Home DestinazioniEuropaRegno Unito Cosa vedere in East Anglia: Norfolk e Suffolk

Cosa vedere in East Anglia: Norfolk e Suffolk

di Paola

L’East Anglia è la grande area pianeggiante che si trova nel sud est dell’Inghilterra, quella parte dell’isola che guardando su una cartina sporge verso est. Visitare questa zona, per noi italiani ancora poco turistica, significa immergerti in villaggi pittoreschi circondati da aperta campagna, visitare splendide cittadine con cattedrali e mercati, vivere una tipica vacanza inglese nelle località balneari della costa. Proprio perché l’East of England non è solo Cambridge, la sua località più famosa, in questo articolo puoi scoprire il meglio delle contee di Norfolk e Suffolk.

Cosa vedere in Norfolk e Suffolk

Avevo già scritto tempo fa su 5 posti da vedere East Anglia elencando alcune tra le più belle destinazioni da vedere. Tuttavia, anche se è un ottimo assaggio, non c’è solo quello e in questo articolo aggiungo nuovi luoghi da visitare per conoscere meglio il Norfolk e il Suffolk.

Innanzitutto la prima volta che percorri l’East Anglia in auto o in treno rimani affascinata dai suoi campi che si allargano a perdita d’occhio. In quel momento scopri che l’Inghilterra non è solo Londra, ma comprende vaste e incantevoli aree rurali. Io mi sono innamorata di quest’area proprio così, attraversandola e guadando gli immensi paesaggi inglesi fuori dal finestrino.

Continuando verso est raggiungi Norwich, il vivace capoluogo del Norwich, una città ricca di aree verdi che si erge intorno al fiume Wensum. Tutto intorno magnifici paesini da cartolina, i cui edifici raccontano lo sviluppo della contea a partire dal Medioevo.

Una particolarità unica del Norfolk sono i Broads, un’ampia rete di acquitrini e canali navigabili. Se uno dei maggiori divertimenti è esplorare i canali in barca, gli ecosistemi degli acquitrini sono interessanti anche dal punto di vista naturalistico perché ospitano alcune delle specie più rate di piante e uccelli nel Regno Unito. D’estate nei Broads puoi anche assistere a regate in barca a vela.

Infine nella costa del Norfolk e del Suffolk puoi vivere una vera vacanza balneare inglese perché il turismo è quasi esclusivamente interno. Qui puoi visitare vecchi fari ancora in funzione, mangiare nei chioschetti sul lungomare fish & chips e il tipico gelato Mr Whipple con la barretta di cioccolato Cadbury, e persino assistere a un’autentico spettacolo circense all’Hippodrome di Great Yarmouth.

Facciata del teatro Hippodrome Circus di Great Yarmouth
La facciata del teatro Hippodrome Circus di Great Yarmouth

Le destinazioni più belle del Norfolk

Se visiti il Norfolk è certo che te ne innamori. Io stessa ci ho lasciato il cuore. Dal suo splendido capoluogo Norwich alla campagna circondata da fiumi e canali, qui tutto sembra un immagine da cartolina. Persino se non ami la vita all’aria aperta non resisterai all’idea di fare un picnic in un parco al primo raggio di sole.

Norwich

Nell’entroterra, l’animata città di Norwich tra le sue attrazioni offre un vivace mercato storico, portici vittoriani, suggestivi vicoli pedonali, un massiccio castello normanno (al cui interno si trova la teiera più grande del mondo) e un’impressionante cattedrale, oltre a negozi e ristoranti per tutti i gusti.

Per questo motivo è il punto di partenza perfetto per visitare la regione. Te ne parlo anche nel mio articolo su cosa vedere a Norwich in un giorno. Ti consiglio di leggerlo per iniziare a organizzare il tuo itinerario. C’è così tanto da vedere che dovrai per forza dare una lista di priorità!

Lungofiume di Norwich
Lo spettacolare lungofiume di Norwich

Il parco nazionale dei Norfolk Broads

I Broads sono una rete di oltre 200 chilometri di canali navigabili senza chiuse, formati dall’acqua dei fiumi Wensum, Bure, Waveney e Yare riversata nei buchi del terreno scavati per estrarre la trova nel XII secolo. Da questo danno idrogeologico ne è nato un ecosistema unico di acquitrini, oggi un Parco Nazionale importantissimo per la preservazione di piante e animali della zona.

Il Museo dei Broads, situato a Stalham, racconta l’industria dell’estrazione della torba, espone le imbarcazioni storicamente utilizzate per navigare nelle paludi e offre informazioni sui progetti di conservazione del parco.

Norfolk: le attrazioni in campagna e sulla costa

Scegliere cosa vedere in Norfolk è quasi impossibile perché ogni paese di campagna è estremamente pittoresco, con i suoi pub e ancora molte case con i caratteristici thatched roof, ovvero i tetti di paglia. Sulla costa si susseguono località turistiche molto inglesi, dalle più romantiche alle più curiose. Come Great Yarmouth, ricca di attrazioni e al tempo stesso una curiosa Las Vegas inglese.

Per una visita unica nel cuore del Norfolk che farà impazzire i bambini grandi è piccoli invece devi assolutamente salire sul treno a scartamento ridotto Bure Valley Steam Railway che collega Aylsham e Wroxham. L’East Anglia è punteggiata da sorprendenti musei dei trasporti con mezzi ancora in funzione che non basta un articolo a elencarli tutti.

BeWILDerwood invece è un parco avventura nella foresta nel migliore stile inglese. Se decidi di visitarlo non vestirti bene perché ci sarà tantissimo fango con percorsi in mezzo alle paludi. In compenso i labirinti, la zipline, i ponti sospesi, le case sugli alberi e le altre attrazioni nella natura sono davvero epiche.

Il baby blogger sulla spiaggia di Great Yarmouth
Il baby blogger sulla spiaggia di Great Yarmouth

Le destinazioni più belle del Suffolk

La città principale del Suffolk è Ipswich, da cui transitano quasi tutti i treni e bus che attraversano la contea. I dintorni ospitano pittoreschi villaggi e residenze in stile Tudor, ricordo dell’importanza della zona in epoca medievale, per via del commercio della lana. Se proprio devo scegliere cosa consigliarti, tra le destinazioni da non perdere in un viaggio on the road in East Anglia ci sono sicuramente Bury St Edmunds e l’elegante cittadina costiera di Southwold.

Bury St Edmunds

Bury St Edmunds è ricca di edifici storici e comprende anche le suggestive rovine dell’abbazia di Bury, immerse negli splendidi giardini Abbey Gardens. La chiesa di St Mary invece è una delle più grandi chiese parrocchiali d’Inghilterra ed è famosa perché al suo interno si trova la tomba di Maria Tudor, sorella di Enrico VIII e regina di Francia.

Se però preferisci la birra inglese alla storia, a Bury St Edmund ci sono anche due fantastici birrifici artigianali. Greene King Brewery è attivo dal 1799 e il suo centro visitatori racconta la produzione della birra in città. Per apprezzarlo al meglio ti suggerisco di partecipare a una visita guidata nella storica fabbrica di birra, con degustazione finale di birra spillata direttamente dalle botti.

Il museo Moyse’s Hall invece è interessante perché si trova in un grande sotterraneo del XII secolo e le sue attrazioni sono creepy quanto l’ambientazione. Qui infatti puoi vedere un medaglione contenente una vera ciocca di capelli di Maria Tudor e scoprire gli agghiaccianti processi alle streghe che hanno segnato la storia della città.

La cattedrale di Bury St Edmund in Suffolk
La cattedrale di Bury St Edmund nella contea del Suffolk

Southwold

Completamente diverse le good vibes di Southwold, famosa come località balneare per ricchi londinesi. Questa cittadina è sicuramente la più bella della costa con i cannoni allineati in fila sulla scogliera, un faro ottocentesco, i bellissimi cottage in pietra e le cabine colorate sulla spiaggia.

Il molo di Southwold si distingue dagli altri dei paesi sulla costa per il suo stile unico. La sala giochi del pier riprende i migliori divertimenti vittoriani e sul molo c’è anche una curiosa fontana con sculture animate che si animano allo scoccare di ogni ora.

Inoltre anche Southwold ha la sua birra locale e tutto quello prodotto dal birrificio Adnams è davvero ottimo. Ti consiglio di partecipare alla visita guidata per scoprire tutti i segreti di produzione e degustare birra con un esperto. Se ti rimane tempo puoi anche visitare la distilleria di gin della stessa proprietà.

Panorama di Southwold in Suffolk
Panorama di Southwold con il faro sullo sfondo

Le attività all’aperto in East Anglia

Brrr, fa freddo starai pensando. Eppure per vivere una vera vacanza in stile British non puoi perderti le fantastiche attività all’aperto che offrono Norfolk e Suffolk. Magari non il campeggio in tenda sotto la pioggia, ma tutto il resto vale la pena!

Innanzitutto le spiagge, bellissime e pulitissime. Gli inglesi fanno tranquillamente il bagno in mare anche se le temperature sono gelide pure ad agosto. Una caratteristica del paesaggio che non passa inosservata sono le cabine colorate in cui cambiarsi. Sono così richieste che pare ci sia una lista d’attesa di anni per accaparrarsene una.

Chi non vive sulla costa invece si trasferisce durante la stagione estiva nei graziosi villaggi vacanza di casette prefabbricate. Ce n’è quasi uno per ogni paese e volendo puoi affittare una casetta anche per una sola settimana.

La costa est dell’Inghilterra è sempre molto ventosa quindi puoi praticare kitesurf. Se non sei super sportivo però probabilmente non non ci penserai proprio né ti tufferai per un bagno visto le temperature non troppo invitanti.

Il Regno Unito comunque offre insospettabili giornate di sole durante le quali puoi passare una splendida giornata all’aperto e, se sei fortunata, vedere anche una vera regata lungo i famosi canali navigabili Broads.

Oppure puoi affittare tu stessa un’imbarcazione per qualche ora o addirittura una settimana in quanto non serve la patente nautica. In alternativa, come attività all’aria aperta, puoi percorrere a piedi o in bicicletta una parte dei cammini della regione.

I cammini dell’East Anglia

Il territorio piatto e senza colline dell’East Anglia è perfetto soprattutto per cammini a piedi e passeggiate in bicicletta. Da qui puoi partire per alcune escursioni nell’entroterra o lungo la costa.

Puoi scegliere se esplorare il parco naturale Thetford Forest, una vera e propria foresta nel Norfolk, oppure percorre il più noto percorso escursionistico Peddars Way, lungo 74 chilometri e in parte su strada, che parte da Knettishall Heath, vicino a Thetford, e arriva a Cromer. La prima parte del cammino riprende un’antica strada romana, mentre la seconda metà si snoda tra spiagge, scogliere e acquitrini.

Un altro percorso è il Suffolk Coast Path, lungo 97 chilometri, che collega Lowestoft, la città più a est del Regno Unito a Felixstowe a Lowestoft, passando per il bellissimo villaggio costiero Southwold, famoso per la fabbrica di birra Adnams e un faro visitabile.

Panorama di una tratta del cammino costiero del Norfolk
Panorama di una tratta del cammino costiero del Norfolk

Perché visitare Norfolk e Suffolk in Inghilterra

Spero che questo articolo ti abbia incuriosito e ti abbia offerto una panoramica interessante su cosa c’è da vedere in East Anglia. Secondo me è una zona davvero da non perdere. L’Inghilterra è molto più di Londra e qui puoi scoprire la sua anima più autentica, tra meravigliosi paesini di campagna e deliziosi villaggi costieri.

Scrivimi nei commenti se conoscevi già l’East of England e le contee dell’East Anglia in particolare.

.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Lascia un commento

* Quando lasci un commento autorizzi Pasta Pizza Scones a gestire i tuoi dati secondo quanto previsto dal GDPR