Home DestinazioniEuropa Natale in centro ed est Europa con bambini
Mercatino di Natale a Jena, in Germania

Natale in centro ed est Europa con bambini

10 commenti

I Paesi dell’Europa centrale e dell’est nel periodo natalizio assumono una dimensione quasi magica e sono perfetti per un viaggio in famiglia. Dalla Repubblica Ceca all’Ungheria, passando per la Polonia, in questo articolo le Travel Blogger Italiane ti raccontano le loro destinazioni preferite così puoi iniziare a sognare il tuo prossimo viaggio.

🇨🇿 Praga a Natale con bambini

Destinazione natalizia raccontata da Silvia di Bagaglio Leggero ⬇︎

Praga è diventata, nell’immaginario collettivo, la meta per eccellenza dei viaggi di ragazzi che cercano birra a buon mercato e per signori nostalgici a passeggio nel quartiere ebraico, rapiti dai lasciti dei grandi letterati. Eppure Praga a Natale è semplicemente il posto più magico del mondo, soprattutto per i bambini. Tutte le vie del centro si animano di colori, luminarie e profumi mentre la neve regala quell’atmosfera lenta ormai perduta.

Trascorrere qualche giorno per le strade della città sotto Natale è un’esperienza unica, che sconvolge i sensi di grandi e piccini. Le piazze si vestono a festa e sono invase dai bellissimi mercatini di Natale, dove puoi trovare di tutto: dagli artigiani che lavorano davanti ai tuoi occhi allo street food più goloso. Non mancano inoltre i presepi viventi: qui i bambini possono avvicinarsi agli animali per dare loro da mangiare o cavalcare dolcissimi pony.

A far davvero impazzire i bambini di tutte le età però è il culto delle marionette. Dalla lavorazione alla messa in scena, Praga ha una tradizione secolare di burattinai. Esiste infatti una vera e propria scuola di quest’arte presso l’Accademia: qui si imparano i trucchi del mestiere. Le opere che vengono rappresentate vanno dalle più tradizionali (come il Don Giovanni o il Faust) a storie più moderne, ma sempre messe in scena in chiave ironica e divertente.

La notte del 4 dicembre inoltre arriva Mikulas, la versione ceca del nostro San Nicola, che rincorre i bambini insieme ad un angelo e ad un diavoletto per regalare dolciumi o piccoli giocattoli ai bambini buoni… mentre il diavolo minaccia i bambini più capricciosi, che rischiano di finire nel suo sacco. Il siparietto che si crea è entusiasmante!

🇵🇱 Cracovia con i bambini a Natale

Destinazione natalizia raccontata da Salvina di Una valigia per tutta la vita⬇︎

Cracovia è una delle città più belle d’Europa, decisamente low cost e per questo adatta alle famiglie e visitabile in qualsiasi periodo dell’anno. Noi l’abbiamo scelta per il periodo pre-natalizio e pur essendo la seconda città più importante della Polonia, non è eccessivamente grande ed è visitabile in appena quattro giorni.

Chi giunge a Cracovia ha l’imbarazzo della scelta dei luoghi da visitare e tutti ricchi di storia, come il famoso centro storico di epoca medievale caratterizzato da alcune importanti architetture che affacciano nella piazza a pianta quadrata più grande d’Europa (Rynek Główny), il Castello del Wawel e la sua cattedrale (Rynek Główny), dove vissero e furono sepolti i membri della famiglia reale polacca. Qui nacque anche la famosa leggenda del simbolo della città, il Smok Wawelski, un feroce drago che uccideva sia uomini che animali a cui è stata dedicata una statua bronzea sputafuoco, l’attrazione più amata dai bambini!

Purtroppo la città è anche testimone dell’era più buia della storia dell’umanità, conservando le tracce della persecuzione ebraica nazista con i più grandi campi di concentramento di Auschwitz-Birkenau e il museo allestito nella vecchia fabbrica di Schindler, dove furono impiegati e salvati oltre 1000 ebrei polacchi. Cracovia mostra ancora oggi la presenza di una delle più grandi comunità ebraiche, rilegata all’interno dell’antico quartiere Kazimierz con una ricca testimonianza architettonica fatta di musei, un cimitero e ben sette sinagoghe tra le più antiche d’Europa.

Importante anche la Miniera di Sale di Wieliczka, in cui è possibile ammirare un mondo sotterraneo dalla bellezza ineguagliabile, e il percorso attraverso i luoghi più rappresentativi della vita dell’arcivescovo della città, Karol Wojtyla, prima di diventare Papa Giovanni Paolo II.

Ma Cracovia ti entra dentro al cuore anche per la sua elegante architettura, esaltata dalle luci e decorazioni natalizie che hanno animato le vie di tutto il centro abitato. Suggestivo anche il famoso mercatino di Natale allestito nella centralissima piazza medievale, dove oltre acquistare souvenir è possibile gustare diverse pietanze tipiche dello street food polacco che hanno lasciato un piacevolissimo ricordo culinario anche al più piccolo della famiglia!

Basilica di Santa Maria nel periodo natalizio a Cracovia, Polonia
La basilica di Santa Maria a Cracovia con un albero di Natale luminoso di fianco all’ingresso

🇵🇱 L’atmosfera natalizia di Breslavia

Destinazione natalizia raccontata da Marta di ItaloBackpackers ⬇︎

Bleslavia, Wroklaw in polacco, è un piccolo gioiello situato nella parte occidentale della Polonia. Grazie alle sue particolarità, nel tempo ha preso varie denominazioni come “la città degli gnomi”, dovuto alle tante statuette disseminate nel centro città, oppure “il piccolo Vaticano” per il suo quartiere religioso. Il periodo migliore per visitare questa città è senza dubbio dicembre: Natale a Breslavia è davvero un momento magico dove tutto si veste di luci e decorazioni.

La città è attraversata dal fiume Oder dove sono presenti varie isole, collegate tra loro da ponti: in questo periodo dell’anno vengono ornati con fili luminosi che la sera riflettono sull’acqua, creando un’atmosfera romantica e veramente natalizia.

Tra le cose da fare assolutamente c’è senza dubbio il mercatino di Natale che viene adibito nella piazza del mercato, il Rynek. Questa zona è il vero cuore pulsante della città e la sua architettura offre uno spazio ideale per sentirsi avvolti dallo spirito natalizio.

Senza dubbio uno dei più belli e completi mercatini di tutta Europa, offre sia stand di oggetti d’artigianato che di street food, per lo più a tema natalizio. Biscotti di marzapane glassati, ciambelle e dolci vari si alternano a carrozzoni che vendono hot dog e piatti tipici.

Da non perdere in Polonia la zapiekanka, una sorta di pizza che ha come base una ciabatta allungata e farcita con tutta una serie di ingredienti vari che vanno dai formaggi ai salumi. Accanto alla piazza centrale possiamo trovarne una più piccola molto caratteristica, con tutte le facciate colorate poste una accanto all’altra.

Queste fanno da sfondo ad un mercatino di natale colorato con stand di fiori e casette di legno a due piani in cui è possibile bere vin brulé e bevande calde per riscaldarsi durante il freddo inverno. Altre attrazioni di Breslavia sono l’Università, l’isola della cattedrale, tutta la zona della città vecchia con i tipici tetti a punta.

🇭🇺 Una romantica Budapest sotto la neve

Destinazione natalizia raccontata da Giulia di Viaggiare con gli occhiali ⬇︎

Una delle città più belle da visitare sotto Natale è senza ombra di dubbio Budapest. La capitale ungherese sotto le feste indossa un vestito sfarzoso e profuma di cannella, regalando un’atmosfera magica che farebbe sciogliere persino gli amanti dell’estate.

Le piazze principali si riempiono di mercatini di Natale, dove poter scaldarsi le mani con un bicchiere caldo di vin brulé (forralt bor in ungherese), assaggiare il famoso dolce tipico chiamato kürtőskalács e acquistare qualche souvenir per ricordo. I mercatini più scenografici sono quelli davanti alla Basilica di Santo Stefano, mentre i miei preferiti si trovano a piazza Erzsébet, in pieno centro ma meno affollati e più autentici.

Per chi viaggia con i bambini consiglio il mercatino di Piazza Vörösmarty, dove ogni anno arriva Babbo Natale per ascoltare i desideri dei più piccoli e farli divertire. Inoltre, a Piazza Vörösmarty si trova Gerbeaud, una delle pasticcerie più famose di Budapest. Da provare la torta omonima, che però in ungherese si scrive zserbó, con i suoi strati di cioccolato, noci e marmellata.

Chi ama gli sport invernali, troverà pane per i suoi denti. Ogni anno, infatti, con l’arrivo dei primi venti gelidi, viene aperta la pista di pattinaggio sul ghiaccio di Városliget, il parco cittadini. Questa pista artificiale è una delle più antiche d’Europa, aperta nel lontano 1926. Volteggiare sui pattini con lo splendido castello di Vajdahunyad sullo sfondo è un’esperienza unica.

Ma l’inverno non è solo per gli amanti del freddo. Cosa c’è di meglio di crogiolarsi nell’acqua calda mentre fuori cade la neve? Una delle attività da non perdere a Budapest in inverno è proprio andare alle terme. Ce ne sono per tutti i gusti: all’aperto come i bagni Széchenyi, al chiuso come Rudas o Király o instagrammabili come le piscine del celebre hotel Gellért.

Pista di Pattinaggio Mujegpalya a Budapest
La pista di Pattinaggio Mujegpalya a Budapest con il castello di Vajdahunyad sullo sfondo

Cosa ne pensi di queste destinazioni? Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria sembrano davvero luoghi perfetti per un viaggio in famiglia nel periodo di Natale! Scrivimi nei commenti se anche quest’anno partirai per un viaggio natalizio alla scoperta di mercatini, luci e vin brulé e se hai già visitato le città di questo articolo!

📌 Salva questo articolo su Pinterest

.

Altri post che potrebbero interessarti

10 commenti

Silvia The Food Traveler 14/11/2020 - 17:46

Normalmente in questo periodo avrei iniziato a programmare il solito viaggio a Zurigo per il weekend dell’Immacolata. L’idea era di portare anche i miei genitori, invece toccherà aspettare. I mercatini di Natale di questa città sono molto belli e in particolare ogni sabato di dicembre in una piazza di cui non ricordo il nome c’è un bellissimo coro di bambini che – al freddo e al gelo e a volte pure sotto la neve – cantano le canzoni di Natale.
Tra queste mete ho visto Cracovia, ma mai nel periodo natalizio. Chissà che spettacolo!

Rispondi
Paola 23/11/2020 - 14:31

In queste zone d’Europa il Natale effettivamente ha un sapore molto più tipico. Io non sono proprio natalizia, ma a leggere questi racconti viene voglia di immergermi nell’atmosfera anche a me!

Rispondi
Giulia 11/11/2020 - 23:20

Non vedo l’ora venga Natale per fare un giro ai mercatini. Anzi, diciamo Natale 2021 perché quest’anno chissà come andrà 🙂 in Polonia ho visto quelli di Cracovia, mi mancano però a Breslavia!

Rispondi
Paola 23/11/2020 - 14:30

Questo Natale sarà sicuramente molto sottotono, ci rifaremo con i viaggi 2021!

Rispondi
Silvia | BagaglioLeggero 10/11/2020 - 14:56

E’ stato un vero piacere partecipare con un contributo sulla bellissima e atmosferica Praga… a meno di un mese, in un momento così delicato, con un umore così altalenante, leggere l’entusiasmo delle altre viaggiatrici è un balsamo per il cuore di chi, come noi, ha la valigia pronta sotto al letto.

Rispondi
Paola 23/11/2020 - 14:29

Ora possiamo solo raccontare i nostri viaggi, sperando che torni presto di nuovo l’opportunità di spostarci liberamente!

Rispondi
Raffaella M. 10/11/2020 - 13:31

Tutti gli anni in questi giorni facevo progetti per i 4-5 giorni di vacanza che ci concedevamo intorno alla metà di Dicembre in Germania, quest’anno sarebbe probabilmente stata la volta di Bamberg e qualche altra località ancora da decidere. Invece ha nuovamente deciso la pandemia. Mi rifarò leggendo questo bel post con una tazza fumante di tè alla cannella e qualche dolcetto preparato in casa

Rispondi
Paola 23/11/2020 - 14:29

Il tè alla cannella fa subito vacanza natalizia 🙂 Io sto approfittando di questo periodo di clausura forzata per studiare, lavorare al blog e progettare nuovi viaggi

Rispondi
Elena 10/11/2020 - 09:08

Che voglia di partire per una qualsiasi di queste destinazione….abbiamo così tanto bisogno di normalità… specialmente sotto le feste… (lacrimuccia)

Rispondi
Paola 23/11/2020 - 14:28

Uuuuu vero! Non far piangere anche me ora 🙁

Rispondi

Fammi sapere cosa ne pensi con un commento

Questo sito internet utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Conferma se sei d'accordo o leggi come vengono utilizzati i tuoi dati. Accetto Privacy & Cookies Policy