia e tecnologia utilizzate per l’estrazione dei minerali sull’isola. In alternativa puoi visitare alcuni divertenti siti per turisti, come l’Upside Down House, una casa appositamente costruita costruita al contrario, con il tetto in basso.

Festival di Phuket

Phuket è famosa anche per i suoi festival culturali, tra cui il Festival Vegetariano di Phuket, una celebrazione in cui i partecipanti seguono una dieta vegetariana rigorosa per purificare il corpo e la mente. Durante le manifestazioni per il Festival Vegetariano puoi vedere l’insolita e stravagante tradizione del face piercing, durante il quale i partecipanti si trafiggono il volto con delle spade.

Il Festival delle Lanterne è invece una festività molto sentita in tutta la Thailandia, durante il quale le persone si riuniscono per lanciare lanterne luminose in cielo. Partecipare è davvero suggestivo perché ti trovi circondata da migliaia di lanterne di carta che illuminano la notte di Phuket.

Donna che pratica il tradizionale facial piercing durante il Festival Vegetariano di Phuket
Donna che pratica il tradizionale facial piercing durante il Festival Vegetariano di Phuket

Cosa fare nell’isola di Phuket

L’isola di Phuket è una meta turistica molto popolare in Thailandia perché offre un’ampia gamma di attività turistiche. Con le sue splendide spiagge, la ricca cultura tailandese, la cucina deliziosa, gli sport acquatici, la possibilità di shopping e vita notturna, Phuket è davvero una destinazione ideale per tutti i gusti. Inoltre, le escursioni nell’isola e nelle isole circostanti offrono un’esperienza unica per scoprire la bellezza di questa regione della Thailandia.

Spiagge e sport acquatici

Phuket è un’ottima destinazione per praticare sport acquatici come windsurf e kitesurf. L’isola è circondata dalle acque cristalline del Mare delle Andamane, con onde alte e regolari. Tra le spiagge più famose ci sono Patong, Karon e Kata, dove è possibile noleggiare lettini e ombrelloni per rilassarti al sole, oltre a praticare vari sport acquatici.

Vita notturna

Infine, Phuket è anche famosa per la vivace vita notturna. Patong è la zona più famosa e animata dell’isola, con numerosi bar, ristoranti e discoteche aperti fino a tarda notte. Personalmente l’ho trovata fin troppo turistica, ma è molto amata da chi ama fare serata e uscire a ballare. A Phuket puoi assistere anche a esibizioni molto popolari tra i turisti, come il famoso Simon Cabaret, dove numerose artiste si esibiscono in spettacoli di intrattenimento, canto e ballo.

Shopping

Phuket offre anche numerose opzioni di shopping, dai mercati notturni ai grandi centri commerciali. Alcuni dei posti più popolari per fare shopping sono il mercato notturno di Phuket Town, il mercato notturno di Kata Beach, o il mercato di Patong Beach. I prezzi sono molto economici, tuttavia, considera che molti souvenir potrebbero essere troppo turistici o di dubbio gusto, come le saponette a forma di pene presenti in tutte le bancarelle dei mercati notturni.

Saponette a forma di pene in vendita al mercato notturno di Kata Beach
Saponette a forma di pene in vendita al mercato notturno di Kata Beach

Escursioni

Da Phuket puoi partire per numerose escursioni, sia sulla terra che sull’acqua. Alcune delle escursioni più popolari includono la visita delle isole circostanti, come le isole Phi Phi o la baia di Phang Nga dove hanno girato un film di James Bond, oppure la visita ai templi e alle attrazioni storiche di Phuket. A seconda della zona in cui soggiorni, potresti venire letteralmente presa d’assalto dalle agenzie locali per venderti un’escursione.

Nel vagliare le attività da fare, considera che Phuket è una destinazione turistica molto popolare, il che significa che durante l’alta stagione può essere molto affollata. Inoltre, alcune parti dell’isola possono apparire troppo turistiche, come Kata Beach, con negozi, ristoranti e bar a esclusivo uso dei turisti. Tuttavia, ci sono ancora alcune parti dell’isola che mantengono il loro fascino e autenticità.

Il mio consiglio, per scegliere le escursioni, è di vagliare in anticipo le varie possibilità per evitare di sceglierne una troppo turistica una volta che ti trovi a Phuket. Guarda nel box qui sotto alcune delle escursioni più apprezzate dai viaggiatori. Prenotare in anticipo su Viator ti permette di evitare di dover contrattare o venire assillata dai tour operator locali, attività per me molto stressante.

Dove e cosa mangiare a Phuket

Phuket offre una vasta gamma di cucina locale e internazionale. La cucina tailandese è ovviamente la più presente nell’isola, con una varietà di piatti speziati e aromatici. Tra i piatti tipici ci sono il pad thai, il tom yum soup, il curry verde e il mango sticky rice.

Lungo la costa ci sono numerosi ristoranti di pesce fresco, dove gustare gamberi, calamari, granchi e pesci locali spendendo poco. Nella città di Phuket puoi trovare anche numerosi ristoranti di cucina internazionale destinati ai turisti che servono hamburger, pizza, sushi, pasta e molto altro ancora.

Tuttavia ti consiglio di approfittare del tuo viaggio per gustare la deliziosa cucina thailandese. Inoltre, i mercati notturni offrono una vasta gamma di street food a prezzi convenienti. Fai solo attenzione a controllare che lo street food sia effettivamente preparato al momento con ingredienti freschi perché potresti incorrere nella diarrea del viaggiatore (a me è successo proprio a Phuket).

Dove soggiornare a Phuket: una sola isola, diverse zone

Phuket è un’isola relativamente grande, con diverse zone che offrono differenti esperienze di soggiorno:

  • Patong Beach è la zona più famosa e turistica di Phuket, con spiagge, ristoranti, bar, locali notturni e centri commerciali. La vita notturna di Patong è molto animata e offre molte opportunità per divertirsi.
  • Kata Beach è pubblicizzata come una zona molto più tranquilla rispetto a Patong, con una spiaggia più ampia e meno affollata. Tuttavia è ancora una zona molto turistica (leggi la mia esperienza negativa a Kata Beach).
  • Karon Beach è una zona molto popolare tra le famiglie, con una spiaggia di sabbia bianca molto ampia e una vasta gamma di attività per i bambini. Qui ci sono molti ristoranti e bar sulla spiaggia, oltre a centri commerciali e mercati.
  • Phuket Town è la zona più antica e storica di Phuket, con molti edifici storici e templi antichi. Anche qui ci sono molti negozi, ristoranti e caffè locali, oltre a una vivace vita notturna, ma è sicuramente la scelta migliore per chi desidera fare turismo culturale.
  • Bang Tao Beach è una zona più lussuosa e tranquilla, con resort di lusso e ville private. Qui si possono trovare molte spiagge tranquille, ristoranti di pesce fresco e bar sulla spiaggia.
  • Nai Harn Beach è una zona più isolata e tranquilla, con una splendida spiaggia di sabbia bianca e acque cristalline. Come nelle altre zone trovi vita notturna, ristoranti e bar sulla spiaggia.

In generale, Phuket offre una vasta gamma di opzioni di alloggio, dalle sistemazioni economiche ai resort di lusso. La scelta dell’area dipende soprattutto dalle tue preferenze personali, dal budget e dal tipo di vacanza che desideri. Per evitare delusioni, ricordati solo che l’isola di Phuket è davvero una destinazione molto frequentata, quindi non troverai aree tranquille immerse nella natura, ma praticamente ovunque attività al servizio dei turisti.

Escursione alle isole Phi Phi da Phuket
Escursione in barca alle isole Phi Phi da Phuket

Come arrivare a Phuket da Bangkok

Phuket si trova a circa 850 chilometri a sud di Bangkok e puoi scegliere diverse opzioni per arrivare a Phuket da Bangkok, ma il modo più comodo e veloce è l’aereo. Innanzitutto, ci sono voli diretti regolari dall’aeroporto internazionale di Bangkok Suvarnabhumi all’aeroporto internazionale di Phuket, che durano circa 1 ora e 30 minuti. In alternativa, puoi verificare i voli che partono dall’aeroporto domestico di Bangkok Don Muang, che durano circa 2 ore.

Se cerchi un’opzione più avventurosa potresti anche raggiungere Phuket in treno da Bangkok e poi in traghetto. Ci sono treni notturni che partono dalla stazione ferroviaria di Hua Lamphong a Bangkok e arrivano alla stazione ferroviaria di Surat Thani, da cui puoi prendere poi un traghetto per raggiungere l’isola. Questa opzione richiede più tempo ed è più più scomoda, ma offre anche la possibilità di vedere il paesaggio della Thailandia.

La statua del Big Buddha di Phuket, installata vicino a Kata Beach
La statua del Big Buddha di Phuket, installata vicino a Kata Beach

Trasporti locali: come muoverti a Phuket

A Phuket non c’è un trasporto pubblico come a Bangkok, ma puoi scegliere tra diverse opzioni di trasporto locale. Uno dei modi più comuni per muoverti in città e nelle zone turistiche è il tuk tuk, il caratteristico taxi a tre ruote. Se decidi di affidarti a un tuk tuk ti suggerisco di negoziare il prezzo in anticipo perché può essere più alto rispetto ad altre opzioni di trasporto.

Visto che le attrazioni turistiche e le spiagge si trovano in aeree distanti tra loro, solitamente i turisti affittano un motorino o di una bicicletta. Sull’isola ci sono negozi di noleggio praticamente ovunque. Il prezzo varia a seconda del modello e della durata del noleggio, ma la guida a Phuket, come nel resto della Thailandia, può essere difficoltosa visto che non tutti i conducenti seguono le regole del traffico.

In teoria dovrebbe esserci una rete di autobus locali che collega le diverse parti dell’isola, ma a Phuket non ero riuscita a capire fermate e orari. Cercando informazioni online, pare comunque che il servizio sia abbastanza limitato, con tempi di attesa piuttosto lunghi.

In genere per spostarti sull’isola, il mezzo migliore sono i taxi privati o i minibus che sono comodi ma possono essere costosi. I prezzi variano a seconda della distanza e del luogo di destinazione. Riguardo ai minibus che portano all’aeroporto ti suggerisco di calcolare gli orari con molta elasticità perché mi è capitato ogni volta che gli autisti si fermassero a parlare tra loro o a cambiare mezzo, con grande confusione dei turisti.

Tempio Wat Chalong a Phuket, foto Kirandeep Singh Walia
Il tempio Wat Chalong a Phuket, foto Kirandeep Singh Walia

Consigli finali per organizzare il tuo viaggio a Phuket

Phuket offre splendidi paesaggi naturali, tra cui spiagge uniche, una scena culinaria deliziosa, numerose attività e diverse opzioni di alloggio. Tuttavia, l’alto afflusso turistico ha anche portato a sfide come la congestione del traffico, la commercializzazione e l’aumento dei prezzi.

Nonostante questi svantaggi, Phuket rimane una popolare e affascinante meta turistica, ma è importante scegliere attentamente la località più adatta al tuo modo di viaggiare per evitare delusioni, considerando la difficoltà di spostarti tra le diverse aree dell’isola senza un mezzo proprio.

Scrivimi nei commenti se sei d’accordo con le mie considerazioni e se ci sono altre cose da fare e da vedere a Phuket che aggiungeresti a questo articolo.

Lascia un commento

* Quando lasci un commento autorizzi Pasta Pizza Scones a gestire i tuoi dati secondo quanto previsto dal GDPR