Home DestinazioniEuropaItaliaTorino Gustotram e Ristocolor: le cene in movimento sul tram a Torino

Gustotram e Ristocolor: le cene in movimento sul tram a Torino

di Paola

Una delle attività turistiche da non perdere a Torino sono le cene sul tram per gustare cibi e vini tipici del Piemonte mentre passi su rotaia davanti alle principali attrazioni storiche della città, tra cui diversi Patrimoni UNESCO. In questo articolo puoi leggere in cosa consistono le cene in movimento, gli itinerari e come puoi partecipare anche tu.

Cosa sono le cene sul tram ristorante di Torino

Le cene sul tram sono organizzate dalla divisione turistica della società di trasporto pubblico locale GTT, Gruppo Torinese Trasporti, la stessa che gestisce anche la tranvia storica Sassi-Superga. Si tratta di vere e proprie degustazioni con cibi e vini locali, servite a bordo di tram storici appositamente allestiti a ristorante.

I tram-ristorante dedicati alle degustazioni sono due e si chiamano Gustotram e Ristocolor. Io ho provato l’esperienza di cenare sul Gustotram in occasione dell’evento stampa per i 100 anni del Parco Nazionale Gran Paradiso, ma vengono proposte regolarmente cene e aperitivi aperti a tutti.

Se hai l’occasione di visitare Torino non perderti la cena in movimento perché è davvero un’attività piacevolissima. Mentre gusti i prodotti tipici del territorio infatti puoi ammirare i principali punti di interesse storico di Torino, comodamente dal tuo posto. L’itinerario infatti è pensato proprio per i turisti che vogliono scoprire la città in modo originale e divertente.

L'interno del Gustotram, uno dei due tram-ristorante di Torino
L’interno del Gustotram, uno dei due tram-ristorante di Torino, allestito per la cena

Gli itinerari di Gustotram e Ristocolor

Gli itinerari dei tram-ristorante variano in base all’evento e possono essere più o meno lunghi a seconda se partecipi ad aperitivo, cena o cena gourmet. Tutti i percorsi partono dalla fermata di Piazza Castello, il cuore di Torino con al centro l’imponente Palazzo Madama, Patrimonio mondiale UNESCO e sede del Museo di Arte Antica.

Passa poi davanti a Palazzo Reale, altro Patrimonio UNESCO ispirato alla Reggia di Versailles e residenza della famiglia reale Savoia fino al 1865. In tempo per l’antipasto puoi ammirare il Duomo fuori dal finestrino, l’unica chiesa rinascimentale della città al cui interno viene conservata la Sindone.

Ancora più interessante per chi non conosce Torino è la vista delle Porte Palatine che si discosta totalmente dall’elegante architettura cittadina. Sono infatti la principale testimonianza della Torino romana, l’antica Augusta Taurinorum, e oggi fanno parte del Parco Archeologico.

Paola Bertoni sul tram-ristorante Gustotram di Torino
Con le cene in movimento sui tram ristorante di Torino puoi vedere i principali punti di interesse turistico scorrere dal finestrino

La Torino moderna invece è rappresentata dall’iconico Grattacielo Sanpaolo, uno degli unici due grattacieli cittadini, volutamente più basso della Mole Antonelliana di pochi centimetri. Dopo il grattacielo il tram ristorante torna verso il centro costeggiando il Parco Valentino, offrendo la vista del Borgo Medievale, costruito per l’Esposizione Universale del 1884, e del Castello del Valentino, antica residenza sabauda e oggi un altro Patrimonio UNESCO.

Prima di tornare in Piazza Castello, il tour enogastronomico di Torino a bordo del tram-ristorante passa ancora di fronte alla particolare Chiesa della Gran Madre, mai consacrata e direttamente ispirata al Pantheon di Roma. Questa chiesa è anche una delle presunte sedi in cui è custodito il Santo Graal, come puoi scoprire nella visita guidata Torino Magica.

Un tour completo e interessante, da vedere scorrere fuori dal finestrino tra una portata e l’altra, perfetto dopo una giornata tra mostre e musei torinesi.

Paola Bertoni davanti al tram-ristorante Gustotram di Torino
Qui sono davanti al tram-ristorante Gustotram di Torino in occasione dell’evento stampa per i 100 anni del Parco Nazionale Gran Paradiso

Cena sul tram a Torino: informazioni pratiche

La cena sul tram-ristorante incuriosisce tantissime persone e secondo me è assolutamente da provare. La mia esperienza è quella di una cena perfetta con servizio impeccabile. Tovaglie e tovaglioli bianchi immacolati, personale di sala che versava da bere con estrema maestria come se il tram fosse fermo, cibo di primissima qualità.

Cosa si mangia sul tram-ristorante

I menu variano in base agli eventi e sono sempre diversi, pur essendo sempre cucina piemontese. Io ero stata a un evento stampa privato con cibi a Marchio di Qualità Gran Paradiso, ma il catering è gestito dal Ristorante Celestino di Piobesi Torinese anche per gli eventi pubblici.

La tavola apparecchiata del tram-ristorante di Torino
La tavola apparecchiata del tram-ristorante di Torino

Cena in movimento: quanto si muove il tram

Una delle domande che ho ricevuto riguarda mangiare a bordo di un tram che si muove. Personalmente non ho sentito troppo il movimento del mezzo, rispetto alle corse quotidiane dei tram torinesi, il tram-ristorante si muove molto piano e di conseguenza non si percepiscono molte vibrazioni né frenate.

Come prenotare la cena sul tram a Torino

La prenotazione delle cene in movimento su Gustotram e Ristocolor si effettuano online sulla pagina dei servizi turistici GTT entro le 14:00 del giorno precedente. Il pagamento avviene online con carta di credito e, al momento in cui scrivo, i prezzi partono da € 19 per l’aperitivo sul tram-ristorante con tour di 50 minuti, mentre le cene classiche con tour di 90 minuti costano € 45,00 e le cene gourmet € 55,00 a persona.

Conoscevi già le cene in movimento sul tram-ristorante a Torino? Scrivimi nei commenti la tua esperienza e se ti piacerebbe partecipare.

.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Lascia un commento

* Quando lasci un commento autorizzi Pasta Pizza Scones a gestire i tuoi dati secondo quanto previsto dal GDPR