Home Appunti di viaggio La regola del tre per preparare la valigia
Come fare la valigia perfetta seguendo la regola del tre

La regola del tre per preparare la valigia

10 commenti

Per viaggiare con il solo bagaglio a mano o con una valigia leggera, una delle indicazioni fondamentali da seguire è la regola del tre, così chiamata perché prevede di portare solo tre capi per tipo. In questo articolo ti racconto come funziona e come la sfrutto per viaggiare sempre e solo con un trolley piccolo.

Come funziona la regola del tre per preparare i bagagli

Il trucco per non appesantirci in viaggio è partire con massimo tre cose per categoria: per esempio tre magliette o tre pantaloni. Le blogger modaiole a questo punto ti suggerirebbero di scegliere un colore base a cui abbinare colori complementari o sfumature simili, ma io sono una grande fan del minimalismo, dei jeans e delle magliette a righe (talvolta sostituite con fantasie a fiori o tinta unita) quindi in genere qualsiasi capo del mio armadio si abbina con gli altri.

Come fare la valigia perfetta seguendo la regola del tre
Con un look basato principalmente su jeans e magliette a righe è quasi impossibile sbagliare un abbinamento!

Per assicurarci che stia tutto bene abbinato insieme possiamo semplicemente mettere sul letto i capi scelti e vedere se i tre pezzi di sotto, gonne o pantaloni, si abbinano alla perfezione con i capi di sopra, magliette o camicie.

Per alcune categorie basta un solo capo, da utilizzare più volte anche in modo diverso. Penso all’ombrello pieghevole, ai capispalla o anche alla pashmina, indispensabile sempre e ovunque per difendersi da caldo o freddo.

A seconda della destinazione rischiamo di sforare il numero massimo di tre indumenti per categoria, tuttavia l’importante è esserne consapevoli. Per esempio, per una vacanza al mare porto sempre tre t-shirt e una canottiera, insieme a un pantalone lungo e tre pantaloni corti: in totale sono quattro pezzi sopra e quattro sotto. Da questo punto di vista sono leggermente old fashioned e non riuscirei mai a cenare vestita solo con shorts e pezzo sopra del costume.

I vantaggi della regola del tre

Seguendo le indicazioni della regola del tre nella preparazione della valigia, ci garantiamo cambi sufficienti per qualsiasi attività e clima. Se piove e ci bagniamo ci resta infatti ancora un cambio extra mentre facciamo asciugare il primo paio di pantaloni, e allo stesso tempo abbastanza abbigliamento per variare i nostri outfit. O nel mio caso abbastanza magliette a righe da sentirmi sempre perfetta in viaggio.

La regola del tre funziona benissimo anche per i viaggi lunghi di più settimane perché utilizzando le lavanderie presenti in tutti gli hotel e ostelli ci permette di tenere la valigia leggera con spazio libero per i nostri acquisti in viaggio (probabilmente l’ennesima pashmina!).

Come fare la valigia perfetta seguendo la regola del tre
Collane e pashmine donano un tocco di colore ai nostri capi base, permettono di cambiare look senza sforzo e non pesano praticamente nulla in valigia

Trucchi finali per la preparazione della valigia

Per non rischiare di trovarci in mezzo al nulla senza qualcosa di importantissimo il mio primo suggerimento è quello di scrivere una lista delle cose da mettere in valigia e seguirla durante la preparazione. Possiamo scriverla sul cellulare o su un foglio di carta e eliminare tutti gli oggetti man mano che li inseriamo nel nostro bagaglio. In questo modo non rischiamo di dimenticare nulla o caricarci con capi di abbigliamento inutili.

L’ideale è preparare l’elenco per la valigia alcuni giorni prima della partenza, dopo aver controllato il meteo e riflettuto sul tipo di vacanza. Per un viaggio in città infatti è sufficiente un solo costume per la piscina dell’hotel, mentre per una vacanza al mare non è necessario portare scarpe eleganti, sono sufficienti un paio di sandali carini per la cena.

Infine, per i fine settimana fuori porta e per i viaggi brevi di due giorni la regola del tre si trasforma nella regola del due perché non è necessario portare un terzo capo di abbigliamento per tipo.

Se hai trovato utile questo post scrivimi nei commenti ⬇︎ il tuo metodo per preparare la valigia o se anche tu sei una fan della regola del tre.

📌 Salva questo articolo su Pinterest

Altri post che potrebbero interessarti

10 commenti

Roberta 18/07/2020 - 08:06

Io sono un caso disperato. Quando preparo la valigia non scelgo cosa mettere, ma cosa lasciare a casa. Ametto tuttavia che negli ultimi anni sono molto migliorata. Per me porto via poco, in compenso la valigia dei miei bimbi fa fatica a chiudersi per via del “non si sa mai”.

Rispondi
Paola 19/07/2020 - 11:30

Anche io ero cascata nel vortice del “non si sa mai” per la valigia di mio figlio, ma ho dovuto ridurre perché da mamma single dovevo trasportarmi i miei e i suoi bagagli e non avevo la macchina (acquistata solo dopo il lockdown perché i trasporti pubblici erano diventati poco praticabili). In pratica ho fatto di necessità virtù e sono diventata inconsapevolmente una ninja in preparazione valigie 🙂

Rispondi
katia coppola 17/07/2020 - 17:25

Tramite instagram mi è stato proposto un corso a più di 200 euro su questo argomento , ma io ho te Paola!!

Rispondi
Paola 17/07/2020 - 18:08

Yeah! Consigli free per viaggiatrici avventurose 😉

Rispondi
Cristina 17/07/2020 - 13:26

Non conoscevo questa regola ma di solito parto sempre con un trolley anche per i viaggi di più giorni! Cerco di calcolare 1 vestito carino per la sera, 1 pantalone lungo o corto, 1 gonna e 3/4 pezzi sopra abbinabili come i tuoi!

Rispondi
Paola 17/07/2020 - 14:58

Neanche io sapevo fosse una regola conosciuta, ero sempre andata a intuito 🙂 Dopo averlo scoperto però ecco servito il metodo ufficiale in formato blog!

Rispondi
Silvia The Food Traveler 12/07/2020 - 08:54

Anche io uso la stessa regola! Ma del resto anche la mia valigia è molto minimal e indossando anche io jeans e t-shirt (o camicia, se fa più freddo) non devo nemmeno preoccuparmi degli abbinamenti dei colori. L’unico elemento per cui uso la regola 1+1 (uno indossato, l’altro in valigia) sono le scarpe perché in quel caso tre paia occuperebbero troppo spazio.
Buona domenica 🙂

Rispondi
Paola 12/07/2020 - 21:34

Io trovo molto comode le ballerine pieghevoli come paio di scorta, purtroppo è un po’ difficile azzeccare la taglia online quindi ne ho solo un modello estivo. D’inverno a volte porto con me solo stivaletti e ciabatte se sono sicura della loro impermeabilità, altrimenti scarpe da ginnastica 🙂

Rispondi
Carlotta 10/07/2020 - 08:13

Devo assolutamente provare a concepire i miei prossimi bagagli in questo modo per evitare di portare cose in più che regolarmente non utilizzo e che, ovviamente, fanno aumentare il peso più del necessario. Grazie mille per gli spunti!

Rispondi
Paola 12/07/2020 - 08:29

Io con questo metodo mi trovo bene anche con i bagagli del bimbo, una volta siamo riusciti a fare un intero weekend solo con una borsa a mano 🙂

Rispondi

Fammi sapere cosa ne pensi con un commento

Questo sito internet utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Conferma se sei d'accordo o leggi come vengono utilizzati i tuoi dati. Accetto Privacy & Cookies Policy