Home DestinazioniEuropaNorvegia Oslo e Bergen: i migliori consigli di viaggio

Oslo e Bergen: i migliori consigli di viaggio

di Paola

Negli ultimi anni mi sono appassionata sempre di più alle destinazioni nordiche e nella mia lista c’è sicuramente anche la Norvegia. Sapere che si può girare comodamente in treno, guardando scorrere dal finestrino panorami mozzafiato è sicuramente uno dei motivi per cui organizzare un viaggio in Scandinavia, tra città a misura di famiglia e attrazioni per tutti.

Il viaggio in treno da Olso a Bergen

Il treno diretto che parte da Oslo, eclettica capitale della Norvegia, e raggiunge Bergen fende le terre norvegesi da oriente a occidente, attraversando quelli che sono universalmente considerati i paesaggi più belli, suggestivi e iconici del Nord Europa.

Viaggiando comodamente in treno in tutta calma e sicurezza potrai rilassarti e ammirare i paesaggi più spettacolari del Paese. Ci sono diverse partenze giornaliere da Oslo a Bergen o viceversa e, volendo, puoi anche scegliere il viaggio in notturna, con partenza da Oslo verso le ore 23:00, o viceversa da Bergen poco dopo le ore 23:15. La durata del percorso in treno è di circa sette ore. 

Il collegamento in treno da Bergen a Oslo è operativo tutto l’anno ogni giorno, e i biglietti ferroviari possono essere comodamente acquistati online sulla piattaforma Rail.Ninja, anche con largo anticipo.

Si tratta di un itinerario turistico spettacolare ma ancora poco conosciuto, e questo rende l’esperienza ancora più avvincente, coinvolgente e unica. La maggior parte dei visitatori, infatti, preferisce ancora optare per il volo da Oslo a Bergen, indubbiamente più rapido ma meno panoramico, confortevole ed emozionante. 

In treno attraverserai regioni nordiche di struggente bellezza, con un susseguirsi di foreste incontaminate, specchi d’acqua, montagne, cascate e fiumi dove la pesca al salmone è attivamente praticata. 

Il più amato dagli appassionati di sushi, il salmone norvegese, sinonimo di qualità, sta diventando il prodotto ittico principale nel mercato italiano. Basti pensare che ne vengono importate ogni anno dalla Norvegia, primo allevatore mondiale di salmone, oltre 60mila tonnellate. L’unica specie ittica che può essere consumata cruda senza necessitare di abbattimento preventivo, il salmone norvegese d’allevamento, grazie alle particolari tecniche di acquacoltura, non è portatore di parassiti potenzialmente pericolosi per i consumatori.

Vediamo quali sono le principali attrazioni di Oslo e Bergen, oltre alla pesca al salmone.

Cosa vedere a Oslo

Sulla sponda settentrionale dell’Oslofjord, nella parte meridionale del Paese, l’affascinante capitale della Norvegia nonché la terza città più grande della Scandinavia, è una metropoli vivace, accogliente, moderna, e di straordinaria bellezza ed eleganza.

Barcode a Oslo, foto Christoffer Engström
Barcode a Oslo, foto Christoffer Engström

Imperdibile nella parte occidentale della città è la penisola di Bygdøy, dove ti attendono cinque musei che meritano assolutamente una visita:

  • Museo delle navi vichinghe, dove puoi ammirare Oseberg, Tune e Gokstad, tre maestose navi risalenti all’epoca vichinga;
  • Museo Fram, dedicato alle esplorazioni polari;
  • Norsk Folkemuseum, un interessante museo all’aperto;
  • Kon-Tiki Museet, dedicato all’omonima spedizione del 1947 attraverso l’Oceano Pacifico; 
  • Norsk Maritimt Museum, lo storico museo marittimo norvegese fondato nel 1914.

Durante il soggiorno a Oslo consigliamo anche di visitare il Teatro dell’Opera e l’incantevole Frogner Park, un parco pubblico nell’omonimo distretto della città, con le sue eccezionali sculture di bronzo e granito. Non può mancare anche una visita al Holmenkollen Ski Museum, il più antico museo dello sci del mondo, fondato nel 1923.

Vigelandsparken a Oslo, foto Nick Night
Vigelandsparken a Oslo, foto Nick Night

Cosa vedere a Bergen

Un tempo la più influente città dei Paesi nordici, Bergen è oggi la seconda città della Norvegia. Sede in passato della Lega Anseatica, questa preziosa perla nella contea di Vestland circondata da montagne e fiordi svolge tuttora un importante ruolo sia a livello economico che culturale.

Tra le principali attrazioni c’è sicuramente Bryggen, l’iconico quartiere con le caratteristiche case di legno dai colori accesi che si estende sul lungomare della città.

Bergen, foto Michelle Ramponi
Bergen, foto Michelle Ramponi

Tappe immancabili durante un soggiorno a Bergen sono anche l’Hanseatic Museum, con la sua affascinante struttura in legno, la chiesa di Santa Maria in stile gotico nella zona di Bryggen, e Fløyen, il più pittoresco dei sette monti che circondano la città, comodamente raggiungibile in meno di dieci minuti con la Fløibanen, una funicolare che offre uno splendido panorama.

Agli appassionati di musica consigliamo senz’altro di visitare Troldhaugen, l’abitazione del celebre compositore e pianista norvegese Edvard Grieg, dove è possibile accedere alla piccola, graziosa capanna in legno dove venivano composte le sinfonie. 

Per gli appassionati, invece, di arte, non può mancare una visita al Kode Kunstmuseer og komponisthjem, con dipinti di Edvard Munch, Nikolai Astrup, J. C. Dahl, e altri celebri pittori norvegesi, oltre a opere di Pablo Picasso.

.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Lascia un commento

* Quando lasci un commento autorizzi Pasta Pizza Scones a gestire i tuoi dati secondo quanto previsto dal GDPR