Home DestinazioniEuropaBelgio Atomium: la gigantesca molecola di ferro simbolo di Bruxelles

Atomium: la gigantesca molecola di ferro simbolo di Bruxelles

di Paola
0 commento

L’Atomium rappresenta una molecola di ferro alta 102 metri ed è uno dei simboli principali di Bruxelles. Le sfere, interamente visitabili, sono gli atomi della molecola, da cui il nome Atomium. Questo edificio della capitale belga è visitato da oltre 600.000 turisti l’anno per la sua curiosa forma futuristica e in questo articolo ti racconto la mia esperienza.

Cos’è l’Atomium di Bruxelles

La struttura dell’Atomium è stata progettata e come simbolo dell’Esposizione Universale di Bruxelles del 1958. Doveva rimanere in piedi solo per la durata dell’evento, ma proprio come la Tour Eiffel di Parigi e il Borgo Medievale di Torino, il successo tra il pubblico contribuì a rendere permanente l’installazione.

Il tema dell’Expo 58 era “Un mondo per una vita migliore per l’umanità” e la gigantesca molecola di ferro dell’Atomium rappresenta l’uso pacifico dell’energia atomica per scopi scientifici. Visto la percezione conflittuale che abbiamo del nucleare oggi, soprattutto in Italia, è molto curioso visitare un monumento che voleva promuovere una visione super ottimistica di un futuro moderno e ipertecnologico.

Anche se l’energia atomica non ha ancora permesso all’umanità di vivere meglio, l’Atomium si è imposto come simbolo di Bruxelles e, all’inizio degli anni 2000, ha avuto un importante restauro per mantenere l’unicità e il carattere altamente simbolico dell’edificio. Dopo la sua riapertura l’Atomium è diventato l’attrazione più popolare di Bruxelles.

ORGANIZZA IL TUO VIAGGIO A BRUXELLES
Prima di partire acquista online la Bruxelles City Card che comprende l’accesso ai musei più importanti della città e ti permette di viaggiare gratis sui mezzi pubblici.

L'Atomium di Bruxelles
L’Atomium di Bruxelles

Perché visitare l’Atomium

Ti anticipo subito che per me l’Atomium di Bruxelles è un edificio assolutamente da visitare. Non a caso è una delle attrazioni più viste della capitale belga, con oltre 600.000 visitatori all’anno, compresi capi di Stato, in forma privata o ufficiale.

L’Atomium offre una spettacolare vista su Bruxelles, ma quello che lo rende unico è il percorso di visita attraverso le sfere degli atomi che compongono una gigantesca molecola di ferro. Già solo quello vale la visita per gli appassionati di architettura.

La sua struttura incredibile è stata utilizzata e continua a venire scelta come sfondo per decine di servizi fotografici ogni anno per riviste di moda, design o architettura. L’edificio ospita anche mostre temporanee multimediali di grande impatto, appositamente progettate per i volumi dell’Atomium.

Inoltre, se ti interessa di più l’aspetto enogastronomico di Bruxelles, la parte superiore della sfera più alta ospita l’omonimo ristorante Atomium. La gestione è indipendente rispetto all’ingresso per i turisti per cui puoi organizzare la tua visita anche solo per gustare le specialità belghe e i piatti di stagione proposti dal ristorante a 100 metri di altezza.

Paola Bertoni all'interno della sfera più alta dell'Atomium di Bruxelles
In questa foto sono all’interno della sfera più alta dell’Atomium, davanti a uno dei cannocchiali usati dai turisti per cercare i monumenti di Bruxelles

L’architettura dell’Atomium

Nonostante il suo aspetto moderno e quasi futuristico, l’Atomium è in realtà un edificio storico, costruito nel 1958 per l’ultima Esposizione Universale ospitata dal Belgio. La sua struttura è eccezionale per molti aspetti, a partire dalla disposizione degli spazi e dei volumi.

Le sfere in acciaio inossidabile rappresentano gli atomi di una molecola di ferro, misurano 18 metri di diametro e sono sostenute da un’imponente struttura metallica.

Anche l’allestimento interno, firmato dagli architetti André e Jean Polak e dall’ingegnere André Waterkeyn è stupefacente. Le scale mobili sono ospitate all’interno di tubi metallici e alcuni punti del percorso di visita ti sorprendono con installazioni di suoni e luci.

Il percorso di visita dell’Atomium

L’area dell’Atomium è composta da due edifici separati:

  • la struttura rettangolare che ospita la biglietteria e i servizi igienici a pagamento
  • l’edificio dell’Atomium con il percorso di visita.

Nell’Atomium vero e proprio, compreso l’ingresso a pian terreno, puoi entrare solo con un biglietto valido o una prenotazione per il ristorante nella sfera più alta. Ti consiglio di acquistare il biglietto dell’Atomium online prima di partire per avere la sicurezza di riuscire a entrare ed evitare le code in biglietteria visto che è una destinazione molto popolare, con oltre 600.000 visitatori l’anno.

Con il biglietto di ingresso puoi iniziare il percorso di visita a senso unico attraverso l’Atomium. Per prima visiterai la sfera più alta, raggiungendo la cima con l’ascensore principale per ammirare il panorama di Bruxelles. Una volta ridiscesa dallo stesso ascensore prenderai le scale mobili per visitare le sfere che ospitano l’esposizione permanente e le mostre temporanee.

Dedica alla visita di ogni singola sfera tutto il tempo necessario perché non potrai più tornare indietro. Le sfere dell’Atomium sono collegate anche con delle scale normali di servizio, ma erano accessibili durante la mia visita.

Una scala mobile all'interno di una sfera dell'Atomium che collega differenti aree del percorso di visita
Una scala mobile all’interno di una sfera dell’Atomium che collega differenti aree del percorso di visita

Il panorama di Bruxelles dall’Atomium

Molti turisti scelgono di visitare l’Atomium principalmente per la vista sulla capitale belga. Dall’alto della sfera panoramica è infatti possibile ammirare Bruxelles in tutta la sua estensione e talvolta anche Anversa, quando il tempo è particolarmente bello.

Lungo il corridoio della sfera più alta trovi cannocchiali a pagamento per avere una vista migliore sui monumenti. Puoi riconoscerli grazie ai pannelli informativi che illustrano le aree di Bruxelles visibili dall’Atomium.

Personalmente ho trovato più interessante la struttura unica dell’edificio rispetto alla vista panoramica, ma in viaggio ricerco soprattutto curiosità storiche e architettoniche. Se vuoi visitare l’Atomium solo per vedere il panorama, il punto migliore per osservare la città e scattare foto di Bruxelles dall’alto è una delle sfere laterali, a 36 metri di altezza.

Panorama di Bruxelles con una sfera dell'Atomium
Panorama di Bruxelles con una sfera dell’Atomium

L’allestimento permanente

Nell’allestimento permanente dell’Atomium puoi scoprire la storia dell’edificio, dalla sua inaugurazione durante l’Esposizione Universale del 1958 fino a oggi. La parte principale è dedicata all’Expo 58 ed è molto appassionante perché questo evento ha segnato la memoria collettiva di Bruxelles, oltre a essere stato l’ultima Esposizione Universale organizzata dal Belgio.

Il suo messaggio di ottimismo senza limiti verso un futuro prospero grazie all’uso dell’energia atomica oggi appare quasi ingenuo, ma è stato il filo conduttore dell’Esposizione Universale del 1958 e rifletteva l’entusiasmo della società dell’epoca per i progressi scientifici.

La mostra racconta anche particolari curiosi dell’Expo 58, come la presenza apprezzatissima delle hostess dell’Atomium, ovvero le ragazze addette all’accoglienza dei visitatori abbigliate con divisa rossa e cappello blu. È presente anche un curioso modellino in scala del sito dell’Esposizione Universale, oltre a un modello dell’Atomium stesso.

Tutti i cartelli e gli oggetti esposti riportano così fortemente a quel periodo pieno di fiducia verso il futuro che rischia di venire un po’ di nostalgia anche a te. Chi non vorrebbe vivere in un periodo in cui il futuro appare roseo e promettente?

La parte successiva dell’esposizione è invece dedicata al destino dell’Atomium dopo l’Esposizione Universale, compreso il declino dell’edificio negli anni Novanta, seguito dalla sua riapertura nel 2006 e dal progetto di allestimento attuale.

Alcuni cartelli espositivi della mostra permanente ospitata all'interno dell'Atomium di Bruxelles
Alcuni cartelli espositivi della mostra permanente ospitata all’interno dell’Atomium di Bruxelles

Le mostre temporanee

Anche le mostre temporanee sono di grande impatto come l’Atomium stesso. Durante la mia visita ho potuto scoprire View from my window, un’installazione che raccontava la vita di persone ordinarie in ogni parte del mondo attraverso la vista dalla loro finestra.

Vale la pena visitare l’Atomium anche per le esibizioni temporanee perché sono sempre allestimenti multimediali di grande impatto, progettati appositamente per i volumi delle sfere.

Cannocchiale nella sfera panoramica dell'Atomium di Bruxelles
Cannocchiale nella sfera panoramica dell’Atomium di Bruxelles

Informazioni utili per la visita dell’Atomium

Puoi acquistare i biglietti per l’Atomium alla biglietteria in loco oppure online. Il costo del biglietto è di € 16 per la tariffa intera, con riduzioni per bambini e anziani. Il biglietto comprende anche l’ingresso al vicino e bellissimo Museo del Design di Bruxelles, a soli 150 metri dall’Atomium.

Gli orari di apertura sono tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00, con orario ridotto nelle festività natalizie. Per sicurezza verifica sempre le informazioni aggiornati sul sito dell’Atomium.

L’Atomium ha sempre molti visitatori, ma durante i fine settimana e le vacanze scolastiche l’affluenza è ancora più alta. Ti consiglio di acquistare in anticipo il biglietto online sia per non fare coda in biglietteria sia per evitare di non trovare posto per la tua visita. Sul calendario Atomium di GetYourGuide qui sotto puoi vedere la disponibilità dei biglietti in tempo reale.

Dove si trova l’Atomium

L’Atomium si trova nel parco Heysel di Bruxelles. Sebbene sia abbastanza fuori dal centro è comodamente raggiungibile con la linea blu della metropolitana. Verifica su Google Maps il percorso migliore per arrivarci dal luogo in cui ti trovi, a Bruxelles funziona benissimo.

⚛️ Atomium
Place de l’Atomium, 1
1020 Bruxelles

Il corridoio della sfera panoramica dell'Atomium di Bruxelles
Il corridoio della sfera panoramica dell’Atomium di Bruxelles

Dove dormire a Bruxelles

A Bruxelles puoi trovare sia eleganti hotel a quattro e cinque stelle rivolti ai viaggiatori business, sia appartamenti in affitto che economici hotel di design rivolti ai viaggiatori più giovani. Verifica su Booking.com prezzi e disponibilità prima di partire.

Come avrai capito leggendo questo articolo, sono rimasta totalmente affascinata dalla struttura futuristica dell’Atomium di Bruxelles che secondo me va assolutamente visitata durante un viaggio in Belgio. Scrivimi nei commenti la tua impressione sull’Atomium e se l’hai già inserito nelle destinazioni da vedere nella capitale belga.

.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Lascia un commento

* Quando lasci un commento autorizzi Pasta Pizza Scones a gestire i tuoi dati secondo quanto previsto dal GDPR