Home DestinazioniEuropaRegno Unito Crossness Pumping Station: una vera fognatura vittoriana a Londra

Crossness Pumping Station: una vera fognatura vittoriana a Londra

Un viaggio nel tempo nella puzzolente storia delle fogne londinesi

di Paola
2 commenti

Grazie alla passione di mio figlio per le fognature, a Londra ho scoperto una vera e propria gemma nascosta. La Crossness Pumping Station infatti è conosciuta da pochissimi londinesi e ancora meno dai turisti. Questa stazione di pompaggio delle acque reflue di epoca vittoriana è di una tale bellezza tale da essersi giustamente guadagnata l’appellativo di Cattedrale delle Fogne. Per scoprire questo luogo e qualche curiosità fognaria della storia di Londra, continua a leggere.

ORGANIZZA IL TUO VIAGGIO A LONDRA
Prima di partire acquista il London Pass per visitare oltre 80 attrazioni e musei di Londra, partecipare a tour guidati, salire sull’autobus turistico Big Bus Hop-On-Hop-Off e navigare lungo il Tamigi con le Uber Boat by Thames Clippers.

Cos’è la Crossness Pumping Station di Londra

La Crossness Pumping Station è un’ex stazione di pompaggio delle acque reflue, progettata dall’ingegnere capo del Metropolitan Board of Works Sir Joseph Bazalgette e dall’architetto Charles Henry Driver. Si trova vicino all’attuale stazione di pompaggio tutt’ora in uso, offrendoti quindi il bonus di uno sguardo dall’esterno sul moderno sistema fognario londinese.

Costruita in seguito a un surreale avvenimento ricordato come Grande Puzza, la Crossness Pumping Station è prima di tutto una poderosa opera ingegneristica vittoriana. Il suo scopo era pompare le acque reflue del Tamigi. Tuttavia è accompagnata da una spettacolare decorazione in ghisa puramente ornamentale che le ha valso il soprannome di Cattedrale delle Fogne.

Interno ristrutturato della stazione di pompaggio delle acque reflue Crossness Pumping Station a Londra
Interno ristrutturato della stazione di pompaggio delle acque reflue Crossness Pumping Station a Londra

Nonostante la sua incredibile storia e bellezza, la Crossness Pumping Station ha rischiato di andare perduta. Dopo la sua dismissione dal servizio attivo è stata parzialmente smantellata, quindi dimenticata e lasciata ad arrugginire. L’edificio stesso era stato oggetto di atti di vandalismo e gran parte del metallo era stato recuperato per altri scopi. Fortunatamente le pompe e i motori erano troppo ingombranti per essere rimossi, altrimenti sarebbero spariti pure quelli.

La riscoperta della Crossness Pumping Station è abbastanza recente, quando è stata salvata dal degrado da un gruppo di volontari. Con la fondazione del Crossness Engines Trust nel 1987 la stazione di pompaggio è stata riaperta al pubblico e uno dei motori originali riportato in vita. Anche se i lavori di ristrutturazione da fare sono ancora tantissimi, ora la prima stazione di pompaggio vittoriana di Londra è tornata visitabile.

Ti assicuro che visitare la Crossness Pumping Station ti lascerà a bocca aperta, come puoi immaginare guardando le foto di questo articolo.

Paola Bertoni e figlio all'interno della Crossness Pumping Station, Londra
Con mio figlio, all’interno della Cattedrale delle Fogne nella Crossness Pumping Station, Londra

Cosa vedere a Crossness Pumping Station

La struttura della Crossness Pumping Station è suddivisa in tre edifici attaccati in cui si trovavano i motori e i macchinari per il pompaggio delle acque reflue. Dall’esterno nulla lascia presupporre l’imponenza degli antichi macchinari vittoriani a vapore e la meraviglia di decorazioni che si trovano al suo interno. Eppure, una volta varcata la sua soglia, non potrai più pensare al sistema fognario di Londra nello stesso modo.

L’edificio è in corso di ristrutturazione, ma una sezione è stata lasciata intatta per mostrare l’aspetto che aveva al momento del ritrovamento. Il contrasto tra le decorazioni riportate agli antichi colori e il degrado arrugginito è palpabile e incredibilmente affascinante.

Area non ristrutturata della stazione di pompaggio delle acque reflue Crossness Pumping Station a Londra
Area non ristrutturata della stazione di pompaggio delle acque reflue Crossness Pumping Station a Londra

La Grande Puzza e la nascita del sistema fognario di Londra

La prima parte della visita alla Crossness Pumping Station è dedicata alla nascita del sistema fognario di Londra. A differenza di quanto avvenuto nell’Europa continentale in cui le prime fognature videro la luce già in epoca medievale, in Inghilterra si continuò molto più a lungo a utilizzare i fiumi come sistema di scarico. Praticamente veniva scaricato tutto nei fiumi, immondizia e deiezioni umane.

Questo sistema poneva numerosi problemi igienico sanitari, innanzitutto quello di bere la stessa acqua in cui galleggiavano feci e rifiuti di ogni genere. Riguardo a Londra questo sistema diventò particolarmente insostenibile con la crescita della popolazione. A partire dal 1800 la popolazione londinese infatti crebbe rapidamente, passando da circa un milione a 2,5 milioni di abitanti in soli cinquant’anni.

Ora considera che a Londra il “sistema fognario” in uso fino al 1860 era esclusivamente il Tamigi. Ma proprio esclusivamente. Qualsiasi rifiuto veniva buttato nel Tamigi. Ovviamente era un problema, eppure nonostante piani e soluzioni proposte, non si giunse mai a un accordo.

Nel 1858 però il problema esplose in modo così imbarazzante da diventare noto come Great Stink, ovvero la Grande Puzza. Un’estate particolarmente calda infatti esacerbò l’orribile fetore del fiume. Così tanto che la Camera dei Comuni pensò quasi di spostarsi in una sede diversa dal Palazzo di Westminster dopo aver provato a combattere, senza successo, la puzza con il cloruro di calce.

La situazione era diventata così invivibile che la Grande Puzza diede finalmente ai politici la spinta a fare davvero qualcosa di rivoluzionario. Tipo creare una stazione di pompaggio per filtrare le acque di scarico. Il piano proposto da Sir Joseph Bazalgette, due fognature lontano dal centro della città per drenare le acque reflue verso est e permettere all’acqua pulita di fluire nel fiume, venne approvato in fretta e furia.

Immaginati quindi la Crossness Pumping Station costruita e messa in funzione rapidamente, per lasciarsi il più velocemente possibile alle spalle la puzza del Tamigi. L’esposizione racconta questi passaggi, ma la tua guida potrà rendere ancora più piacevole la visita con dettagli inediti e curiosi sulle fognature vittoriane.

Esibizione di water nella mostra The Toilet Timeline a Crossness Pumping Station, Londra
Esibizione di water nella mostra The Toilet Timeline a Crossness Pumping Station, Londra

The Toilet Timeline

Ora che hai in mente il piacevole olezzo che doveva avere il Tamigi in epoca vittoriana puoi apprezzare meglio il funzionamento dei moderni servizi igienici. Se ti sei mai chiesta com’erano i water prima di assumere la loro forma convenzionale in ceramica bianca, puoi toglierti questa curiosità aggirandoti per l’esposizione dedicata.

Puoi seguire tutto lo sviluppo del water sul sito dedicato alla mostra online The Toilet Timeline. All’interno dell’area espositiva di Crossness Pumping Station puoi invece vedere diversi water antichi dal vivo. I mei preferiti sono senza dubbio i vasi in ceramica decorata, fortunatamente già dotati di sifone.

I servizi igienici infatti, proprio come le fognature, si sono sviluppati notevolmente nella progettazione e nella tecnologia nel corso degli anni. L’argomento potrebbe suscitare qualche risatina imbarazzata, tuttavia questa mostra racconta una storia affascinante dell’ingegno e dell’innovazione umana, ripresa anche dal Museum of Water & Steam di Londra, un’altro museo legato alle fognature della capitale britannica.

Esibizione di water nella mostra The Toilet Timeline a Crossness Pumping Station, Londra
Esibizione di water nella mostra The Toilet Timeline a Crossness Pumping Station, Londra

La Cattedrale delle Fogne

L’area più affascinante dell’intero complesso di Crossness Pumping Station è quella soprannominata la Cattedrale. Il motivo è presto chiaro appena indossi occhiali protettivi e caschetto per entrare al suo interno. Sculture di frutta e verdura contro la costipazione si arrampicano sulle travi in metallo della struttura, trasformando la stazione di pompaggio delle acque reflue in un luogo mistico.

Restaurata nei colori originali, la Cattedrale delle Fogne restituisce un’immagine non convenzionale dei sistemi di scarico, soprattutto se si riesce a immaginare l’odore diffuso all’epoca del suo funzionamento. Un tripudio di colori, foglie e frutta accoglieva gli operai addetti alla stazione di pompaggio, piccoli ingranaggi nel più grande impianto fognario della Gran Bretagna, opera immensa e innovativa per l’epoca.

Interno non ristrutturato della stazione di pompaggio delle acque reflue Crossness Pumping Station a Londra
Interno non ristrutturato della stazione di pompaggio delle acque reflue Crossness Pumping Station a Londra

I dintorni di Crossness Pumping Station

Curiosamente Crossness Pumping Station all’epoca in cui era in funzione non era affatto un’edificio così isolato e solitario come lo vediamo adesso. Pur essendo stata costruita in un sito era isolato e lontano dalla città, la stazione di pompaggio era un luogo affollato di operai che lavoravano costantemente per mantenere in funzione l’intero sistema.

Gli edifici intorno a Crossness Pumping Station

Siccome il sistema di pompaggio delle acque reflue doveva rimanere in funzione ogni giorno, 24 ore su 24, 7 giorni su 7, gli operai vivevano in una piccola comunità intorno a Crossness Pumping Station. L’odore delle fogne era sicuramente disgustoso, tuttavia la vita alla stazione di pompaggio per la working class non era così male.

Il lavoro degli operai era un lavoro qualificato e ben pagato, mentre l’edificio in fondo ai giardini era la scuola per i figli degli operai. Crossness non era proprio un villaggio operaio come se ne possono vedere in Europa, ma sicuramente una comunità vera e propria legata ai ritmi della stazione di pompaggio delle acque reflue.

Edifici esterni della stazione di pompaggio delle acque reflue Crossness Pumping Station a Londra
Edifici esterni della stazione di pompaggio delle acque reflue Crossness Pumping Station a Londra

Rang Railway

Un altro aspetto legato al funzionamento della Crossness Pumping Station era la fornitura di carbone. Tutte le pompe infatti funzionavano a vapore, grande motore dello sviluppo industriale in Gran Bretagna. In particolare il carbone per far funzionare il sistema di pompaggio arrivava a Crossness via fiume e poi trasportato alla stazione di pompaggio con una linea ferroviaria interna.

Oggi purtroppo della Rang Railway, la linea ferroviaria a scartamento ridotto della stazione di pompaggio, è rimasto ben poco. I volontari però si stanno dando da fare per ristrutturare treno e binari per rimetterli in funzione. Con mio figlio abbiamo visitato il garage in cui stavano facendo le riparazioni e non vediamo l’ora di poter tornare per ammirare l’antica locomotiva di nuovo attiva.

Garage della Rang Railway di Crossness, Londra
Garage della Rang Railway di Crossness, Londra

Perché Crossness Pumping Station è così importante

Prima di Crossness Pumping Station non esistevano fognature moderne e sistemi di pompaggio delle acque di scarico. Nell’interno Regno Unito esisteva solo l’impianto di Liverpool inaugurato poco prima. Sir Joseph Bazalgette, ingegnere capo del Metropolitan Board of Works, per fortuna aveva già un progetto in mente.

La rete di tubature si sarebbe (finalmente) snodata sotto la città, inviando i rifiuti in due enormi fognature ai lati del Tamigi che avrebbero portato i rifiuti lontano da Londra. L’intero sistema fognario era alimentato per gravità. Ovvero i tubi di scarico erano installati in profondità nel sottosuolo per far scaricare i rifiuti naturalmente. L’idea di base era che le acque reflue dovessero venire riportate in superficie, filtrate e rilasciate nel fiume solo fuori città.

Paola Bertoni e figlio all'interno della Crossness Pumping Station, Londra
Con mio figlio prontissimi a esplorare l’interno della Crossness Pumping Station, Londra

Questo compito era svolto quindi dalle stazioni di pompaggio di Crossness a sud e Abbey Mills a nord. Se l’idea di bere acqua di scarico filtrata velocemente e poi ributtata nel fiume ti schifa abbastanza, sappi che è quello che tuttora avviene quasi ovunque. Solo con filtri molto più potenti che rendono l’acqua potabile. Ti rimando all’articolo sul London Museum of Water & Steam per approfondire.

All’inizio i filtri erano molto rudimentali. Pensa che il sistema fognario londinese fu modificato per filtrare i rifiuti solidi solo nel 1888. Restava sempre una porcheria a livello ambientale perché i rifiuti solidi venivano trasportati in mare su delle chiatte, ma perlomeno non si ributtavano nel Tamigi.

Per toglierti dalla mente i rifiuti galleggianti puoi però immaginare lo sfarzo dell’inaugurazione di Crossness Pumping Station nel 1865. Un’elegante festa con la presenza del Principe di Galles Edoardo, poi diventato re con il nome di Edoardo VII, gli arcivescovi di Canterbury e York e il sindaco di Londra. Dopo il discorso di inaugurazione di Sir Joseph Bazalgette, il Principe girò una ruota e i quattro motori di Crossness, rinominati ognuno con il nome di un membro della famiglia reale, entrarono in azione.

Interno della stazione di pompaggio delle acque reflue Crossness Pumping Station a Londra
Interno della stazione di pompaggio delle acque reflue Crossness Pumping Station a Londra

Informazioni utili per visitare Crossness Pumping Station a Londra

Puoi visitare Crossness Pumping Station esclusivamente durante gli open day, gli eventi con visite guidate o gli eventi fotografici. Siccome si trova abbastanza fuori dal centro di Londra, dove si trovano le maggiori attrazioni turistiche, prima di recarti a Crossness ti consiglio di verificare sempre sul sito i giorni e gli orari di apertura.

Come arrivare a Crossness Pumping Station dal centro di Londra

Per la sua posizione Crossness Pumping Station non è facilissima da raggiungere e non è neanche servita benissimo dai mezzi pubblici. Mio figlio e io siamo arrivati in bus, ma dalla fermata più vicina bisogna camminare ancora circa mezz’ora in una strada isolata o attraversare un parco, entrambi non particolarmente puliti e piacevoli per gli standard inglesi.

Sicuramente è molto meglio raggiungere Crossness Pumping Station in auto propria, Uber o taxi. Prima dell’ingresso al vialetto pedonale c’è un parcheggio per i visitatori di Crossness, appena prima del cancello principale di Thames Water, l’attuale sistema di pompaggio delle acque reflue in uso a Londra.

Per arrivare a Crossness senza sbagliare strada devi impostare su Google Maps o sul tuo navigatore satellitare il codice postale SE2 9AQ che porta a Bazalgette Way oppure il codice postale alternativo SE2 9XL (197). Dal parcheggio devi poi percorrere un vialetto pedonale di circa circa 700 metri.

Crossness Pumping Station
Bazalgette Way, Abbey Wood
London SE2 9AQ

Dove dormire a Londra

Londra offre una vasta scelta di sistemazioni, dagli ostelli più economici ai migliori hotel di lusso. Cerca su Booking.com la tua sistemazione ideale.

Nonostante la difficoltà a raggiungere Crossness Pumping Station, visitare la prima stazione di pompaggio londinese è stata per noi una magnifica esperienza. La bellezza della Cattedrale delle Fogne è tale da lasciarti a bocca aperta e vale assolutamente il viaggio. Scrivimi nei commenti se conoscevi anche tu questo museo delle fogne e se pensi di aggiungerlo nella tua prossima visita a Londra.

.

Altri articoli che potrebbero interessarti

2 commenti

giorgia 04/02/2023 - 23:18

Una meta sconosciuta che visiterò sicuramente la prossima volta che andrò a Londra!
Grazie per il tuo consiglio!

Rispondi
Paola 05/02/2023 - 12:04

A noi è piaciuta moltissimo! Ricordati di contattare l’associazione che la gestisce prima di andarci perché non è sempre aperta al pubblico 🙂

Rispondi

Lascia un commento

* Quando lasci un commento autorizzi Pasta Pizza Scones a gestire i tuoi dati secondo quanto previsto dal GDPR