Home DestinazioniEuropaItalia Tour Varallo e la magia del Sacro Monte
Paola Bertoni a Varallo nell'educational tour 'Varallo e la magia del Sacro Monte'

Tour Varallo e la magia del Sacro Monte

0 commento

In seguito al lockdown del 2020 le vacanze degli italiani si sono spostate dalle mete lontane a destinazioni vicine, con conseguenza richiesta di sviluppare il turismo di prossimità. Per questo motivo Somewhere Tours & Events ha creato un nuovo tour per scoprire la cittadina di Varallo e il suo Sacro Monte, e mi ha invitato a un educational tour in anteprima per agenti di viaggio e Travel Blogger Italiane.

Varallo: la città d’arte della Valsesia

Per me è stata una gita davvero interessante perché non sospettavo di avere un Patrimonio UNESCO a così breve distanza da casa. Un giorno è sufficiente a vivere l’atmosfera della città di Varallo, scoprire le tradizioni artigianali locali del puncetto e degli scapin, ammirare gli incredibili affreschi di Gaudenzio Ferrari, e visitare il complesso del Sacro Monte.

Dopo due ore di bus da Torino ci siamo fermati a bere un caffè preparato a regola d’arte da Piero, titolare dello storico Bar Roma, prima di partire a piedi tra le stradine e i palazzi ottocenteschi di Varallo, ascoltando le spiegazioni della nostra guida. Il nostro tour ha avuto anche un piccolo stop nella Bottega dell’Artigianato gestita dai volontari della Società Operaia di Mutuo Soccorso, dove la signora Angela ci ha introdotto alle tecniche e agli usi del puncetto valsesiano, un pizzo tipico della Valsesia.

Se ti piace l’idea di arrivare a destinazione comodamente in bus e farti raccontare le caratteristiche del territorio e le attrazioni locali da una guida esperta, la proposta di Somewhere è perfetta come primo incontro con la Valsesia.

La nostra guida ci ha infatti raccontato nel dettaglio le antiche tradizioni artigianali di Varallo e ci ha invitato a osservare le caratteristiche architettoniche uniche, come l’ultimo piano ribassato e i capitelli ionici. Infine, prima di prendere la funivia più ripida d’Europa per raggiungere il Sacro Monte, abbiamo ancora ammirato gli incredibili affreschi di Gaudenzio Ferrari nella chiesa di Santa Maria delle Grazie.

Se invece preferisci dedicare più tempo alla Valsesia, nei dintorni di Varallo puoi praticare rafting, camminate, trekking e alpinismo perché la città è circondata dal verde. Puoi anche fare il bagno nello stesso fiume Sesia o prendere il sole nella spiaggia sotto al ponte come fanno i locali.

Spiaggetta di Varallo sotto il Ponte Antonini lungo il torrente Mastallone dove i locali fanno il bagno e prendono il sole
Spiaggetta di Varallo sotto il Ponte Antonini lungo il torrente Mastallone dove i locali fanno il bagno e prendono il sole

Il pellegrinaggio al Sacro Monte di Varallo

Varallo Sesia è conosciuta soprattutto per il suo Sacro Monte, Patrimonio UNESCO dal 2003 che si trova a poche ore di macchina da Torino e Milano. Prima di visitarlo non avevo idea dell’importanza storica e culturale dei Sacri Monti, tuttavia per i cattolici sono luoghi di culto molto importanti nati come meta di pellegrinaggio alternativo.

Io che la roba religiosa proprio non la capisco ho però apprezzato la storia e l’architettura del luogo. Il tour di Somewhere ‘Varallo e la magia del Sacro Monte’ inoltre gioca con il contrasto tra la vita terrena della città di Varallo e la vita spirituale del Sacro Monte, in un cammino universale di ascesi spirituale.

Se vuoi qualche dettaglio in più. l’idea originaria del fondatore del Sacro Monte, il Beato Bernardino Caimi, era ricreare i luoghi della Terra Santa in un luogo dietro casa per permettere ai cristiani dell’epoca – tardo Quattrocento – di farsi il loro pellegrinaggio in Palestina senza affrontare il rischio di entrare nei territori dell’Impero Ottomano. L’idea piacque così tanto ai suoi contemporanei che la costruzione partì senza indugi e fu terminata nel corso di un paio di secoli.

La versione finale della ‘Nuova Gerusalemme’, come la ribattezzò San Carlo Borromeo, comprende una cinquantina di edifici numerati che contengono affreschi e statue nascoste da delle grate. Per fare il pellegrinaggio come un vero fedele dovresti seguire il sentiero e guardare le figure delle cappelle in ordine di numero. Nella gita di Somewhere il pellegrinaggio è accompagnato da una visita teatralizzata, ma se non ti interessa l’aspetto religioso puoi fare come me e goderti i pezzi migliori degli attori e curiosare tra gli edifici.

Piazza del Sacro Monte in cui si trova la Fontana della Resurrezione, punto finale del pellegrinaggio nella 'Nuova Gerusalemme'
Piazza del Sacro Monte in cui si trova la Fontana della Resurrezione, punto finale del pellegrinaggio nella ‘Nuova Gerusalemme’

Incontro con l’enogastronomia della Valsesia

Ovviamente non c’è bisogno di ribadirlo, ma l’aspetto migliore delle gite fuori città è sempre la scoperta dell’enogastronomia tipica. Il nostro tour si è concluso al ristorante La Casa del Pellegrino, un edificio storico all’interno del Sacro Monte ristrutturato a opera d’arte, dove abbiamo gustato una buonissima cena a base di prodotti locali.

La Valsesia infatti produce una serie di vini e salumi perfetti per un aperitivo o come souvenir. Inoltre ti consiglio di assaggiare anche i biscotti dell’allegria, gli ‘Alegru’ prodotti dal Raviolificio Bertoli. Il loro nome deriva dal tradizionale saluto valsesiano “Alegru” che significa “stai allegro, divertiti senza preoccupazioni” e l’impasto di cioccolato fondente e mandorle non può che renderti felice!

Come raggiungere Varallo e il Sacro Monte

Non è praticissimo raggiungere Varallo Sesia con i mezzi pubblici perché c’è solo un bus da Torino in quanto la linea ferroviaria è stata dismessa e viene solo utilizzata con i treni storici. Se preferisci muoverti in treno, durante i giorni feriali puoi arrivare a Vercelli e da lì prendere un bus diretto fino a Varallo. Da Torino e Milano il tragitto in auto invece prevede parte di autostrada e poi strade più piccole nella Valsesia.

Per questo motivo se non hai una macchina o se vuoi goderti la gita a Varallo senza preoccuparti di guidare ti consiglio di scegliere il tour di Somewhere ‘Varallo e la magia del Sacro Monte’ che comprende trasporto, guida turistica, funicolare e pranzo o cena con prodotti tipici a seconda dell’orario di visita.

Per me che abito a Torino è stata un’ottima esperienza e mi ha permesso di scoprire una nuova destinazione in un pacchetto tutto compreso, organizzato con l’esclusività di tutti gli altri tour Somewhere: ottimi approfondimenti storici, viaggio organizzato nei minimi particolari, piccoli gruppi e un filo conduttore appassionante.

Scrivimi nei commenti se conoscevi già Varallo Sesia o se potrebbe essere anche per te la next destination esotica dietro l’angolo!

.

Altri post che potrebbero interessarti

Fammi sapere cosa ne pensi con un commento

Questo sito internet utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Conferma se sei d'accordo o leggi come vengono utilizzati i tuoi dati. Accetto Privacy & Cookies Policy