Home DestinazioniEuropaItalia Come visitare il sottomarino Nazario Sauro a Genova
Sottomarino Nazario Sauro al Galata Museo del Mare di Genova

Come visitare il sottomarino Nazario Sauro a Genova

2 commenti

Un’attrazione di Genova davvero unica è la visita al sottomarino Nazario Sauro, un vero sottomarino militare in disarmo che oggi fa parte dell’esposizione del Galata Museo del Mare. Al termine della visita al museo possiamo infatti indossare un caschetto antinfortunistico ed entrare dentro questo mezzo militare.

Ho scoperto la possibilità di visitare un vero sottomarino solo mentre programmavo il mio viaggio a Genova perché in internet non ci sono moltissimi articoli a riguardo, a parte forse la cronaca del turista russo che ci era rimasto chiuso dentro. Visitare un sottomarino comunque era un’attività a cui tenevo molto perché non ero riuscita entrare nel sommergibile di Torino.

Per motivi di sicurezza infatti nei sommergibili non fanno entrare bambini, donne in gravidanza o disabili. Non è discriminazione, si tratta proprio di come sono disposti gli spazi interni, e dopo essere entrata nel sottomarino Nazario Sauro ho avuto la conferma che sarebbe stato molto difficile muovermi all’interno di quello di Torino con il bimbo nella fascia o nel marsupio.

Passerella del corridoio del sottomarino Nazario Sauro al Galata Museo del Mare di Genova
I corridoi del sottomarino Nazario Sauro sono delle passerelle super strette

Il sottomarino Nazario Sauro di Genova

Il sottomarino S518 Nazario Sauro ha aperto al pubblico nel 2010 ed è il più grande sottomarino italiano visitabile in acqua. Si tratta di un vero sottomarino militare varato nel 1976, ma non partecipò a nessuna azione di guerra perché si occupò solo di sorvegliare il Mediterraneo durante l’ultimo periodo della Guerra Fredda.

Dopo che il sottomarino Nazario Sauro fu dismesso nel 2002 venne donato alla città di Genova dalla Marina Militare per trasformarlo in un museo. Oggi è infatti parte del Galata Museo del Mare ed è ormeggiato sulla banchina davanti al museo.

Quadro comandi del sottomarino Nazario Sauro al Galata Museo del Mare di Genova
Il quadro dei comandi del sottomarino Nazario Sauro. Non ho idea di cosa siano tutti quei pulsanti, ma possiamo schiacciarli perché prima di trasformarlo in museo hanno tolto siluri e motore (per fortuna)

Cosa vedere dentro il sottomarino Nazario Sauro

Il percorso di visita del sottomarino Nazario Sauro parte dalle aree dei motori e quadri elettrici per poi attraversare l’alloggio dei sottufficiali. Subito dopo si trova una camera di manovra e una stanzetta per gli ufficiali, quindi l’alloggio del comandante e quello degli ufficiali. Non immaginatevi stanze lussuose per i militari di grado più alto, quello ho scoperto visitando il sottomarino Nazario Sauro è che gli spazi sono ristretti per tutti.

Dopo un portello stagno, nel quale viene scattata una foto ricordo ai visitatori, si trovano il locale di ascolto del sonar e gli alloggi dell’equipaggio, questi ultimi praticamente dentro la camera di lancio dei missili. A completare il sottomarino si trovano poi la mensa e la cucina, così piccole che risulta faticoso riconoscerle come tali!

Paola Bertoni dentro al sottomarino Nazario Sauro al Galata Museo del Mare di Genova
Eccomi pronta a esplorare il sottomarino Nazario Sauro con il mio caschetto antinfortunistico. Qui sono appena entrata nel sottomarino e mi trovo davanti al primo portello stagno

Caratteristiche e fatti interessanti del sottomarino Nazario Sauro

Il sottomarino S518 Nazario Sauro fa parte della seconda generazione dei sommergibili militari italiani del secondo dopoguerra, ed è stato il primo di una serie di otto sottomarini, di cui ben quattro sono ancora in servizio attivo.

Vi risparmio i numeri dei Watt di potenza e dettagli tecnici sui motori per raccontarvi invece che con i suoi sessantaquattro metri di lunghezza è stato uno dei più grandi sommergibili militari italiani del dopoguerra. Se le dimensioni sono imponenti, la velocità del sottomarino Nazario Sauro non è per nulla impressionante. Quando viaggiava in superficie poteva raggiungere solo dodici nodi, circa ventidue chilometri orari, e anche se in immersione era più veloce non riusciva comunque a superare venti nodi, ovvero trentasette chilometri orari.

In compenso il sottomarino Nazario Sauro poteva immergersi fino a trecento metri sotto la superficie del mare e aveva un’autonomia di oltre cinquemila miglia. Un numero invece realmente terrificante è il numero dell’equipaggio del sottomarino: cinquantuno persone, di cui sette ufficiali. Non sarebbe neanche un numero così spaventoso se non fosse per gli spazi e le condizioni di vita all’interno del sottomarino che ho scoperto durante la mia visita.

Alloggi del sottomarino Nazario Sauro al Galata Museo del Mare di Genova
I sommergibilisti in forze presso il Nazario Sauro dormivano in questa stanzetta super affollata senza spazi personali!

La visita al sottomarino Nazario Sauro

Visitare un vero sottomarino per me è stata un’esperienza davvero emozionante. Finito il percorso del Galata Museo del Mare sono tornata in biglietteria per prendere il caschetto antinfortunistico da indossare durante la visita al sottomarino e mi sono diretta subito alla darsena. Nel sottomarino Nazario Sauro si entra per una passerella e una scaletta, ma ci rendiamo conto delle condizioni di vita dei marinai sommergibilisti solo camminandoci all’interno, da fuori sembra solo enorme e maestoso.

All’interno del sottomarino gli spazi sono strettissimi e tutto dove ci giriamo vediamo solo ferro, ferro e ferro. Non ci sono finestre e le porte stesse sono dei portelloni stagni che potrebbero stare poco simpatici a chi soffre di claustrofobia. Durante la mia visita sono stata molto fortunata perché eravamo solo tre persone, Veronica del blog Oggi dove andiamo e un ragazzo che abbiamo importunato per farci fare delle foto. Ci fossero state più persone all’interno probabilmente avrei sofferto per la mancanza di aria e di spazio.

Area operativa del sottomarino Nazario Sauro al Galata Museo del Mare di Genova
Questo stretto corridoio doveva essere l’area di lavoro dei sommergibilisti

Il percorso di visita inizia dalla poppa, ovvero la coda del sottomarino, con i motori e i quadri elettrici. Per entrare nelle altre aree del sottomarino dobbiamo passare da stretti corridoi dai quali possiamo guardare negli alloggi del personale di bordo. Il dormitorio dei sommergibilisti sono otto cuccette su due lati, e non c’è spazio per nulla. Gli alloggi degli ufficiali è un dormitorio appena più confortevole, e altre brandine si trovano nella camera di lancio, a poca distanza dai siluri. La cosa incredibile è il numero di posti letto rispetto al numero di persone a bordo. Fate i conti e scoprirete che i sommergibilisti dormivano a turni.

Posti letto nella camera di lancio vicino ai siluri nel sottomarino Nazario Sauro al Galata Museo del Mare di Genova
Altri super confortevoli posti letto nella camera di lancio per dormire abbracciati ai siluri

Anche nella sala mensa si mangiava a turno perché poteva ospitare al massimo una dozzina di persone, e pure la sala riunioni, chiamata Quadrato Ufficiali, era davvero minuscola. Nella camera di manovra invece possiamo vedere radar, periscopi e comandi che permettevano al sottomarino Nazario Sauro di emergere o inabissarsi.

Un lavoro che non farò mai: il sommergibilista

Dopo aver visitato il sottomarino Nazario Sauro ho cancellato dalla mia testa qualsiasi idea romantica del lavoro dei sommergibilisti che probabilmente è il lavoro peggiore di tutti. Ho scoperto infatti che le condizioni di vita del personale a bordo sono strettamente legate agli spazi ridotti, con riserve d’acqua limitate e dormitori ai limiti della vivibilità.

Immaginatevi dormire a turno di fianco ai siluri per a mancanza di spazio, non avere nessuno spazio personale e restare per un mese intero chiusi con altre persone in uno stanzone di ferro sotto il mare. A me sembra un vero incubo. Se però qualche sommergibilista mi legge mi piacerebbe sapere la sua opinione, davvero mi interessa capire cosa spinge una persona a una condivisione così stretta.

Alloggi degli ufficiali nel sottomarino Nazario Sauro al Galata Museo del Mare di Genova
Gli alloggi degli ufficiali nel sottomarino Nazario Sauro non sembrano molto più confortevoli di quelli dei militari con gradi inferiori

Il Pre Show del sottomarino al Galata Museo del Mare di Genova

Per arrivare preparate alla visita del sottomarino Nazario Sauro e per chi non vi può accedere, il Galata Museo del Mare offre un’esposizione dedicata al terzo piano, con la ricostruzione del sottomarino e la possibilità di interagire con la strumentazione di bordo.

Il Pre Show del Galata Museo del Mare comprende modellini, fotografie d’archivio e diverse postazioni interattive. In realtà durante la mia visita i simulatori di guida del sottomarino non funzionavano molto bene quindi non sono riuscita a partire per una missione virtuale, ma ho rimediato provando ogni sedia vera all’interno del sottomarino Nazario Sauro come potete vedere dalle foto.

Paola Bertoni e Veronica Meriggi nel sottomarino Nazario Sauro al Galata Museo del Mare di Genova
Con la mia compagna di avventure Veronica all’interno del sottomarino Nazario Sauro. Per fortuna è in disarmo e ben ormeggiato perché prima di fare questa foto ho toccato tutti i pulsanti del radar, probabilmente pure quello che lancia i siluri… ops!

Info utili per visitare il sottomarino Nazario Sauro

Il biglietto del sottomarino Nazario Sauro è compreso in quello del Galata Museo del Mare, dopo la visita al museo è sufficiente tornare in biglietteria per ritirare il caschetto e dirigerci verso il sottomarino ormeggiato nella darsena.

Gli interni sono molto stretti e senza nessun oblò quindi se ci sono molti visitatori nello stesso momento gli ambienti potrebbero risultare abbastanza claustrofobici. Visitare un vero sottomarino è un’esperienza davvero unica per cui ve lo consiglio assolutamente se non avete difficoltà tali da impedirvelo.

Se pensate di visitare altri musei oltre al Galata Museo del Mare e il sottomarino Nazario Sauro potrebbe convenirvi acquistare la Card dei musei e del trasporto di Genova su Musement che comprende gli ingressi per quasi tutte le attrazioni genovesi e l’utilizzo dei mezzi pubblici.

📌 Sottomarino Nazario Sauro
Galata Museo del Mare
Calata Ansaldo De Mari, 1
16126 Genova

Particolare del sottomarino Nazario Sauro al Galata Museo del Mare di Genova
Particolare del sottomarino Nazario Sauro ormeggiato nella darsena davanti al Galata Museo del Mare di Genova

Scrivetemi nei commenti ⬇︎ se avete visitato anche voi il sottomarino Nazario Sauro di Genova, o uno degli altri due aperti al pubblico in Italia, l’Enrico Toti S506 al Museo nazionale della scienza e della tecnologia Leonardo da Vinci di Milano o l’Enrico Dandolo S515 all’Arsenale di Venezia. Io mi sto ancora chiedendo come facessero a resistere chiusi lì dentro i sommergibilisti!

📌 Salva questo articolo su Pinterest

Altri post che potrebbero interessarti

2 commenti

Irene 19/01/2020 - 09:12

Noi abbiamo fatto un’esperienza simile a Boston e, a distanza di anni, me la ricordo ancora! Spero di riuscire a visitare presto quello di Torino, anche se la città offre talmente tanto che non so se ci riucirò!
Sicuramente questa tappa la inserirò per una visita a Gevova tra qualche anno, quando anche l’ometto di casa potrà accedere!

Rispondi
Paola 19/01/2020 - 09:56

Per lui sarà un’esperienza super! Nel frattempo se passi da Genova può iniziare a “studiare” il sottomarino al pre show del Galata Museo del Mare 😉

Rispondi

Fammi sapere cosa ne pensi con un commento

Questo sito internet utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per adempiere alla noiosa burocrazia europea dovresti confermarmi che sei d'accordo. Accetto Privacy & Cookies Policy