Home Appunti di viaggio Perché indossare calze a compressione graduata in volo e come farlo da star
Calze a compressione graduata Funqwear

Perché indossare calze a compressione graduata in volo e come farlo da star

6 commenti

La prima influencer in Italia che ha parlato di calze a compressione graduata per un uso non medico è stata Veronica Benini, alias Spora, nel libro Tacco 12 e sul suo vecchio blog, elencandone i benefici per frequent flyer e vittime di scarpe con il tacco. Grazie a lei ne avevo fatto uso per i voli a lungo raggio e per riprendermi da serate impegnative, facendo tanto felici le mie gambe che tendono a formicolare più che a gonfiare.

In gravidanza invece mi è stato detto tassativamente di usare le calze a compressione graduata anche durante i voli a breve raggio e vi assicuro che i modelli di calze a compressione graduata da nonna con problemi circolatori sono davvero poco pratici a luglio e agosto. Per fortuna abbiamo internet con le sue millemila risorse in lingua inglese che mi hanno fatto scoprire il compromesso perfetto per coniugare moda e salute con le calze a compressione graduata prodotte da Funq Wear ed è stato amore a prima vista.

Calze a compressione graduata FunqWear

Ecco come indosso le calze a compressione graduata FunqWear (e notate il dettaglio fashion del copripiumino di Asda con i gatti-cactus in colori simili!)

Benefici delle calze a compressione graduata in gravidanza

Dopo averle provate per il viaggio, le calze a compressione graduata di Funq Wear sono diventate le mie migliori amiche anche negli ultimi mesi di gravidanza. Con la panza infatti aumenta la quantità di liquido nel corpo e di conseguenza possiamo avere ritenzione idrica nelle gambe, nei piedi, nelle caviglie e nelle mani. Tradotto in pratica: gambe gonfie e fastidioso formicolio.

Più la panza diventa pesante, più aumentiamo la probabilità di gonfiarci e per aggiungere disagio al fatto che noi donne incinte ci sentiamo già delle mongolfiere, i nostri piedi si gonfiano ancora di più d’estate per via del caldo. La svolta è stato scoprire che mettere le calze a compressione graduata già dal mattino riduce davvero tanto dolore e gonfiore, così come stare con i piedi a mollo in acqua fredda. Penso che il mio entusiasmo sia chiaro, ma vi ho preparato anche una spiegazione abbastanza scientifica for dummies su come funziona il flusso sanguigno e cosa fanno queste calze.

A cosa servono e come funzionano le calze a compressione graduata

Le calze a compressione graduata aiutano a pompare il flusso di sangue dai piedi al cuore e ci aiutano a evitare gonfiori, formicolii e coaguli di sangue causati dalla trombosi venosa profonda, detta anche TVP. Ovviamente no panico, in questo post parliamo di prevenzione e la possibilità di incorrere in una trombosi venosa durante un volo aereo è davvero remota! Se siete a rischio di TVP per qualche motivo seguite i consigli del vostro medico, non quelli che trovate su internet. Per noi che voliamo tanto però è importante sapere che la trombosi venosa profonda può venire agevolata dalla disidratazione e dall’immobilità forzata come avviene nei voli a lungo raggio.

Quando stiamo sedute senza mai alzarci per diverse ore infatti il sangue si accumula nelle nostre gambe per via della gravità e della mancanza di movimento, facendole spesso gonfiare. Le calze a compressione graduata combattono questo problema con una pressione decrescente dal basso verso l’alto, più forte sul piede e sulla caviglia e meno sul polpaccio – la compressione graduata, appunto – per facilitare la risalita del sangue e migliorare la nostra circolazione.

Attivando la circolazione sanguigna con le calze a compressione graduata dovremmo quindi sentire le gambe più leggere e subito più sgonfie. Proprio perché evitano anche il formicolio alle gambe oltre al gonfiore, sono stati creati anche modelli di calze a compressione graduata per gli sportivi da utilizzare durante le escursioni, e un sacco di modelli carini per chi viaggia spesso o lavora in piedi tutto il giorno.

Funqwear e la moda delle calze a compressione graduata

Da quando il medico mi ha dato l’approvazione a continuare con le mie abitudini da frequent flyer in gravidanza solo con le calze a compressione graduata, mi è bastato un giro su internet per abbandonare del tutto l’idea che questo tipo di abbigliamento fosse solo per anziani o per chi era stato appena operato di vene varicose. La top model Karlie Kloss per esempio fa largo uso di leggings a compressione graduata per lo sport e ha dichiarato di non imbarcarsi mai su un volo senza questo tipo di abbigliamento. Inoltre ho letto un paio di articoli sulle calze a compressione graduata anche sulle riviste delle compagnie aeree e persino la guida allo shopping del New York Magazine, The Strategist, ne ha approvato più volte l’utilizzo!

Per volare tra Italia e Inghilterra mi sono sentita molto cool a esibire in aeroporto le mie coloratissime Funq Wear, soprattutto perché nel Regno Unito stanno spopolando le calze fantasia. Karlie Kloss e giornalisti di moda, avete visto i miei calzini?

Calze a compressione graduata FunqWear

Calze a compressione graduata FunqWear, credits FunqWear

Come è nata Funq Wear e cosa mi piace di questa azienda

La storia di Funq Wear merita di essere conosciuta perché si tratta di un’azienda giovanissima nata solo nel 2006 da un’idea che la sua fondatrice Maud Häggblad aveva avuto alla School of Textiles di Borås. La produzione di queste bellissime calze a compressione graduata è iniziata nel garage di casa sua in Svezia e piano piano Maud è riuscita a far crescere la sua attività creando un’impresa etica che aiuta anche le persone vulnerabili a entrare nel mondo del lavoro. Ora Funq Wear esporta anche negli Stati Uniti e in tutta Europa, ma è rimasta una realtà locale svedese e alle e-mail di contatto risponde la stessa Maud!

Le calze di Funq Wear passano da sobrie tinte unite fino a coloratissimi pois, esuberanti pied de poule e divertenti fantasie zebrate, rendendoci davvero difficile la scelta. In più dopo averle provate posso dirvi con certezza che sono davvero comode e ora sono diventate le mie fedeli compagne di gravidanza e per per ogni viaggio lungo più di mezz’ora, che sia treno, auto o aereo.

Su Instagram potete seguire questa azienda e rimanere incantate anche voi dai nuovi modelli di cui vi riporto alcuni esempi.

Fatemi sapere nei commenti cosa pensate delle calze a compressione graduata da usare in viaggio, per me tutti questi modelli carini ed efficaci sono manna dal cielo per noi viaggiatrici seriali!

Non dimentichiamoci però di affrontare ogni volo dando priorità all’idratazione e cercando di muoverci il più possibile. Per evitare brufolazzi o punti neri invece restano sempre validi i dieci trucchi da frequent flyer per far sopravvivere la nostra pelle a un viaggio aereo!

Calze a compressione graduata fornite da Funq Wear

6 commenti

Elizabeth Sunday 21/08/2018 - 9:46

Poiché viaggio molto, avevo pensato di comprarmi queste calze, ma per pigrizia non ho mai approfondito e (da ignorante) pensavo fossero di filanca color carne tipo nonna 😀 invece vedo che ne esistono di simpatiche! Pensavo fossero calze lunghe come quelle delle assistenti di volo, non che bastasse averle fino al ginocchio. Grazie per l’utile post!

Rispondi
Paola 21/08/2018 - 19:35

Per i viaggi intercontinentali puoi anche prendere quelle lunghe e lì purtroppo la scelta ricade sul tipo hostess o nonna, ma se non hai grossi problemi di circolazione (=gambe gonfie quando atterri o formicolio durante il volo) e per i viaggi brevi queste vanno benissimo. Riguardo alla marca io ho provato solo le FunqWear e le ho usate tanto e lavate più volte in lavatrice prima di scrivere il post e sono ancora come nuove!!!

Rispondi
raffigarofalo 16/08/2018 - 6:41

Non viaggio più molto in aereo ultimamente, ma sto molto di più alla scrivania e questo significa che forse queste calze farebbero bene anche a me o sbaglio? Le fantasie che hai mostrato nelle foto mi piacciono molto.

Rispondi
Paola 16/08/2018 - 11:27

Le calze a compressione graduata sono consigliate a chiunque abbia problemi di circolazione: formicolio o gonfiore in primis. Ci sono poi alcune condizioni mediche (ma lì te lo dice proprio il dottore!) e altre temporanee come caldo intenso o gravidanza che possono creare fastidio alle gambe e migliorano tanto con l’utilizzo di queste calze. Per me è stata davvero una rivelazione scoprire questi modelli anche perché le calze sotto il ginocchio sono decisamente più pratiche da mettere e togliere da quelle classiche medicali.

Rispondi
Sandra 14/08/2018 - 8:17

Due parole: le voglio!
Per questo volo ormai non sono più in tempo, ma per i prossimi… consegnano in Italia vero?

Rispondi
Paola 14/08/2018 - 11:02

Sapevo che ti avrebbero fatto impazzire! Consegnano ovunque in Europa e sono velocissimi 🙂

Rispondi

Fammi sapere cosa ne pensi con un commento

Questo sito internet usa i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per adempiere alla noiosa burocrazia europea dovresti confermarmi che sei d'accordo. Accetto Privacy & Cookies Policy