Home Appunti di viaggio Guida completa al programma CartaFreccia di Trenitalia

Guida completa al programma CartaFreccia di Trenitalia

0 commento

Fino a poco tempo fa pensavo che il programma CartaFreccia di Trenitalia fosse solo per chi viaggiava abitualmente sui treni Freccia, e invece permette di accumulare punti su qualsiasi treno, regionali compresi. Mi sono quindi iscritta – abbastanza tardi a dire il vero – e ho iniziato a raccogliere punti a ogni viaggio. In questo articolo vi spiego come funziona il programma CartaFreccia di Trenitalia e perché dovete affrettarvi a iscrivervi (questa raccolta punti scade a fine 2020).

Come funziona il programma CartaFreccia

Se viaggiamo tanto in treno la raccolta punti CartaFreccia può regalarci vantaggi interessanti, come upgrade gratuiti, accesso alle lounge e biglietti premio. Ogni euro speso sui treni Freccia e due euro spesi per treni regionali danno diritto a un punto, e la registrazione al programma CartaFreccia è gratuita.

Come iscriverci al programma CartaFreccia

Per iniziare a raccogliere punti dobbiamo ovviamente prima iscriverci al programma, compilando il modulo di iscrizione CartaFreccia. Per partecipare al programma, Trenitalia ci richiede i soliti dati anagrafici, indirizzo e-mail e domicilio, recapiti telefonici, la scelta di user e password, l’autorizzazione al trattamento dati personali, e alcune informazioni facoltative come la frequenza con cui viaggiamo e il numero di componenti della nostra famiglia.

Una volta inviato il modulo completato saremo registrate e potremo iniziare a raccogliere punti sulla nostra CartaFreccia.

Possiamo raccogliere punti CartaFreccia anche sui treni regionali. Qui sto appunto contribuendo alla raccolta sulla tratta Torino-Genova

Gli status CartaFreccia e le loro caratteristiche

Il livello (status) della carta base ci offre l’accesso alle offerte per i titolari CartaFreccia e un upgrade gratuito per un viaggio su un treno Freccia. In pratica possiamo trasformare il nostro biglietto standard in un biglietto business, un biglietto business in un biglietto executive, o un biglietto di seconda classe in uno di prima classe.

Vi preciso che vale solo sui treni Freccia, e solo per un viaggio senza cambi in un’unica tratta, perché mi sarebbe piaciuto utilizzare il mio upgrade nel mio viaggio in treno a Napoli sull’Intercity Notte, ma non è stato possibile.

Nelle stazioni di Milano Rogoredo, Brescia, Reggio Emilia AV, Napoli Afragola, Salerno e Bari sono presenti le sale d’attesa dedicate ai titolari di CartaFreccia, le SalaFreccia in cui possiamo acquistare biglietti, modificare prenotazioni o ricevere informazioni sui treni. A disposizione dei viaggiatori ci sono le riviste di bordo del gruppo FS, La Freccia e Note, e un distributore d’acqua gratuito, mentre bevande e spuntini nelle SalaFreccia sono a pagamento.

Accumulando punti il nostro livello sale e così il nostro status CartaFreccia che può avanzare a CartaFreccia Argento, CartaFreccia Oro o CartaFreccia Platino. I servizi aumentano in modo analogo a come avviene per le carte di credito, quindi con più vantaggi esclusivi, compreso l’accesso alle lounge migliori, quanto più ci avviciniamo al livello Platino.

CartaFreccia Argento

Una volta raggiunti 1.000 punti passiamo allo status CartaFreccia Argento, grazie al quale guadagniamo il 10% di punti in più sui nostri viaggi, possiamo ricevere un ulteriore trasferimento di punti rispetto al livello precedente, e abbiamo diritto a un nuovo upgrade gratuito, rispetto allo CartaFreccia base.

Con la CartaFreccia Argento possiamo inoltre accedere alle lounge FrecciaClub nelle stazioni di Roma Termini, Roma Tiburtina, Torino Porta Nuova, Torino Porta Susa, Padova, Venezia Mestre, Venezia Santa Lucia e Verona Porta Nuova, e alle SalaFreccia. Nelle stazioni di Milano Centrale e Roma Termini possiamo anche utilizzare il servizio di Fast Track per saltare la coda e accedere più velocemente al treno, analogamente ai servizi di fast track degli aeroporti.

  • +10% punti viaggio
  • 4 trasferimenti di punti
  • 2 upgrade gratuiti
  • Accesso alle lounge FrecciaClub e SalaFreccia
  • Fast Track

CartaFrecciaOro

Con 3.000 punti raggiungiamo il livello CartaFreccia Oro, con il quale possiamo guadagnare il 25% di punti in più a ogni viaggio, i trasferimenti di punti possibili sono cinque, e si aggiunge un altro upgrade gratuito rispetto ai due previsti dallo status CartaFreccia Argento.

Anche con CartaFreccia Oro possiamo accedere al servizio Fast Track, e alle lounge FrecciaClub e SalaFreccia si aggiunge l’accesso alle FrecciaLounge per noi e un accompagnatore. Rispetto alla caffetteria e spuntini delle lounge FrecciaClub, le FrecciaLounge dovrebbero offrire maggiore scelta di bevande, centrifugati, piccola pasticceria e stuzzichini salati.

Infine, se siamo titolari di Carta Freccia Oro possiamo cambiare la nostra prenotazione direttamente sul treno, senza pagare la penale.

  • +25% punti viaggio
  • 5 trasferimenti di punti
  • 3 upgrade gratuiti
  • Accesso alle lounge FrecciaLounge, FrecciaClub e SalaFreccia con 1 accompagnatore
  • Fast Track
  • Cambio prenotazione a bordo senza penali

CartaFreccia Platino

Il livello più alto del programma CartaFreccia è il Platino che si raggiunge con 7.500 punti, e regala subito un biglietto omaggio per qualsiasi classe e tratta sulle Frecce. Inoltre gli ulteriori biglietti premio non sono soggetti a limitazioni per cui possiamo richiedere un biglietto per un viaggio in qualsiasi giorno dell’anno.

I vantaggi che si aggiungono a quelli dei livelli precedenti sono pensati per offrire maggiore flessibilità. Se siamo titolari di una CartaFreccia Platino tutti i biglietti flessibili diventano in automatico SuperFlex, ovvero ci permettono di prendere un treno a un orario diverso rispetto a quello indicato sul biglietto senza nessuna penale. Possiamo anche acquistare biglietti direttamente sul treno senza pagare sovrattasse.

Con un biglietto Business e la CartaFreccia Platino possiamo accedere alla Working Area sui treni Frecciarossa e poter vessare i nostri collaboratori con riunioni pure durante il viaggio (!). La Working Area è infatti un salottino con cinque o sei posti, prese elettriche e un monitor 32” collegabile al computer, pensato per i gruppi di lavoro.

Oltre al Fast Track, l’accesso alle lounge FrecciaLounge, FrecciaClub e SalaFreccia viene esteso a due accompagnatori, gli upgrade gratuiti diventano quattro, e si aggiunge un trasferimento punti in più rispetto allo status CartaFreccia Oro. Vengono inoltre conteggiati il 50% di punti in più per ogni viaggio e possiamo chiamare gratuitamente il Servizio Clienti dedicato.

Infine, una novità interessante per i titolari di CartaFreccia Platino è la possibilità di utilizzare gratuitamente il servizio di accompagnamento per bambini e ragazzi minorenni dai sette anni in su. In pratica, possiamo far viaggiare i nostri bambini in compagnia del personale dedicato della società di ristorazione (ma non è specificato se il cibo è compreso ) e secondo me potrebbe essere un servizio molto utile quando arriva il periodo delle vacanze per mandarli al mare dai nonni.

  • +50% punti viaggio
  • 6 trasferimenti di punti
  • 4 upgrade gratuiti
  • 1 biglietto omaggio
  • Accesso alle lounge FrecciaLounge, FrecciaClub e SalaFreccia con 2 accompagnatori
  • Fast Track
  • Cambio prenotazione a bordo senza penali
  • Tutti i biglietti flessibili diventano Super Flex
  • Acquisto biglietti sul treno senza penali
  • Accesso alle Working Area sui treni Frecciarossa con biglietto Business
  • Servizio Clienti dedicato
  • Nessuna limitazione sui biglietti premio
  • Servizio di accompagnamento gratuito

Come raccogliere i punti CartaFreccia

Se viaggiamo spesso in treno possiamo raccogliere i punti CartaFreccia semplicemente acquistando i biglietti da Omio e altre agenzie viaggio convenzionate con Trenitalia, in biglietteria, nelle lounge FrecciaLounge, FrecciaClub, SalaFreccia, dal sito o dall’app Trenitalia, dopo aver fornito il nostro numero CartaFreccia. Possiamo inoltre accumulare punti anche con altre aziende come Booking.

Purtroppo c’è la limitazione che la carta è personale, quindi non possiamo acquistare biglietti del treno per amici o parenti a nostro nome per accumulare punti. In compenso sono previsti bonus di punti, come un punto verde ogni dieci chilometri percorsi su Frecce e Intercity per premiarci per aver risparmiato CO2.

Se viaggiamo sui treni Regionali accumuliamo fino alla fine del 2020 un punto ogni due euro spesi, mentre guadagniamo un punto per ogni euro speso per i biglietti dei treni Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca, Freccialink, Intercity, Intercity Notte, Euronight e Eurocity. Per quanto riguarda i treni Euronight e Eurocity accumuliamo punti solo per i viaggi in Italia.

Con CartaFreccia raccogliamo punti semplicemente viaggiando (ovvero la mia attività preferita!). Eccomi versione viaggiatrice chic su un treno FrecciaRossa Torino-Milano

Visualizzare il saldo punti

Nel programma CartaFreccia il Saldo Punti Disponibile è diverso dal Saldo Punti Contabile. Il Saldo Punti Disponibile è infatti la somma dei punti disponibili per la richiesta di premi e comprende i punti accumulati in tutti i viaggi già effettuati. Il Saldo Punti Contabile potrebbe infatti essere più alto perché conteggia tutti i viaggi acquistati, compresi quelli non ancora effettuati.

Me ne sono accorta perché ero convinta di aver quasi raggiunto lo status FrecciaArgento pur essendomi iscritta al programma tardissimo, ma molti non comparivano perché erano relativi ai biglietti dei prossimi viaggi. Quindi purtroppo dovrò ancora aspettare più del previsto per godermi la lounge con caffetteria, centrifugati e stuzzichini.

Trasferire punti

Anche se la CartaFreccia è nominativa è possibile trasferire punti a blocchi di 500, con un numero di trasferimenti possibili da tre a sei in base al nostro status CartaFreccia. Purtroppo non possiamo trasferire gruppi di punti più piccoli di 500 quindi non so quanto senso abbia far registrare genitori, fratelli, cugini & parenti vari allo scopo di farci regalare i loro punti se non viaggiano molto in treno.

Recuperare punti

Se ci siamo dimenticati di fornire il numero della nostra CartaFreccia quando abbiamo prenotato un treno Freccia, Intercity o Intercity notte (i treni con prenotazione obbligatoria con nome e cognome), possiamo recuperare i punti entro trenta giorni dall’acquisto del biglietto.

Quali sono i premi del programma CartaFreccia

Ora che sappiamo come funziona il programma CartaFreccia, passiamo alla parte più interessante, ovvero quali sono i premi di questa raccolta punti. Vi confesso che ho sempre amato le raccolte punti anche se negli anni i premi sono diventati sempre più striminziti o difficili da raggiungere. Per fortuna i premi del programma CartaFreccia non sono così irraggiungibili, e partono da soli 500 punti.

Upgrade

Con 500 punti possiamo richiedere l’upgrade di classe su una singola tratta dalla seconda classe verso la prima classe dei treni FrecciaArgento e FrecciaBianca, oppure l’upgrade dal livello Standard verso il livello Business sul treno FrecciaRossa. Con 1000 punti possiamo invece richiedere un upgrade dal livello Business verso il livello Executive sul treno FrecciaRossa.

Biglietti premio

I biglietti premio partono da 1.200 punti e sono disponibili per i treni Freccia nelle tre categorie Small, Medium e Large in base ai chilometri di percorrenza. Per esempio, il percorso Firenze–Bologna viene considerato Small e ‘costa’ da 1.200 punti, Milano-Roma è un Medium a partire da 1.700 punti, mentre Torino-Napoli è un Large che parte da 2.100 punti.

I biglietti premio non sono disponibili per alcuni fine settimana e giorni festivi, salvo quelli richiesti dai titolari di CartaFreccia Platino perché a questo livello vengono eliminate tutte le limitazioni. Il biglietto premio comunque vale per una singola tratta su un solo treno, se è previsto un cambio dobbiamo conteggiare due biglietti separati.

Carnet da dieci viaggi

Se viaggiamo sempre sulla stessa tratta servita dai treni Freccia, per esempio Torino-Milano, possiamo richiedere come premio un carnet da dieci viaggi a partire da 8.000 punti. I viaggi contenuti nel carnet vanno prenotati entro cinque mesi e utilizzati entro sei mesi dal titolare della carta sempre sulla stessa tratta.

Le altre offerte CartaFreccia

Oltre a partecipare alla raccolta punti e usufrurire di almeno un upgrade gratuito, come iscritti al programma CartaFreccia abbiamo anche diritto ad alcuni sconti sui biglietti per mostre e spettacoli. Al momento in cui scrivo questo post possiamo visitare a prezzo scontato esposizioni come Impressioni d’Oriente e Elliott Erwitt al MUDEC di Milano, richiedere il pass turistico per la città di Brescia e avere uno sconto anche sui tour in bus di City Sightseeing. Inoltre Trenitalia ha previsto anche alcune offerte dedicate ai titolari di CartaFreccia.

CartaFreccia Special

Se viaggiamo per turismo e non abbiamo particolari esigenze di orario, possiamo usufruire della tariffa CartaFreccia Special. Con questa offerta possiamo acquistare i biglietti scontati dal 30% al 50% rispetto al prezzo base dei treni Freccia che circolano tra le ore 11:00 e le 14:00 di martedì, mercoledì e giovedì.

I carnet di viaggio

Chi viaggia spesso sulla stessa tratta con i treni Freccia o Intercity, ed è iscritto al programma CartaFreccia, può acquistare un carnet scontato da cinque o dieci viaggi da utilizzare nei cinque mesi successivi, con uno sconto dal 10% al 30% rispetto al prezzo dei singoli biglietti.

Offerta Young

Le mie lettrici più giovani invece saranno felici di sapere che gli iscritti CartaFreccia con meno di trent’anni hanno diritto a sconti tra il 30% e il 50% sul prezzo base su tutti i treni. I posti sono limitati per cui se volete usufruire di questo sconto vi conviene prenotare molto in anticipo.

Offerta Senior

Le lettrici meno giovani, con più di sessant’anni (dalle statistiche di Analytics qualche viaggiatrice c’è!) potranno invece richiedere gli sconti previsti dall’Offerta Senior che funzionano allo stesso modo dell’Offerta Young.

La mia opinione sul programma CartaFreccia

In base alla mia esperienza conviene iscriverci al programma CartaFreccia soprattutto per poter accedere alle offerte dedicate e all’upgrade gratuito, non solo per la raccolta punti. CartaFreccia Special per esempio è una promozione che vale solo se siamo iscritte al programma.

Inoltre in un anno è abbastanza facile raggiungere la soglia minima di 500 punti per richiedere un premio, anche se non viaggiamo spesso. Io l’ho raggiunta in pochi mesi, con molti treni regionali e qualche viaggio andata e ritorno sulle Frecce, tra cui i viaggi citati nelle mie recensioni sulla seconda classe Frecciargento e sulla classe standard Frecciarossa.

Vi suggerisco quindi di iscrivervi il prima possibile al programma CartaFreccia, considerando che per questa edizione possiamo raccogliere punti fino a dicembre 2020. Se invece siete già iscritte, raccontatemi nei commenti le vostre impressioni e se siete già riuscite a riscattare qualche premio.

Salva questo articolo su Pinterest

Altri post che potrebbero interessarti

Fammi sapere cosa ne pensi con un commento

Questo sito internet utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per adempiere alla noiosa burocrazia europea dovresti confermarmi che sei d'accordo. Accetto Privacy & Cookies Policy