Home DestinazioniEuropaRegno Unito Alla scoperta di una Londra insolita e segreta tra Chelsea e Trafalgar Square
Trafalgar Square a Londra

Alla scoperta di una Londra insolita e segreta tra Chelsea e Trafalgar Square

25 commenti

Quando viviamo in un posto o lo visitiamo frequentemente ci sfuggono spesso dettagli importanti che affascinano i turisti di passaggio. Me ne sono accorta anni fa quando tutti i miei amici stranieri rimanevano a bocca aperta a Torino davanti ai Giardini Sambuy, di fronte alla stazione ferroviaria di Porta Nuova, gli stessi giardini che per noi locali erano semplicemente un ritrovo di tossici e sfaccendati. La stessa apatia torinese mi stava però venendo anche con Londra, dopo un viaggio dietro l’altro e le fermate della metro sempre più chiare in testa.

Durante il mio viaggetto londinese con la pancia ho quindi deciso di dedicarmi alla (ri)scoperta di questa metropoli per provare a vederla con occhi nuovi affidandomi alla guida Londra insolita e segreta dell’editore JonGlez. Le guide della serie insolita e segreta sono scritte dagli abitanti e pensate proprio per incuriosire i viaggiatori e chi ci abita senza conoscere i luoghi bizzarri della propria città. Molte mete segnalate in queste guide infatti non si trovano nelle guide tradizionali per cui sono perfette per chi ha bisogno di fare nuove scoperte. In questa collana in italiano si trovano già parecchie città italiane come Milano, Roma, Napoli e Firenze, così come altre città straniere super turistiche quali Amsterdam e Parigi, ma vengono continuamente aggiunti nuovi curiosissimi titoli.

Com’è organizzata una guida insolita e segreta e come organizzare il nostro viaggio alla scoperta dei luoghi più bizzarri di una città

Le guide JonGlez della serie insolita e segreta sono organizzate per quartieri rendendoci così molto comodo andare a caccia di luoghi curiosi partendo dal nostro albergo o dall’itinerario già stabilito con una guida tradizionale. La mia guida di Londra per esempio è divisa in aree non troppo ampie e prima di ogni capitolo è presente una cartina con un sommario delle attrazioni segnalate. Ad ogni luogo è poi dedicata un’intera pagina con un’accurata descrizione ricca di curiosità.

Mentre pianificavo il mio viaggio a Londra ho iniziato a riempire la guida di post-it per segnalare i luoghi di mio interesse così come vedete chiaramente nella foto pubblicata su Instagram dove tutto il libro è invaso dagli adesivini gialli. Poi una volta in loco ho iniziato ad andare a caccia di questi luoghi bizzarri organizzandomi tra bus e metro.

Anche se la metro è comodissima e decisamente più veloce, non perdetevi un giro sul double decker, l’iconico bus rosso londinese a due piani perché è un’esperienza unica, soprattutto se scegliete una linea che attraversa il centro della città. Per motivi di tempo non sono riuscita a vedere tutto quello che avevo pianificato, ma visto che Londra è proprio in mezzo all’itinerario tra la mia casa italiana e dove vive il British boyfriend sono sicura ci saranno altre occasioni per completare i post-it sulla guida. Nel frattempo vi racconto due scoperte eccezionali da non perdere: il Royal Hospital nel quartiere di Chelsea dove possiamo incontrare simpatici veterani in alta uniforme e il commissariato di polizia più piccolo del Regno Unito a Trafalgar Square.

La stazione polizia più piccola dell’Inghilterra a Trafalgar Square

Trafalgar Square è una piazza immensa e notiamo subito la splendida fontana, la facciata neoclassica della National Gallery, la colonna e gli imponenti leoni di Nelson. Scommetto che siamo passate tutte diverse volte da questa piazza senza neanche immaginare che ci fosse una stazione di polizia e invece sotto un lampione è presente una garitta di cemento installata da Scotland Yard nel 1926 per tenere d’occhio i manifestanti. Per fare la foto ho fatto spostare degli altri turisti per nulla impressionati dalla mia cultura poliziesca e se ci fosse stato un bobby nei dintorni credo avrei importunato anche lui per fare la foto con un vero poliziotto.

Il Royal Hospital di Chelsea dove vivono i pensionati veterani

Spostandoci completamente di area, nel cuore del lussuosissimo quartiere di Chelsea, possiamo respirare ricchezza e magnificenza, ammirando i palazzi lussuosi con i loro portieri in divisa e le auto costose parcheggiate lungo la strada. Nello stesso quartiere però c’è anche un edificio barocco di mattoni rossi, con un enorme prato inglese che si affaccia sul Tamigi, dove invece dei ricchi residenti vivono i pensionati dell’esercito senza famigliari a carico.

Il Royal Hospital è una splendida casa di fondata nel lontano 1682 dal re Carlo II ed è riccamente decorata al suo interno. Qui i veterani dell’esercito, alcuni dei quali hanno combattuto in Corea, alle isole Falkland, a Cipro, in Irlanda del Nord e i più vecchi anche nella seconda guerra mondiale, possono ritirarsi a passare le loro giornate giocando a bocce o a cricket, bevendo tè, leggendo nella biblioteca o facendo da guida ai turisti curiosi.

I gruppi di visitatori possono infatti prenotare un pensionato in divisa per una visita guidata attraverso le incredibili sale comuni, il chiostro, la cappella e il giardino. I pensionati sono incoraggiati a vestirsi in uniforme e ne hanno a disposizione ben due: una blu per i pasti e una rossa da indossare quando rappresentano l’istituzione del Royal Hospital. Io sono andata da sola quindi non ho potuto usufruire della visita guidata, ma gli anziani veterani che ho incontrato sono tutti felicissimi di fare una chiacchierata con i turisti e dare informazioni.

Queste sono solo due delle destinazioni londinesi insolite e segrete che ho trovato sulla guida, ci sono anche dinosauri al parco, tunnel sconosciuti, prigioni e musei curiosi, solo per citarne alcuni. Fatemi sapere nei commenti se conoscevate già queste guide dell’editore JonGlez e se vi siete divertiti a scoprire con me due istituzioni londinesi fuori dalle solite rotte. E non dimenticate di acquistare la vostra guida insolita e segreta prima di partire!

Guida Londra insolita e segreta fornita da Edizioni JonGlez

Altri post che potrebbero interessarti

25 commenti

Virginia 03/01/2019 - 23:38

La micro-stazione di polizia a me ha fatto pensare al Giappone! La guida sembra interessante, proverò a cercarla prima della mia partenza per Londra; se non la troverò, potrò comunque affidarmi ai tuoi suggerimenti.

Rispondi
Paola 05/01/2019 - 0:22

Secondo me le guide di questa serie sono super interessanti se già conosci la città e vuoi visitare/scoprire qualcosa di meno turistico 😉

Rispondi
hellomoveforward 13/07/2018 - 10:32

Non conoscevo queste due guide, quando viaggio cerco sempre di scovare dei luoghi insoliti e meno turistici, quindi ti ringrazio per questi due suggerimenti poco noti!

Rispondi
Paola 13/07/2018 - 10:50

Stanno ampliando la collana, presto ci saranno nuove città in versione insolita e segreta!

Rispondi
Federica 30/06/2018 - 10:56

Ma che belle queste guide! Sono proprio curiosa di vedere quella su Milano per scoprire qualche posticino insolito anche per me che ci sono nata.

Rispondi
Paola 30/06/2018 - 12:48

Io di Milano avrei invece bisogno di una guida strutturata perché l’ho sempre vista a pezzettini mentre ero di passaggio!

Rispondi
Federica 29/06/2018 - 16:01

Personalmente, preferisco sempre cercare luoghi insoliti quando viaggio 🙂
Londra per ora l’ho visitata di sfuggita anni fa, ma mi piacerebbe molto rivederla e di sicuro mi segno i posticini che hai scovato nel tuo ultimo viaggio! 🙂

Rispondi
Paola 30/06/2018 - 12:48

Sulla guida ci sono ancora tante altre mete insolite, credo mi ci vorranno tanti altri viaggi per scoprirle tutte 😉

Rispondi
anna 29/06/2018 - 13:39

Non conoscevo queste guide, mi ispirano parecchio. Sono d’accordo con te, quando si conosce bene un luogo, spesso non si vedono le cose attorno a noi, le diamo per scontate. E’ bello ogni tanto ritornare su questi posti cerando di guardarle con occhi “puri”, come se fosse la prima volta. Ecco, quando tornerò a Londra cercherò di emozionarmi seguendo magari questi tuoi spunti. grazie

Rispondi
Paola 30/06/2018 - 12:44

Per me è stato come tornare la prima volta a Londra… ho ignorato volutamente le destinazioni classiche (tranne un giro in Chinatown per il gelato al tè matcha!) per concentrarmi sulla sua (ri)scoperta

Rispondi
Ally Blue 29/06/2018 - 11:05

Londra mi piace da sempre ed è stato amore a prima vista … dal mio primo viaggio a 20 e per sempre! scopro sempre molto volentieri nuovi angoli nascosti! Non vedo l’ora di tornarci 🙂

Rispondi
Paola 29/06/2018 - 12:25

Per me invece Londra è stato un amore più lento, di quelli che crescono piano piano 🙂

Rispondi
Ally Blue 29/06/2018 - 13:29

Ricorderò per sempre la prima volta che mi sono trovata davanti al Big Ban e … bum è stato amore

Rispondi
Elisa 29/06/2018 - 9:35

Premetto che amo Londra con tutta me stessa e ci torno ogni volta che posso.. e ogni volta che ci torno vado alla scoperta di luoghi sempre meno turistici, quelli da Londoneer e con ormai amici Londoneers. Al prossimo giro (chiaramente ho già il biglietto pronto) sicuramente andrò a vedere uno di questi posticini! 😀

Rispondi
Paola 29/06/2018 - 9:42

Sono felice di averti dato una dritta! Londra è così turistica e universalmente conosciuta che è difficile trovare posti nuovi!!!

Rispondi
raffigarofalo 16/06/2018 - 17:55

Ho scoperto questa collana proprio recentemente (hanno appena pubblicato quella su Bergamo e non me la sono lasciata sfuggire). In effetti è proprio carina perchè non ti riempie di nozioni verbose, ma ti racconta piccoli aneddoti e storie divertenti. E’ perfetta per (ri)scoprire un luogo che si è già visitato in modo tradizionale.

Rispondi
Paola 16/06/2018 - 21:21

Ho visto Bergamo 🙂 Stanno uscendo nuove città e stanno facendo il restyling delle vecchie. Credo che d’ora in avanti controllerò sempre se c’è una di queste guide prima di partire, con Londra mi ha davvero cambiato prospettiva

Rispondi
Giulia | Little Miss Spaghetti 15/06/2018 - 10:33

Ciao Paola! pensa che sono stata di recente davanti al Royal Hospital per il Chelsea Flower SHow e mi chiedevo cosa ci fosse al Royal Hospital. Figata, magari vado a vederlo prima o poi

Rispondi
Paola 15/06/2018 - 17:17

Dentro è spettacolare! Se riesci a radunare almeno dieci amici chiedi assolutamente per la visita guidata perché i pensionati in divisa sono fantastici e simpaticissimi!!!

Rispondi
Francesca | Chicks and Trips 15/06/2018 - 8:58

Anche io uso quella guida per scoprire luoghi già visti e rivisti. L’ho usata per Firenze e ora mi hai fatto venire voglia di usarla per Londra 😉 Ci sarò passata mille volte a Trafalgar Square, ma la stazione della polizia, non l’ho mai notata XDDD

Rispondi
Paola 30/06/2018 - 12:39

Pensa che è successa la stessa cosa anche a me! Davamo troppa attenzione alle colonne di Nelson 😉 Io sto pensando di prendere quella di Firenze per la prossima volta

Rispondi
iltuopostonelmondo 15/06/2018 - 8:38

Nonostante non sia tra le mie preferite, sono stata a Londra tantissime volte e questo tuo articolo non è da sottovalutare per chi, come me, non sa più che “inventarsi” per scoprire qualcosa di diverso a Londra!

Rispondi
Paola 30/06/2018 - 12:40

La prossima volta ho già deciso di andare fino al Crystal Palace per scoprire i dinosauri di pietra, questa guida è davvero incredibile!

Rispondi
Elizabeth Sunday 12/06/2018 - 15:04

Non conoscevo queste guide! Ci sono anche su altri paesi? Interessante comunque, Londra è molto di più della scontata Camden Town o l’area del Parlamento 🙂

Rispondi
Paola 12/06/2018 - 22:36

Per il momento queste guide “insolite e segrete” sono su diverse città europee e qualcuna extra europea come Istanbul, ma ho visto che stanno pubblicando nuovi titoli molto frequentemente. Londra vista vista così è molto più divertente, addirittura ho scoperto di un parco a sud della città pieno di sculture di dinosauri e il più grande tempio induista in Europa in un quartiere a nord fuori dal centro!!!

Rispondi

Fammi sapere cosa ne pensi con un commento

Questo sito internet utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per adempiere alla noiosa burocrazia europea dovresti confermarmi che sei d'accordo. Accetto Privacy & Cookies Policy