Home DestinazioniAsiaVietnam Itinerario in Vietnam low cost

Itinerario in Vietnam low cost

14 commenti

Durante il mio primo viaggio in Vietnam ero una viaggiatrice zaino in spalla improvvisata: mi ero appena lasciata con il fidanzato di allora, non avevo amiche avventurose con cui partire e avevo deciso lo stesso di andare a trovare una mia amica vietnamita conosciuta tramite Couchsurfing.

La genesi del mio primo viaggio in Vietnam

Se hai scoperto il mio blog di recente devi sapere che prima di evolvermi in viaggiatrice a budget medio/alto e apprezzare la comodità degli hotel a quattro e cinque stelle ero una giovane turista avventurosa amante di ostelli spartani e Couchsurfing. La maggior parte dei miei viaggi non raccontati su questo blog sono stati infatti fatti saltando di divano in divano a casa di sconosciuti, alcuni dei quali diventati in seguito grandi amici, come nel caso della mia quasi compagna di viaggio.

L’idea del viaggio in Vietnam mi era venuta dopo aver ospitato a casa mia una studentessa vietnamita e sua mamma, invitate dal mio fidanzato di allora che l’aveva conosciuta facendo Couchsurfing sul suo divano di Birmingham. Ironia della sorte aveva invitato questa ragazza in Italia, ma in mancanza di una casa sua l’aveva dirottata a casa mia facendoci conoscere (!).

Parlando del Vietnam, e dopo aver gustato i noodles più buoni della storia cucinati da sua mamma, ecco scelta in pochi minuti la destinazione del mio viaggio successivo e trovato la compagna di viaggio perfetta. In realtà non partii mai con la mia amica, ma viaggiai con sua sorella perché qualche settimana prima della partenza aveva trovato lavoro in Inghilterra.

Nonostante la totale improvvisazione, il mio viaggio in Vietnam fu un successo, e il primo di una serie di viaggi da sola nel Sud Est Asiatico: scoprii il vero Vietnam, mi confrontai con una cultura totalmente diversa dalla mia, e uscii totalmente fuori dalla mia zona di comfort. Per me fu un vero e proprio viaggio di formazione e di rinascita che ancora ricordo con tenerezza e stupore in mezzo alle foto sfocate.

Come organizzare un viaggio in Vietnam

Molti viaggiatori uniscono il Vietnam ad altri Paesi del Sud-Est Asiatico dedicando a ognuno una settimana, ma ti sconsiglio di fare così perché c’è davvero molto da vedere e due settimane sono appena sufficienti per scoprire alcune delle attrazioni principali.

Il Vietnam è raggiungibile dall’Italia e dall’Europa in aereo. Molti voli fanno scalo a Bangkok o Singapore per cui se hai qualche giorno extra puoi dedicarlo a fare un giro in queste città.

Voli per il Vietnam

Su Skyscanner puoi trovare offerte voli per il Vietnam sempre aggiornate: sul box vedi i mesi più economici per partire, clicca sopra per cercare il tuo volo. Io avevo fatto scalo a Singapore aggiungendo un paio di giorni in una delle mie città preferite del mondo.

Trasporti interni in Vietnam

All’interno del Vietnam, se non hai fretta, puoi spostarti comodamente in treno o in bus. Ti consiglio di scegliere biglietti di prima classe perché i sedili sono molto piccoli per i nostri standard europei e la differenza di prezzo è minima. Per i vietnamiti infatti i sedili del treno e bus delle classi economiche sono comodi, mentre una taglia 42 italiana ci entra a stento!

Se invece devi fare una lunga tratta da nord a sud o viceversa senza fermate intermedie, per esempio da Ho Chi Minh ad Hanoi, puoi trovare voli interni abbastanza economici. Su Bookaway comunque puoi acquistare biglietti per tutte le destinazioni in Vietnam con prenotazione del posto. Clicca nel box per verificare i prezzi.

Hotel in Vietnam

Riguardo agli hotel, durante il mio primo viaggio in Vietnam ero stata ospite di amici/parenti e in hotel quantomeno discutibili per gli standard occidentali. Per esempio a Dalat e nelle campagne intorno a Ho Chi Minh City avevo diviso stanza e letto oversize formato famiglia (!) con un gruppo di amici vietnamiti. Niente di scandaloso per loro, semplicemente la privacy è un concetto abbastanza diverso in Asia!

Se invece cerchi una sistemazione comoda, anche il Vietnam come tutto il Sud Est Asiatico offre hotel splendidi a un prezzo minore rispetto all’Europa. I costi sono più alti rispetto a Cambogia e Thailandia, tuttavia puoi comunque trovare fantastiche offerte per gli hotel. Ti suggerisco di fare un giro su Booking, nel box vedi alcune delle migliori proposte in questo momento (i prezzi si aggiornano automaticamente).

Booking.com

Il mio itinerario low cost alla scoperta del Vietnam

Il mio itinerario zaino in spalla copriva i luoghi di maggiore interesse in 15 giorni di viaggio itinerante con base a Ho Chi Minh City, dove vive tutt’ora la famiglia della mia amica vietnamita. Naturalmente ora lo organizzerei in modo mooolto più comodo e slow, ma se viaggi da sola o in coppia questo itinerario vi permette di vedere le migliori attrazioni del Vietnam in poco tempo.

Puoi partire con un solo zaino di medie dimensioni come bagaglio a mano e pernottare in ostelli o guest house per mantenere lo spirito avventuroso di questo itinerario, oppure scegliere hotel eleganti che strizzano l’occhio alla storia coloniale o catene internazionali per viaggiare in tutta comodità. In ogni caso mangiando quasi sempre street food (una delle attrazioni principali del Vietnam!) e scegliendo sistemazioni medie i costi di un viaggio come questo sono sicuramente più contenuti rispetto a una vacanza all inclusive al mare in Italia.

Le tappe del mio itinerario in Vietnam

Ho scelto le città del mio viaggio in base alla loro storia e cultura, ma soprattutto basandomi sui consigli della Lonely Planet perché non conoscevo nessuno, a parte la mia amica, che fosse già stato in Vietnam.

  • Ho Chi Minh City, la capitale economica del Vietnam
  • Dalat, una “Piccola Parigi” kitsch famosa per fragole e avocado
  • Rientro a Ho Chi Minh City e trasferimento a Da Nang, la città più importante del Vietnam centrale, perfetta per esplorare i dintorni
  • Gita di un giorno da Da Nang a Hoi An, la romantica città delle lanterne Patrimonio UNESCO
  • Gita di un giorno da Da Nang a Ba Na Hills, un’altra località di villeggiatura coloniale invasa dal kitsch
  • Gita di un giorno a Hue, l’antica capitale oggi Patrimonio UNESCO, con bagagli al seguito e treno notturno per Hanoi
  • Hanoi, la capitale amministrativa del Vietnam
  • Gita di un giorno a Ninh Binh, una riserva naturale dove è possibile fare un giro in barca in mezzo alle risaie
  • Gita di un giorno a Path Diem, la città che ospita un enorme complesso architettonico dedicato alla religione cattolica, ma che mescola stili cinese, romanico e vietnamita
  • Rientro a Ho Chi Minh City da Hanoi in aereo

Spero che questo articolo sul mio itinerario in Vietnam ti possa essere di ispirazione e aiuto per organizzare il tuo prossimo viaggio. Scrivimi nei commenti se c’è qualcuna delle mie destinazioni che vorresti visitare e, se sei già stata in Vietnam, quale ti è piaciuta di più tra le mie scelte.

📌 Salva questo articolo su Pinterest

.

Altri post che potrebbero interessarti

14 commenti

Teresa 13/10/2020 - 16:43

Che piacere mi ha fatto leggere il tuo articolo sul Vietnam, una delle destinazioni che amo di più! Sono rimasta affascinata dai loro usi, dalle tradizioni, dal cibo, e perchè no? Anche dal caotico traffico di Hanoi.L’itinerario che abbiamo seguito non è proprio identico, ma mi hai fatto vivere molti bei ricordi!

Rispondi
Paola 14/10/2020 - 10:57

Anche io sono rimasta affascinata dal Vietnam e vorrei tornarci al più presto, è un Paese davvero pieno di cose da vedere e cibi da gustare!

Rispondi
Valentina 09/10/2020 - 09:49

Ciao Paola, molto interessante questo tuo post. Non sono mai stata in Vietnam, ma è un Paese che mi incuriosisce moltissimo e spero tanto di visitarlo prima o poi. Leggendo vari articoli sul web, avevo intuito che ci fosse tanto da vedere, infatti in molti consigliano minimo due settimane, se non addirittura tre (includendo qualche giorno di relax nell’isola di Phu Quoc). Comunque complimenti per il tuo spirito avventuriero… io non riuscirei mai a fare couchsurfing e a viaggiare con zaino in spalla all’avventura!

Rispondi
Paola 11/10/2020 - 07:57

Io ho iniziato a viaggiare proprio con Couchsurfing e così ho pure conosciuto alcuni amici con cui mi sento tutt’ora 🙂 Ora però sono diventata decisamente più comodosa. Per il Vietnam, ci sono stata quasi un mese, ma non è stato sufficiente a vedere tutto, infatti tornerei per vedere in modo più lento alcune città.

Rispondi
alessia 07/10/2020 - 16:37

Non so se riuscirei a partire per il Vietnam da sola e un po’ all’avventura quindi apprezzo tantissimo il tuo coraggio! Magari prenderò spunto dalle tue tappe quando mi deciderò ad organizzare questo viaggio!

Rispondi
Paola 11/10/2020 - 07:27

Alla fine viaggiare da soli è molto più semplice di quello che sembra 🙂 Basta un po’ di organizzazione e spirito di adattamento!

Rispondi
partyepartenze 07/10/2020 - 14:38

La mia prima volta in Vietnam è stato nel lontano 1996. Allora girare da soli era pericoloso e poco consigliato, ma siamo comunque riusciti a muoverci con tranquillità, soprattutto da Ho Chi Minh fino al delta del Mekong. La seconda volta, un decennio dopo, la situazione era decisamente diversa e mi sono goduta il viaggio senza tensioni da nord a sud. Ma ci tornerei ancora, perchè non ho visto le sue coste.

Rispondi
Paola 11/10/2020 - 07:26

A me è successo in Cambogia, ero andata quando era considerata ancora una meta poco turistica e qualche anno dopo era già cambiata. Il Vietnam è davvero stupendo, vorrei tornarci perché in quasi un mese di viaggio non ero comunque riuscita a visitare tutto!

Rispondi
Claudia 07/10/2020 - 03:23

Sono stata solo brevemente ad Hanoi e Halong Bay e questo mi ha lasciato una gran voglia di scoprire il resto di questo fantastico paese

Rispondi
Paola 07/10/2020 - 09:14

Lo stesso vale per me! Avevo passato quasi un mese in Vietnam, ma mi è bastato solo come assaggio e non vedo l’ora di tornare

Rispondi
sferri81 06/10/2020 - 15:29

Quanto mi dispiace non essere potuta andare a visitare Dalat, credo che sia proprio troppo carina

Rispondi
Paola 07/10/2020 - 09:08

Dalat è decisamente particolare, o ti piace o no. Non è la classica destinazione relax, quanto un posto da esplorare per stupirti 🙂

Rispondi
Martina 06/10/2020 - 09:04

Ciao! Il Vietnam sarà il primo Paese che voglio visitare una volta finita questa maledetta pandemia! farò tesoro dei tuoi consigli, non vedo l’ora di organizzare questo viaggio!

Rispondi
Paola 07/10/2020 - 08:58

Vale assolutamente la pena, si mangia divinamente e ci sono tantissime cose da vedere!

Rispondi

Fammi sapere cosa ne pensi con un commento

Questo sito internet utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Conferma se sei d'accordo o leggi come vengono utilizzati i tuoi dati. Accetto Privacy & Cookies Policy