Home Appunti di viaggio Tutto quello che c’è da sapere sulla seconda classe dei treni Frecciarossa
Recensione treno Frecciarossa ETR 1000 Trenitalia

Tutto quello che c’è da sapere sulla seconda classe dei treni Frecciarossa

0 commento

Quando progettiamo un viaggio su distanze medio-lunghe in Italia, i treni Frecciarossa possono essere un’ottima alternativa all’aereo. In generale me piace molto viaggiare in treno perché non devo pensare a nulla e posso mettermi a leggere o lavorare per tutta la durata del viaggio. I treni hanno pure il vantaggio di partire e arrivare direttamente dal centro città, facendoci risparmiare mezza giornata di spostamenti su un soggiorno di pochi giorni.

Perché viaggiare con il treno Frecciarossa in Italia

I treni Frecciarossa sono al momento i più veloci in Italia e possono raggiungere fino a 300 chilometri all’ora. Questi treni hanno partenze giornaliere e frequenti, con una buona scelta di orari. Con il Frecciarossa e gli altri treni della serie Le Frecce, possiamo quindi pianificare facilmente un viaggio nelle principali città italiane utilizzando solo la rete ferroviaria ad alta velocità. Treni così veloci possono essere davvero una valida alternativa all’aereo!

Informazioni da sapere sul treno Frecciarossa ETR 1000

Il treno Frecciarossa che vedete nelle foto è quello su cui ho viaggiato da Torino a Verona per andare all’evento di anteprima #AComeGusto a Trento (la tratta successiva è stata su un treno Frecciargento). Anche se non specificato sul biglietto, ci sono due diversi tipi di treni Frecciarossa, l’ETR 500 e l’ETR 1000, quest’ultimo più nuovo e più veloce.

Il sistema di classi e il livello di servizi non cambia, in compenso l’ETR 1000 è il treno più ecologico della flotta Trenitalia perché ha ottenuto per primo una certificazione di impatto ambientale relativa al livello massimo di CO2 emessa per passeggero/chilometro. Possiamo vedere il modello di treno su cui viaggiamo dalla scritta sulla fiancata delle carrozze.

Recensione seconda classe standard treno Frecciarossa ETR 1000 Trenitalia
L’interno di una carrozza di seconda classe standard su un treno Frecciarossa ETR 1000 Trenitalia

Quali e quanti sono i livelli di servizio sui treni Frecciarossa

Quando ho acquistato il biglietto online per andare all’evento di anteprima #AComeGusto a Trento, passando per Verona, non ho prestato attenzione alla scelta del livello di servizio sul Frecciarossa perché era un viaggio di poche ore e comunque al mattino presto sarei stata troppo assonnata per godere di qualche servizio extra. Una volta sul treno invece ho scoperto che la seconda classe non è una semplice seconda classe perché i treni Frecciarossa hanno quattro livelli di servizio differenti.

I livelli di servizio che sostituiscono il sistema di prima e seconda classe sono: Executive, Business, Premium e Standard. I livelli superiori offrono ai viaggiatori servizi aggiuntivi come sedili reclinabili, spuntino di benvenuto, pasti, bevande a dispozione, spazi maggiori, elementi divisori tra i sedili, e lounge in stazione.

Recensione seconda classe standard treno Frecciarossa ETR 1000 Trenitalia
Sui treni Frecciarossa il sistema di classi è stato sostituito dai livelli di servizio per cui la seconda classe equivale al livello standard. Nella foto la porta di una carrozza di seconda classe/standard del treno Frecciarossa ETR 1000

La mia recensione della seconda classe standard sul treno Frecciarossa ETR 1000

In questo articolo mi riferisco quasi sempre al treno Frecciarossa modello ETR 1000 da Torino a Verona, escluso per quanto riguarda i servizi comuni anche al modello di treno ETR 500. Anche le fotografie fanno riferimento allo stesso viaggio. Ho preso più volte i treni Frecciarossa in seconda classe standard, ma mi sembrava opportuno associare alla recensione le immagini corrette.

Ho scritto questo articolo pensando a chi viaggia quasi sempre in aereo o in macchina, spiegando nel dettaglio i servizi offerti da un treno ad alta velocità che è un modo comodo ed ecologico per visitare le città italiane. Inoltre, secondo me, i treni Frecciarossa offrono la convenienza di arrivare direttamente in centro città e farci risparmiare ulteriori spostamenti quando viaggiamo per piacere.

Come sono i sedili della seconda classe standard

Quando ho prenotato il mio biglietto ho lasciato la scelta del sedile al sistema e sono finita in una fila di due sedili singoli. Nella seconda classe standard dei Frecciarossa i sedili possono essere a gruppi di quattro a salottino o a gruppi di due, non necessariamente in direzione di marcia. I sedili a salottino sono più ariosi, ma espongono al rischio di trovare più vicini di posto fastidiosi, compresi quelli che allungano le gambe nel nostro spazio vitale, rispetto ai sedili in coppia.

I sedili della seconda classe standard non sono reclinabili, mentre lo spazio per le valigie potrebbe essere limitato alla cappelliera e a quello sotto il sedile perché non tutte le carrozze dispongono di portabagagli vicino alle porte. I sedili comunque sono spaziosi e offrono un buon livello di confort, sicuramente maggiore rispetto a quello offerto da diverse compagnie aeree.

Recensione seconda classe standard treno Frecciarossa ETR 1000 Trenitalia
Un gruppo di sedili a salottino nella seconda classe standard del treno Frecciarossa ETR 1000

Come navigare in internet con il Wi-Fi dei treni Frecciarossa

In teoria su tutti i treni Frecce dovrebbero esserci Wi-Fi gratuito e prese elettriche disponibili per ogni passeggero. In pratica il Wi-Fi non è sempre molto veloce e qualche volta è necessario sfruttare la connessione del nostro cellulare per navigare in internet.

Nel mio viaggio da Torino a Verona sul treno ETR 1000 sono stata molto fortunata perché sono riuscita a lavorare al computer utilizzando la connessione Wi-Fi del treno senza neanche registrarmi. Ho scoperto infatti che era necessario registrarmi al Portale Frecce sono nel viaggio di ritorno. Essendo abituata a viaggiare in treno in Europa, trovo abbastanza macchinoso il processo di registrazione per navigare in internet.

Dove sono le prese elettriche sui treni Frecciarossa

Una certezza offerta dai treni Frecciarossa è la sicurezza di trovare sempre una presa elettrica a disposizione, anche in seconda classe standard. Per me che viaggio sempre con computer, cellulare e macchina fotografica è indispensabile poter ricaricare in treno la mia apparecchiatura elettronica.

Sui treni Frecciarossa ogni passeggero ha una presa elettrica a disposizione situata in mezzo a ogni coppia di sedili. La presa elettrica è italiana di tipo L, incompatibile quindi con le schuko tedesche utilizzate per diversi caricatori di computer. Non sono invece presenti prese USB che sarebbero molto pratiche per ricaricare i telefoni cellulari.

Cosa aspettarci da un viaggio in seconda classe standard sul treno Frecciarossa

I treni Frecciarossa sono generalmente puntuali e raramente arrivano in ritardo. Sono inoltre molto puliti, servizi compresi, mentre il livello di servizio offerto nella seconda classe standard è minimo. In seconda classe non c’è nessun servizio bar, per acquistare cibi o bevande dobbiamo spostarci all centro del treno per andare nella caffetteria.

Ho invece apprezzato particolarmente l’efficienza del sistema di controllo biglietti perché mi hanno controllato il biglietto solo una volta, nonostante il cambio di personale a Milano. Se partiamo da Torino su un qualsiasi treno che passa per Milano è infatti normalissimo che i posti e i passeggeri vengano rimescolati perché si tratta di una stazione con parecchio viavai.

L’intrattenimento a bordo della seconda classe standard dei treni Frecciarossa

Riguardo all’intrattenimento nella seconda classe standard, in ogni carrozza ci sono dei monitor che annunciano le fermate e possiamo trovare sparsi sui sedili copie del giornale cartaceo La Freccia Mag, parecchio noioso a dire il vero.

Sugli aerei mi piacciono molto i magazine in-flight perché raccontano le destinazioni servite in modo originale, mettendo in luce aspetti diversi rispetto alle guide turistiche. Purtroppo questo manca sulla rivista di Trenitalia.

In compenso, il Portale Frecce offre più scelta di intrattenimento con i corsi di inglese di Clive Griffiths e la copia digitale dei maggiori giornali italiani. C’è anche una sezione musica che però avrei evitato volentieri, visto la diffusione di persone non in grado di capire che se loro ascoltano la musica in cuffia senza sentire le altre persone non è detto che le altre persone non sentano loro.

Paola Bertoni viaggia in seconda classe standard sul treno Frecciarossa ETR 1000 Trenitalia
Ecco la mia faccia assonnata mentre prendo il treno alle 7:00 del mattino e anziché dormire scatto foto e scrivo appunti per questa recensione della seconda classe standard sul Frecciarossa ETR 1000

La mia opinione sulla seconda classe standard dei treni Frecciarossa

Ho viaggiato più volte sui treni Frecciarossa in seconda classe standard, trovandomi sempre molto bene. I servizi nella classe più economica sono ridotti al minimo, ma è spesso possibile trovare offerte e pagare i biglietti davvero poco. Alla fine quindi un viaggio in seconda classe standard sui treni Frecciarossa può risultare molto conveniente anche se ci spostiamo per turismo.

Mi piacerebbe però trovare quiet coach per qualsiasi classe anche sui treni italiani, come già avviene in Inghilterra, per evitare di sentire la musica in cuffia del vicino di posto. Per risolvere questo problema per ora possiamo solo portarci dei tappi per le orecchie da usare all’occorrenza.

Il treno Frecciarossa ETR 1000 da Torino a Verona, a cui faccio riferimento in questo post, partiva intorno alle 7:00 am e avrei dormito volentieri, ma le luci sono molto forti e l’aria condizionata invita più a lavorare al computer che a sonnecchiare. Dopo questo viaggio, per i prossimi in orario super mattiniero penso mi porterò sempre una mascherina per gli occhi e una sciarpa di cotone da usare come copertina.

Fatemi sapere nei commenti se anche voi amate viaggiare in treno e se vi riconoscete in questa recensione dei treni Frecciarossa.

Altri post che potrebbero interessarti

Fammi sapere cosa ne pensi con un commento

Questo sito internet usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per adempiere alla noiosa burocrazia europea dovresti confermarmi che sei d'accordo. Accetto Privacy & Cookies Policy