Home DestinazioniEuropaItaliaTorino Kintsugi tea & cakes: la prima pasticceria fusion giapponese a Torino
Paola Bertoni con la torta iconica Kintsugi cake a forma di foglia del Kintsugi tea & cakes di Torino

Kintsugi tea & cakes: la prima pasticceria fusion giapponese a Torino

2 commenti

Ho scoperto Kintsugi tea & cakes durante il mio progetto #girodelmondoatorino per viaggiare tra le cucine del mondo restando a Torino. In questa pasticceria/sala da tè possiamo dimenticarci per un attimo della frenesia cittadina e dedicarci ad assaggiare dolci squisiti in un ambiente curato nei dettagli.

L’atmosfera di Kintsugi tea&cakes

Kintsugi tea&cakes è un locale che mi ha colpita positivamente appena sono entrata: l’arredo minimalista in legno chiaro è abbinato a tocchi di verde e discrete decorazioni giapponesi. L’ambiente è accogliente e fresco allo stesso tempo, e invoglia a fermarci, soprattutto se è libera la fantastica poltrona a dondolo in bambù.

Nel banco frigo sono esposti meravigliosi dolci mignon, praline, pasticceria secca, torte dalle forme di rami o foglie, piccole tortine salate che rendono difficile la scelta tanto sono belli. Già dalle forme e colori del cibo esposto si intuisce l’incontro tra est e ovest di Kintsugi tea&cakes, una pasticceria che dietro l’apparenza giapponese si rivela invece un sapiente mix tra sapori italiani e orientali.

Alcuni dolci e tortine salate in vetrina nel banco frigo di Kintsugi tea & cakes a Torino
Alcuni dolci e tortine salate in vetrina nel banco frigo di Kintsugi tea & cakes

Com’è nato Kintsugi tea & cakes

Oltre alla bontà dei dolci, il motivo per cui dedico a Kintsugi tea & cakes un intero articolo sul mio blog è perché si tratta di un’emozionante storia di imprenditoria femminile. La proprietaria Francesca infatti mi ha raccontato come la passione per i dolci sia nata per caso, lavorando come cameriera/pasticceria in uno dei tanti ristoranti giapponesi della città: mancavano i dolci e i titolari del locale in cui lavorava le avevano permesso di sperimentare.

Dopo un corso da tea sommelier, l’idea di aprire una sala da tè giapponese a Torino. Da Kintsugi tea & cakes la lista delle bevande è molto lunga, ma non comprende caffè, solo tè di tanti tipi tra cui il popolarissimo matcha.

Dai dolci al tè, il matcha è stato per Francesca anche la chiave per scoprire il Giappone dal vivo grazie a Kayo Hoshino, una cliente giapponese che periodicamente organizza workshop sul tè matcha a Torino e Milano. Dalla prima recensione negativa del matcha di Kintsugi tea & cakes sul blog di Kayo Hoshino e successiva richiesta di spiegazioni, sono nate nuove bevande in menù e un’amicizia che ha portato Francesca in Giappone, invitata a presentare il suo progetto innovativo alla Camera di Commercio di Osaka.

Cosa significa kintsugi

Kintsugi è una parola giapponese che indica l’arte di riparare oggetti rotti con oro fuso mettendo in evidenza e valorizzando la crepa. Come l’intreccio di linee dorate rende unico ogni pezzo di ceramica, da Kintsugi tea & cakes ogni dolce è preparato con la stessa cura e attenzione con cui un artista giapponese riparerebbe con l’oro un’antica teiera.

Paola Bertoni intenta a scegliere quale dolcetto del Kintsugi tea & cakes di Torino assaggiare per primo
Qui sono intenta a scegliere quale dolcetto del Kintsugi tea & cakes assaggiare per primo: erano tutti strepitosi!

Cosa assaggiare da Kintsugi tea & cakes

Il menu di Kintsugi tea & cakes propone un’ampia selezione di tè verdi, compreso il matcha, tè gialli e bianchi, tè Oolong, tè rossi e neri, infusi caldi e freddi, oltre ai più moderni cappuccini e matchalatte. Il motivo per cui visitare il locale è però l’ottima pasticceria che a Torino è unica nel suo genere.

La pasticceria di Kintsugi tea & cakes è prettamente fusion e rivisita ricette tipiche giapponesi come i mochi aggiungendo un ripieno non tradizionale, oppure propone i classici baci di dama piemontesi in un indedito gusto al matcha. Io adoro gli incontri tra cucine diverse, e nel caso di Kintsugi tea & cakes l’abbinamento è riuscito alla perfezione. Le creazioni del locale infatti sono così originali perché non seguono nessuna regola: i talentuosi pasticceri sono infatti autodidatti e liberi di sperimentare.

Gli ingredienti utilizzati da Kintsugi tea & cakes sono locali, importati da Cina e Giappone, o delle rivisitazioni che rivoluzionano le preparazioni tradizionali. La crema azuki per esempio viene prodotta in provincia di Bergamo dal giapponese expat Toshi Satoji a partire dalle nocciole piemontesi anziché dai fagioli rossi.

La crema di nocciole piemontesi Azuki Cream preparata secondo il metodo giapponese e utilizzata da Kintsugi tea & cakes nei suoi dolci
La crema di nocciole piemontesi Azuki Cream preparata secondo il metodo giapponese e utilizzata da Kintsugi tea & cakes nei suoi dolci

Matchalatte

Da bere abbiamo provato uno strepitoso mango matchalatte che si è praticamente bevuto da solo il Britalian baby e un altro matchalatte al cardamomo di un intenso e instagrammabile colore blu.

Pasticceria secca

La pasticceria secca del Kintsugi tea & cakes è di tipo piemontese e generalmente occidentale, tuttavia preparata con ingredienti tipici giapponesi. I biscottini variano da piccole foglie al matcha e fava tonka a frollini lampone e sesamo a forma di fiore, oltre agli irresistibili baci di dama al matcha. Da provare anche le irresistibili praline a cocco e frutto della passione o cocco e caramello salato, una più buona dell’altra.

Un biscotto-foglia al tè matcha di Kintsugi tea & cakes e il Britalian baby
Un biscotto-foglia al tè matcha di Kintsugi tea & cakes apprezzatissimo dal Britalian baby

Pasticceria fresca

Il meglio di Kintsugi tea&cakes è sicuramente la pasticceria fresca che abbina sapori contrastanti per una piacevole sorpresa a ogni cucchiaiata. Per esempio i tartufini al tè verde rivelano un gustosissimo contrasto con cocco e limone, mentre la torta iconica del locale, la Kintsugi cake, è una morbida mousse al matcha a forma di foglia con un sorprendente ripieno di gelée al frutto della passione, accompagnata da crumble di cacao e salsa al caramello salato.

Infine, da provare i mochi di tutti i tipi, compresi i mochi pops su un bastoncino. Se anche voi siete degli amanti di questo dolce tipico giapponese rimarrete sorpresi dalla sua rivisitazione al lampone o alla crema di nocciole.

📌 Kintsugi tea&cakes
Via Monte di Pietà, 17/C
10122 Torino

La mia visita in questo locale rientra nel progetto #girodelmondoatorino nato dopo il lockdown viaggiare intorno al mondo senza uscire dalla mia città. Segui @pastapizzascones su Instagram per vedere le mie avventure enogastronomiche in tempo reale e lasciami il tuo indirizzo e-mail per scaricare la guida gratuita ai migliori ristoranti di Torino.

.

Scrivimi nei commenti se conoscevi già questo locale di Torino e anche se conosci altre pasticcerie fusion giapponesi qui in Italia. Dolci così buoni valgono sempre il viaggio!

Altri post che potrebbero interessarti

2 commenti

Veronica 05/08/2020 - 23:39

Questo sarebbe sicuramente uno dei posti dove mi fionderei subito se andassi a Torino. Magari non è qualcosa di tipico ma sicuramente di originale ed un’esperienza da provare.

Rispondi
Paola 10/08/2020 - 22:18

Tipico nel senso di cucina torinese no, ma se conosci un po’ la pasticceria secca piemontese ti divertirai a ritrovarla con sapori al matcha 😉

Rispondi

Fammi sapere cosa ne pensi con un commento

Questo sito internet utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Conferma se sei d'accordo o leggi come vengono utilizzati i tuoi dati. Accetto Privacy & Cookies Policy