Home DestinazioniAsiaIndia Guida completa agli haveli di Mandawa in Rajasthan

Guida completa agli haveli di Mandawa in Rajasthan

di Paola
0 commento

Situata nel cuore del Rajasthan, Mandawa è una vera gemma nascosta dell’India, famosa per i suoi haveli, lussuosi palazzi storici rinomati per le affascinanti pitture murali. Mandawa è come un museo decadente a cielo aperto. Strabilianti affreschi decorano i maestosi haveli, palazzi principeschi di epoche lontane, mentre dietro l’angolo l’immondizia si accumula nei vicoli. In attesa che questa città eccezionale, sorprendentemente poco turistica, possa essere valorizzata come merita, in questo articolo puoi scoprire le sue meraviglie nascoste e perché visitarla.

Cosa sono gli haveli: storia e architettura degli antichi palazzi di Mandawa

Gli haveli rappresentano una parte affascinante della storia e dell’architettura di Mandawa, città che prosperò grazie alla sua posizione strategica lungo la Via della Seta, una delle rotte commerciali più importanti dell’Asia. Con i commerci internazionali, i mercanti di Mandawa poterono accumulare ricchezze notevoli, spesso superiori persino a quelle dei re di Jaipur. Decisero di mostrare il proprio status sociale attraverso l’architettura delle loro case.

Gli haveli, le residenze dei mercanti, erano progettati con l’intento di impressionare i visitatori. Le facciate erano decorate con pitture murali intricate, raffiguranti motivi religiosi, divinità e animali sacri, realizzate utilizzando colori naturali ricavati da pietre e minerali locali. Gli affreschi sulle pareti degli haveli sono opere d’arte uniche e affascinanti che riflettono la storia ad essi contemporanei, con aggiunta di moderni treni o aerei.

Tuttavia, quando il governo britannico scelse Calcutta come nuova capitale, tutti i traffici commerciali si spostarono e Mandawa conobbe un periodo di declino e abbandono. La città divenne successivamente una meta turistica negli anni ’80 del secolo scorso quando venne inserita in una guida di viaggio francese. Ancora oggi, gran parte dei visitatori di Mandawa provengono dalla Francia o dalla Germania. La città è spesso descritta come una galleria a cielo aperto, quando nelle guide britanniche viene appena citata.

Al momento della mia visita molti haveli di Mandawa sono chiusi al pubblico, mentre altri trasformati in ristoranti e hotel per accogliere i turisti. Soltanto una metà del Chokhani Double Haveli, il doppio haveli di Mandawa, è stato trasformato in museo e c’è un progetto per musealizzare lo Shamiram Gadiya Haveli. Altri haveli sono in uno stato di degrado a causa dell’abbandono da parte dei proprietari privati. Questo rende difficile l’intervento del governo nei restauri, ma sono comunque visibili dall’esterno.

Strada principale di Madawa
Strada principale di Madawa

Gli haveli di Mandawa: i principali palazzi storici della città

Gli haveli di Mandawa rappresentano un affascinante capitolo dell’architettura indiana del tardo Ottocento e inizio Novecento. Oggi le loro facciate intricate e porte in legno intagliato accolgono i visitatori con un senso di meraviglia. I haveli segnalati da cartelli verdi, anche se non tutti sono in perfetto stato, sono autentici gioielli. Alcuni sono più interessanti di altri per i soggetti raffigurati e il loro stato di conservazione.

Uno dei tratti distintivi di questi haveli sono i dipinti murali che raccontano spesso il ciclo epico del Ramayana. Queste opere d’arte narrano storie di dei, eroi e antiche leggende, immergendo i visitatori nella ricca mitologia indiana. La maggior parte dei dipinti si concentrano su temi tradizionali. Tuttavia alcuni haveli presentano opere d’arte più moderne, come scene di caccia al tigre con fucili o addirittura i primi aerei introdotti durante il periodo coloniale britannico.

L’architettura degli haveli riflette una fusione di influenze musulmane e rajasthani, come puoi notare dai caratteristici archi con i denti tipici del Rajasthan. Questi edifici presentano ampie aree di incontro per i mercanti e stanze per tutti i membri delle famiglie allargate che ci abitavano. Gli haveli hanno ancora oggi un impatto significativo sull’economia locale perché forniscono lavoro negli hotel e ristoranti, ma anche per la manutenzione e custodia degli edifici.

Haveli di Murmuria: il palazzo dagli affreschi moderni

Costruito da un mercante Rajput, il Murmuria Haveli a Mandawa vanta una serie di dipinti che includono immagini di automobili, treni, Re Giorgio V e paesaggi in stile veneziano. Ci sono anche immagini del dio Krishna con le mucche e il primo ministro Jawaharlal Nehru a cavallo con la bandiera nazionale. Puoi anche ammirare un lungo affresco che raffigura un treno con un corvo che vola sopra il motore.

Haveli di Jhunjhunwala: il palazzo degli specchi

Costruito nel 1859, l’Haveli di Jhunjhunwala è un magnifico esempio dell’architettura tradizionale rajasthana ed è famoso soprattutto per le sue finestre a traforo e per le porte in legno che lo distinguono dagli altri. La bellezza architettonica di questa struttura lascia ogni visitatore incantato. Ogni angolo dell’haveli è splendidamente progettato, trasmettendo l’idea della regalità dei suoi proprietari e dell’abilità degli artisti dell’epoca. Le ampie stanze con alti soffitti, finestre decorate con intagli a traforo e le pareti decorate da affreschi raffiguranti Krishna con le Gopi o pastorelle.

Haveli di Goenka: il palazzo dei dipinti murali

Considerato una galleria d’arte a cielo aperto, l’Haveli di Goenka risale al XVIII secolo e prende il nome dalla famiglia Goenka che un tempo viveva in questa dimora. Le pareti sono decorate con dipinti e affreschi che richiamano la storia culturale del Rajasthan e numerose immagini del dio Krishna. Nonostante l’abbandono, l’opulenza di un tempo rimane ancora intatta e incontaminata. Porte spaziose e ad arco sono segni di grandiosità e testimoniano la precisione degli artigiani.

Chokhani Double Haveli: i palazzi gemelli dei due fratelli

Il Chokhani Double Haveli è unico nel suo genere perché un doppio palazzo simmetrico fondato nel XVIII secolo da due fratelli, entrambi mercanti Rajput. Uno dei palazzi è stato oggi “restaurato” in stile indiano, ovvero ridipinto in colori vivaci, mentre l’altro ha continuato il suo lento decadimento, ma mantenuto le decorazioni originali.

Solo una metà degli haveli gemelli, quello ridipinto, è ufficialmente aperto al pubblico come museo, ma puoi visitarli entrambi passando attraverso le aree comuni, con l’incoraggiamento dei custodi. La struttura del Chokhani Double Haveli ha una facciata caratterizzata da affreschi di cammelli e cavalli, con due ingressi separati e aree comuni all’interno.

La visita ti permette di scoprire come vivevano i ricchi mercanti Rajput. Per esempio nel cortile puoi vedere una stanza dedicata alla conservazione dell’acqua da bere in giare di terracotta per mantenerla fresca e vasi di erbe medicinali. Nella camera padronale è ancora presente il ventilatore azionato manualmente da un servitore all’esterno tramite una fune, mentre le nicche delle lampade a olio ti raccontano come fossero state progettate appositamente per evitare di sporcare le pareti interne.

Chokhani Double Haveli: il palazzo doppio costruito per due fratelli
Chokhani Double Haveli: il palazzo doppio costruito per due fratelli. A sinistra l’haveli rimasto allo stato originale, a destra quello ridipinto.

Gold Haveli: il palazzo dipinto d’oro

Il Gold Haveli è conosciuto come il palazzo dipinto d’oro perché era davvero decorato con foglia d’oro. Questo haveli doveva essere un’autentica opera d’arte, ma purtroppo oggi è chiuso ai visitatori. La sua storia è avvolta dal lusso e dall’opulenza di un tempo, quando le pareti brillavano con dettagli in oro che riflettevano la ricchezza dei proprietari. Anche se non è possibile esplorare l’interno del Gold Haveli, il suo nome evoca l’immagine di un luogo straordinario e affascinante che ha conservato il suo fascino nel corso dei secoli.

Banshidhar Haveli: il palazzo con l’aereo dei fratelli Wright

Costruito nel 1921, il Banshidhar (o Binshidhar) Haveli è conosciuto soprattutto per l’affresco dell’aereo dei fratelli Wright, oltre che per le scene di vita quotidiana che narrano storie di un’epoca passata. Sebbene attualmente chiuso ai visitatori, sulle pareti esterne degli haveli puoi ammirare aerei, biciclette, treni e auto inglesi.

Auto, telefono e biciclette portati dai colonialisti britannici affrescati sulla facciata del Banshidhar Haveli a Mandawa
Auto, telefono e biciclette portati dai colonialisti britannici, accanto a scene tradizionali indiane, sulla facciata del Banshidhar Haveli a Mandawa

Shamiram Gadiya Haveli: da residenza nobiliare a museo

Lo Shamiram Gadiya Haveli da dimora nobiliare abbandonata sta per rinascere a nuova vita come museo perché è stato recentemente acquisito a questo scopo. Al momento della mia visita aveva ancora un aspetto trascurato, ma potevi comunque ammirare la splendida architettura tradizionale di Mandawa.

Sonthaliya Haveli: il palazzo con il treno

Il Sonthaliya Haveli si riconosce dagli altri edifici decorati per il treno a vapore sulla facciata. Fatti aiutare a trovarlo da qualcuno del posto perché le indicazioni presenti sulla guida Lonely Planet del Rajasthan tendono a confonderlo con un altro haveli tra quelli con decorazioni moderne.

Particolare dell'affresco del treno che decora la facciata del Sonthaliya Haveli a Madawa
Particolare dell’affresco del treno che decora la facciata del Sonthaliya Haveli a Madawa

Le altre attività da fare a Mandawa

Oltre al tour degli haveli, a Mandawa puoi vedere anche dei pozzi di raccolta delle acque, un’importante testimonianza della maestria ingegneristica del passato. Di fianco al pozzo antico in cui si raccoglieva l’acqua con un secchio, costruito per rimediare alla mancanza di acqua in Rajasthan, puoi vedere la moderna cisterna di raccolta dell’acqua piovana.

Un’altra attività è fare a Mandawa è la gita in cammello. Premetto che non mi entusiasmano le attività con animali, ma secondo la nostra guida non potevamo perdercela. I turisti vengono fatti accomodare su un carretto e attraversano Mandawa, passando accanto gli haveli, per poi ammirare il tramonto dai una duna di sabbia riportata ai margini della città.

Tour in cammello per Mandawa con Virginia di Travel Gudu, Paola di Pasta Pizza Scones e Marina di Maraina in Viaggio
Tour in cammello per Mandawa con Virginia di Travel Gudu e Marina di Maraina in Viaggio

Dove dormire a Mandawa: l’esperienza di dormire in un autentico palazzo indiano

Se decidi di soggiornare a Mandawa per avere più tempo per vedere tutti gli haveli, puoi scegliere tra diversi tipi di alloggi. La città offre una varietà di opzioni, dai tradizionali haveli trasformati in hotel a sistemazioni più economiche come guesthouse, oppure eleganti resort di lusso fuori dalla città.

Gli hotel negli haveli sono sicuramente la scelta migliore per immergerti nella storia e nell’architettura rajputi di Mandawa. Questi palazzi restaurati offrono un’esperienza autentica e consentono agli ospiti di vivere negli stessi ambienti che un tempo erano dimora di ricchi mercanti. Questi alloggi spesso presentano affreschi originali, camere lussuose e un’atmosfera unica.

Hotel Mandawa Haveli

Tra gli hotel negli haveli situati a Mandawa, ho provato e ti raccomando il Mandawa Haveli Hotel, un affascinante palazzo d’epoca per vivere l’esperienza di dormire in un’autentica dimora storica. Questo haveli è stato restaurato per offrire camere spaziose con bagno privato e aria condizionata. Ogni camera è splendidamente decorata, con dettagli che richiamano il fascino del Rajasthan.

Il punto forte del Mandawa Haveli Hotel è il suo splendido giardino che ospita anche il ristorante Rasoi Restaurant in cui assaporare la deliziosa cucina tipica del Rajasthan, con piatti autentici e gustosi. Dalla terrazza situata sul tetto del palazzo puoi invece ammirare l’atmosfera magica di alba o tramonto su Mandawa.

Ingresso del Mandawa Haveli Hotel
Ingresso del Mandawa Haveli Hotel

Come raggiungere Mandawa: le opzioni di trasporto per arrivare in città

Mandawa, un tempo importante crocevia dei commerci lungo la Via della Seta in Rajasthan. Oggi invece è una cittadina di minore importanza, con un flusso turistico limitato. Questo ti permette di ammirare i suoi meravigliosi haveli senza folla, ma allo stesso tempo ci sono meno collegamenti rispetto alle destinazioni turistiche più popolari. Per questo motivo potrebbe essere difficile raggiungerla in autonomia.

Il modo migliore per raggiunge Mandawa è con autobus o auto privata, che però ti sconsiglio di noleggiare per via dell’intenso traffico e dello stile di guida spregiudicato dei guidatori indiani. Personalmente, ho visitato Mandawa durante un tour del Rajasthan ed è stata un’opzione eccellente perché non ho dovuto preoccuparmi degli spostamenti e la guida ha illustrato tutte le particolarità degli haveli. Un’alternativa valida è prenotare un tour privato da Jaipur, con guida parlante inglese.

Visitare Mandawa, una città spesso trascurata dal turismo di massa, è un’esperienza che ti immergerà nella storia e nell’architettura del Rajasthan attraverso i suoi magnifici palazzi nobiliari. Scrivimi nei commenti se conoscevi già Mandawa e i suoi haveli e se possono diventare una tappa del tuo viaggio in Rajasthan.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Lascia un commento

* Quando lasci un commento autorizzi Pasta Pizza Scones a gestire i tuoi dati secondo quanto previsto dal GDPR