Home DestinazioniEuropaItalia Alla scoperta delle delizie gastronomiche trentine con il press tour #AComeGusto
I salami luganega prodotti dal Salumificio Parisi del Trentino

Alla scoperta delle delizie gastronomiche trentine con il press tour #AComeGusto

2 commenti

A fine agosto ho partecipato all’evento di anteprima di #AComeGusto, un’iniziativa lanciata dall’Associazione Artigiani Trentino per promuovere le aziende artigiane del comparto agroalimentare. Il Trentino è infatti una regione ricca di piatti tipici, realizzati con cura da famiglie che si tramandano le ricette di generazione in generazione, seguendo la filosofia dell’altissima qualità a chilometro zero.

L’evento vero e proprio #AComeGusto si terrà in Trentino nel 2020 coinvolgendo tutte le oltre 300 imprese artigianali associate, come panifici, birrerie e coltivatori di mele. L’anteprima di #AComeGusto è stata invece dedicata alla filiera delle carni del Consorzio Trentino Salumi e ha coinvolto giornalisti e blogger che scrivono di cibo e viaggi.

Guida al press tour per l’anteprima di #AComeGusto

L’evento di anteprima di #AComeGusto era legato alla filiera delle carni trentine e prevedeva quindi un’attenzione particolare riguardo ai salumi tipici, come lo speck, la carne salada e la mortandela. Come luogo per le conferenze stampa e le degustazioni è stato scelto Sarnonico, un piccolo comune di circa ottocento abitanti, a 980 metri di altezza nel cuore della Val di Non.

All’interno del municipio, situato nello storico Palazzo Morenberg e decorato con affreschi del XVIII secolo, noi blogger e giornalisti abbiamo ascoltato direttamente dai rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni come il Trentino punti non solo a produrre ottimi prodotti, ma anche a tutelarli sotto i marchi di consorzi e riconoscimenti IGT. L’attenzione dei produttori infatti è rivolta oggi sia ai consumatori, per offrire loro un prodotto di altissima qualità, sia al benessere animale, promuovendo allevamenti migliorativi rispetto alle indicazioni di legge. L’eccellenza è stato quindi il leit motiv che ci ha accompagnato tra una degustazione e una visita.

Il municipio del Comune di Sarnonico dove si sono svolte le degustazioni dell'evento di anteprima di #AComeGusto
La facciata di Palazzo Morenberg, sede del municipio del Comune di Sarnonico dove si sono svolte le degustazioni dell’evento di anteprima di #AComeGusto

Le degustazioni di #AComeGusto per blogger e giornalisti

Durante il press tour dell’anteprima di #AComeGusto ho davvero apprezzato il calore dell’ospitalità trentina, fatta di piccole attenzioni e prodotti di eccellenza. Tra una conferenza stampa e l’altra siamo stati invitati a gustare un buffet di carni e salumi, accompagnati da pane di farina macinata a pietra, succo di mela, birra e sidro. Il cuore del buffet era composto da speck trentino, speck cotto, salami, carne salada e mortandela.

Queste ultime due, carne salada e mortandela, sono state per me una gustosa scoperta. La carne salada è un prodotto molto moderno nonostante appartenga alla tradizione: ha infatti il 50% di calorie in meno rispetto alla bresaola, è privo di allergeni e ricco di flora batterica benefica! La mordandela è invece un salume delizioso, disponibile sia fresco che stagionato per intensificarne il gusto.

La mortandela affumicata del salumificio Franco Anselmi della Val di Sole
La mortandela affumicata del salumificio Franco Anselmi della Val di Sole che abbiamo assaggiato durante il press tour dell’anteprima di #AComeGusto

Le visite guidate di #AComeGusto per blogger e giornalisti

Dopo la presentazione dell’evento #AComeGusto siamo andati a visitare il mulino e il panificio artigianle Dal Gran Al Pan di Sarnonico e poi ci siamo recati alla distilleria Villa de Varda a Mezzolombrardo per una degustazione di grappe. Dal Gran Al Pan è una piccola azienda famigliare dai forti valori tradizionali, con padre e figlio in campagna a occuparsi della coltivazione e macinazione del grano, mentre madre e figlia si occupano del panificio e producono deliziosi pani di pasta madre dal sapore intenso, alcuni anche profumati con semi di piante aromatiche.

I valori famigliari e l’orgoglio di produrre artigianalmente un prodotto di eccellenza si respira anche a Villa de Varda, storica distilleria trentina. Durante la visita al museo abbiamo visto attrezzi agricoli tradizionali e utensili per vinificare e distillare, mentre la visita guidata agli impianti di produzione ha permesso a noi blogger e giornalisti di scoprire la cura e il tempo dedicati a ogni singolo prodotto. La successiva degustazione ci ha infine insegnato a distinguere un distillato d’eccellenza e a riconoscere le sue qualità.

La cena del press trip alla birreria Forst

Per concludere la giornata non potevano mancare canederli e tortei, quindi dopo aver depositato le nostre borse all’Hotel America, siamo andati al Ristorante Forst Trento dove ci aspettava un delizioso menu degustazione. Anche questo momento di convivialità mi ha fatto innamorare dell’ospitalità trentina, fatta soprattutto da ottime mangiate e bevute in compagnia.

Paola Bertoni al ristorante Forst di Trento
Dopo tutti gli assaggi deliziosi offerti dai produttori durante il press tour #AComeGusto, la giornata si è conclusa con un’ottima cena al ristorante Forst di Trento

Perché non dobbiamo mancare all’evento #AComeGusto

Il press tour per l’evento di anteprima di #AComeGusto mi ha fatto innamorare del Trentino, una provincia da scoprire e assaporare. Il mio ringraziamento va a tutte le persone coinvolte, dai politici agli imprenditori, che hanno trasmesso a noi blogger e giornalisti l’orgoglio di appartenere a un territorio ricco di eccellenze alimentari. Per scoprire gli altri cibi tipici della Provincia Autonoma di Trento non ci resta quindi che partecipare all’evento #AComeGusto del 2020.

Altri post che potrebbero interessarti

2 commenti

Francesca 13/09/2019 - 8:11

Sono stata di recente a Trento e ho mangiato e bevuto benissimo! Salumi eccezionali, accoglienza calorosa e mi sono innamorata del Gewuntztraminer (spero di averlo scritto bene)

Rispondi
Paola 13/09/2019 - 14:36

Uh il gewuntzqualcosa non ce l’hanno fatto assaggiare! Non è che per caso è immigrato da Bolzano? Comunque non importa, noi siamo per mangiare tutto, w le degustazioni!

Rispondi

Fammi sapere cosa ne pensi con un commento

Questo sito internet usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per adempiere alla noiosa burocrazia europea dovresti confermarmi che sei d'accordo. Accetto Privacy & Cookies Policy