Home Appunti di viaggio Test Covid per viaggiare all’estero: come funzionano

Test Covid per viaggiare all’estero: come funzionano

di Paola

Per viaggiare in tempo di pandemia è molto probabile che ti venga richiesto un test Covid-19 negativo, oltre al Green Pass. Questo anche se sei già vaccinata perché alcuni Paesi del mondo richiedono lo stesso un test negativo all’ingresso. Altri per il rientro nel proprio Paese di residenza e infine ci sono pure i voli Covid-tested, ovvero con test all’imbarco e allo sbarco. In questo articolo ti racconto quindi la mia esperienza con i test Covid per viaggiare.

Dove trovare informazioni ufficiali per viaggiare

Innanzitutto ricordati che in questo periodo le regole sui viaggi cambiano costantemente, quindi assicurati di essere al corrente degli ultimi aggiornamenti sui Paesi che vuoi visitare prima di prenotare i voli. Considera anche che al momento in cui scrivo alcuni Paesi sono aperti al turismo, ma è prevista una quarantena di cinque giorni al rientro, esclusa invece per i viaggi di lavoro inferiori alle 120 ore e per i voli Covid-tested. Inoltre per tutti, vaccinati e non, voli Covid-tested e non, è prevista anche la compilazione del modulo PLF, ovvero Passenger Locator Form, prima del rientro.

Per essere sempre aggiornata sulla normativa, organizzo i viaggi per blogger e influencer di Travel Blogger Italiane in collaborazione con travel designer e tour operator. In questo periodo viaggiare infatti è diventato una corsa a ostacoli, ma con un po’ di organizzazione e una scelta prudente delle destinazioni è ancora possibile. Nei miei viaggi di lavoro mi affido a professionisti del settore che seguono costantemente gli sviluppi della mobilità internazionale.

Tuttavia se vuoi andare in viaggio all’estero e vuoi pianificare tutto da sola puoi farlo. I siti di riferimento ufficiali sono:

In particolare, se vuoi viaggiare in Europa, ti consiglio di salvare Re-open EU tra i siti web preferiti. Fornisce moltissime informazioni sulle misure in vigore in ogni Paese dell’Unione Europea, test Covid, quarantena e Green Pass inclusi.

Dove fare i test Covid per il rientro in Italia o in un altro Paese

Fare l’eventuale test Covid in Italia richiede giusto l’impegno di trovare una clinica o un laboratorio di analisi specializzato. Al contrario, uno degli aspetti forse più complicati di un viaggio in tempo di pandemia è organizzarsi per fare il test Covid all’estero, per il rientro in Italia o per passare in un altro Paese. Quando non è sufficiente il Green Pass per spostarti, all’ingresso in un Paese estero devi mostrare anche il test Covid negativo effettuato di recente, di solito entro 72 ore prima.

Ho scritto “di solito” perché la normativa è estremamente variabile. I governi di ogni Paese emettono leggi e normative in base ai picchi di contagi e alla situazione epidemiologica. In tempo di pandemia è difficile fare previsioni certe e la sicurezza va messa prima di tutto, anche se significa rinunciare a un viaggio. Ricordati di verificare o chiedere al tuo agente di viaggio di verificare ogni dettaglio prima della partenza!

Puoi cercare dove fare il test Covid all’estero con una ricerca su internet. Tuttavia chiedere informazioni al tuo hotel, guida o tour operator potrebbe rivelarsi ancora più utile perché potrebbero aver organizzato un test di recente per altri viaggiatori. Il personale locale è anche in grado di sapere quali cliniche o laboratori restituiscono i risultati più rapidamente. Inoltre alcuni hotel e resort hanno persino iniziato a offrire ai propri ospiti la possibilità di organizzare i test Covid.

Durante il mio viaggio a Dubai con le Travel Blogger Italiane ho trovato veramente utile il servizio offerto dal nostro tour operator. Abbiamo effettuato il test Covid “a domicilio” e ricevuto il risultato entro 24 ore via e-mail. Siccome eravamo un gruppo, è arrivata direttamente un’infermiera del laboratorio a farci il test in hotel. Noi abbiamo dovuto solo farci trovare nella stanza all’orario convenuto.

Test Covid-19: rapido o molecolare

Un altro aspetto a cui prestare attenzione quando effettui un tampone Covid per viaggiare è il tipo di test richiesto. Quando sono andata a Dubai a giugno 2021 ho viaggiato con voli Covid-tested. Ho quindi effettuato un tampone molecolare all’imbarco e un test rapido appena sbarcata in aeroporto sia per il volo di andata che quello di ritorno. Su altri voli o per altri Paesi potrebbe essere sufficiente il test rapido.

Esistono infatti due tipi principali di test Covid utilizzati per determinare se qualcuno ha il virus:

  • test rapido dell’antigene
  • test molecolare (PCR)

I test molecolari PCR sono più sensibili e specifici dei test rapidi antigenici, tuttavia lo svantaggio del test PCR è che richiedono più tempi per i risultati, mentre per quelli rapidi sono sufficienti 15 minuti. Per questo motivo alcune destinazioni, al momento in cui scrivo, accettano solo test PCR per l’ingresso nel Paese.

Considera che anche con il vaccino, in rari casi, potresti comunque venire contagiata dal virus Covid, non avere sintomi e scoprirlo solo con il test molecolare pre-partenza. Per questo motivo se stai pianificando viaggi all’estero ti suggerisco di stipulare un’assicurazione viaggio con copertura Covid e l’eventuale quarantena.

Acquista l’assicurazione viaggio Heymondo con il 10% di sconto

In ogni caso il vaccino è fondamentale per combattere questa pandemia. Nel caso di contagio con il virus, essere vaccinata ti protegge e previene il rischio di venire ospedalizzata. Quindi Green Pass e vaccini sono il primo passo per tornare a viaggiare come eravamo abituate prima del 2020 ♥︎

I controlli del test Covid negativo in aeroporto

Quando sono rientrata da Dubai, il mio volo con Etihad partiva da Abu Dhabi. I passeggeri dovevano arrivare da Dubai all’aeroporto di Abu Dhabi con il bus della compagnia aerea perché gestito come volo con scalo. I controlli del test Covid erano però effettuati già a Dubai, alla salita del bus, in un piazzale senza Wi-Fi.

In questo caso la stampa del mio test Covid-19 è stata fondamentale. Per eliminare eventuali problemi dovuti alla mancata connessione Wi-Fi è scaricare sul tuo cellulare il file con i risultati e salvarlo. Stampa anche una copia in hotel come precauzione se ti si dovesse scaricare la batteria. Oppure se ti senti a disagio nel far passare il tuo cellulare di mano in mano.

A seconda dell’aeroporto di partenza e di arrivo i controlli possono essere più o meno rigorosi. Verifica però di avere tutti i documenti in regola, PLF e test Covid richiesti, per poter entrare nel Paese o transitare. Appena riaperte le frontiere, sono stati riportati casi di passeggeri rimasti a terra solo per non aver compilato correttamente il Passenger Locator Form.

Controlla sempre la normativa prima di partire

Spero che queste informazioni ti siano utili per pianificare il tuo prossimo viaggio in sicurezza e tranquillità. Ho scritto questo articolo in base alla mia esperienza personale, prendilo come una chiacchierata con un’amica. Gli unici riferimenti sempre aggiornati sono solo le fonti ufficiali dei governi. Per questo ricordati di verificare tutte le normative prima di acquistare un biglietto aereo e prima di partire, per verificare che nel frattempo non sia cambiato nulla.

Scrivimi nei commenti se hai già volato o ti sei recata all’estero e come hai gestito gli aspetti medici e burocratici dei test Covid-19 prima della partenza.

.

Altri post che potrebbero interessarti

Fammi sapere cosa ne pensi con un commento

Questo sito internet utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Conferma se sei d'accordo o leggi come vengono utilizzati i tuoi dati. Accetto Privacy & Cookies Policy