Home DestinazioniEuropaFrancia Trenino turistico di Chambery: cosa vedere a bordo del petit train
Britalian baby a bordo del trenino turistico di Chambery

Trenino turistico di Chambery: cosa vedere a bordo del petit train

6 commenti

Il modo più divertente per scoprire Chambery è a bordo del petit train, il trenino turistico che passa davanti ai principali monumenti e attrazioni della città. Un giro sul trenino piace a grandi e piccoli e la voce registrata ti accompagna in una vera e propria visita guidata.

Il petit train di Chambery (anche) con bambini

Volevo scrivere questo articolo principalmente per raccontarti quanto è divertente il giro sul petit train di Chambery con bambini, ma la verità è che sui trenini turistici ci vado sempre anche da sola. A parte che salire sui trenini è super divertente a qualsiasi età, quando mi fermo poco tempo in una città apprezzo anche la possibilità di scoprirne le attrazioni principali in una visita guidata veloce e poco impegnativa.

Con i bambini al seguito invece salire sui trenini fa tornare bambini anche noi. Mio figlio era così felice di salire a bordo che non ha smesso di saltellare un secondo prima e durante il viaggio. Per questo motivo nonostante il trenino turistico di Chambery sia deliziosamente scenografico, non sono riuscita a scattare nessuna foto con una posa vagamente instagrammabile!

Il percorso del trenino di Chambery

Il giro sul petit train di Chambery parte dalla centralissima piazza Saint Léger, cuore del centro storico pedonale, e attraversa sia l’area storica che i quartieri ricostruiti in seguito ai bombardamenti americani della seconda guerra mondiale. Mentre il trenino procede con il suo viaggio, una voce registrata spiega, in francese, ai passeggeri la storia delle vie e degli edifici che si incontrano lungo il tour.

A me è piaciuto in particolare scoprire gli hotel particulier di Chambery come il bellissimo Hotel Monfalcone, dalla facciata davvero mozzafiato, e la storia del quartiere ricostruito dopo i bombardamenti, di cui non ero assolutamente a conoscenza. Il momento più emozionante del tragitto è sicuramente il passaggio davanti alla Fontana degli Elefanti, simbolo della città, ma ogni edificio racconta una storia, a partire dal Castello dei Duchi di Savoia, antico centro politico e amministrativo.

Perché salire sul trenino turistico di Chambery

Se conosci il francese il petit train è un modo alternativo molto carino per scoprire la storia di Chambery. La voce registrata sul trenino è infatti una vera e propria visita guidata lungo il percorso e ti basta affacciarti per scoprire gli hotel particulier e vedere le facciate dei palazzi.

Se non parli francese ti suggerisco di verificare con l’Ufficio del Turismo di Chambery se è possibile fare la visita anche in altre lingue perché le scritte promozionali sul trenino indicano “multilingue”. Onestamente non ho capito se non mi è stata offerta l’opzione di ascoltare la voce registrata in un’altra lingua perché parlavo francese o perché non era disponibile.

Paola Bertoni sul trenino turistico di Chambery
Eccomi a bordo del trenino turistico di Chambery pronta a scoprire palazzi e monumenti della Città dei Duchi

Informazioni sul petit train di Chambery

Ora che ti ho incuriosita ti lascio alcune informazioni utili per organizzare il tuo giro turistico sul petit train. Il punto di partenza per il trenino turistico di Chambery è segnalato da un chioschetto al centro della piazza Saint Léger.

Il trenino è in funzione ogni giorno da maggio a novembre e il percorso dura circa quaranta minuti e puoi comprare i biglietti direttamente sul posto, senza prenotazione.

🚂 Le petit train de Chambery
Place Saint Léger
73000 Chambéry

Scrivimi nei commenti se sei anche tu un’amante dei trenini turistici o se ci sali solo in compagnia di bambini. Io ora ho deciso che recensirò sul blog tutti i prossimi trenini che prenderò!

📌 Salva questo articolo su Pinterest

.

Altri post che potrebbero interessarti

6 commenti

anna 09/10/2020 - 16:45

Ho preso una sola volta un trenino turistico ed è stato a Lugano quando ero li per un viaggio di lavoro. I negozi e molti luoghi chiudevano alle 17.30 quindi non sapendo che fare per passare il tempo l’ho preso. Sono tornata bambina per un pochino 🙂

Rispondi
Paola 11/10/2020 - 08:00

Io invece me l’ero perso il trenino a Lugano, ma in compenso avevo fatto un giro in barca. Anche io visitata nel tempo libero di una trasferta di lavoro tra l’altro 🙂

Rispondi
Miss Polette 13/09/2020 - 18:56

Mi piacciono un sacco i trenini, e anche i bus turistici! Vedi i posti con calma e ti senti ptoptio in vacanza! Immagino tuo figlio

Rispondi
Paola 06/10/2020 - 08:17

Lui voleva direttamente guidare il treno!!!

Rispondi
Carlotta 13/09/2020 - 08:20

Da quando sono mamma, i trenini sembrano essere un appuntamento fisso in viaggio. Io non li amo particolarmente, ma vedere mio figlio attento e felice mi ripaga abbondantemente

Rispondi
Paola 06/10/2020 - 08:14

Io invece ci andavo già prima, mio figlio è solo la scusa per non perdermene nemmeno uno 😉 La guida registrata però varia molto a seconda delle destinazioni e in alcuni casi è davvero interessante

Rispondi

Fammi sapere cosa ne pensi con un commento

Questo sito internet utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Conferma se sei d'accordo o leggi come vengono utilizzati i tuoi dati. Accetto Privacy & Cookies Policy