Home DestinazioniEuropaRegno Unito London Transport Museum: il museo in cui scoprire i segreti del trasporto pubblico di Londra

London Transport Museum: il museo in cui scoprire i segreti del trasporto pubblico di Londra

di Paola
0 commento

Il London Transport Museum, ovvero il museo dei trasporti di Londra è un vero e proprio paradiso per bambini di tutte le età. Puoi salire su tram, treni e bus d’epoca, scoprire quali sono e come vengono utilizzate le stazioni abbandonate della metropolitana e metterti alla guida dei tuoi mezzi preferiti con simulatori di ogni tipo. Il museo è bellissimo da vedere, con mezzi di ogni epoca, ed è completamente interattivo, tutto da toccare. Situato nel centro di Londra, è una destinazione da non perdere!

Cosa vedere nel London Transport Museum

Il London Transport Museum è uno dei più importanti musei del trasporto pubblico al mondo, per il materiale raccolto ed esposto. Solo qui trovi un’ampia collezione di bus, treni, poster, modellini, arte, fotografie e film sul tema del trasporto pubblico londinese.

ORGANIZZA IL TUO VIAGGIO A LONDRA
Prima di partire acquista il London Pass per visitare oltre 80 attrazioni e musei di Londra, partecipare a tour guidati, salire sull’autobus turistico Big Bus Hop-On-Hop-Off e navigare lungo il Tamigi con le Uber Boat by Thames Clippers.

I mezzi più vecchi visibili dal vivo sono i primi omnibus a cavalli, di cui uno risalente addirittura al 1829. Su alcune carrozze di treni e bus puoi anche salire, quando non occupate da buffi manichini, mentre ci sono apposite postazioni pensate per far guidare ai bambini bus, tram e treni della metropolitana di ogni epoca.

Mappa del London Transport Museum
Mappa del London Transport Museum

La nascita del trasporto pubblico londinese

La prima parte del London Transport Museum racconta lo sviluppo del trasporto pubblico di Londra, a partire dai primi water taxi e omnibus tirati da cavalli. Ora vediamo il Tamigi solcato solo dalle barche per turisti, ma il museo spiega come nella Londra vittoriana il fiume era una vera e proprio via di trasporto percorsa dai battelli a vapore. Nonché una fogna a cielo aperto, come puoi approfondire con una visita alla Crossness Pumping Station.

La spiegazione di com'era il Tamigi nel periodo vittoriano London Transport Museum
La spiegazione di com’era il Tamigi nel periodo vittoriano London Transport Museum

Due secoli fa Londra era una città abbastanza compatta, ma nel giro di pochissimi anni ebbe una rapida espansione, quasi del tutto non strutturata. Per questo motivo le strade di Londra non seguono lo schema a griglia delle città americane, progettato dal principio, né assomigliano agli ampi viali delle capitali europee, dovuti ai grandi piani di sviluppo urbanistico.

Lo sviluppo del trasporto pubblico è quindi iniziato in una Londra vittoriana che era una delle più grandi e ricche città del mondo, ma con seri problemi di affollamento e povertà a pochi passi dai magnifici edifici che ora visitiamo come turisti.

Inglese vittoriano sulla metropolitana di Londra al London Transport Museum
Inglese vittoriano sulla metropolitana di Londra al London Transport Museum

Cab e omnibus

Il primo mezzo di trasporto nato per spostarsi nella capitale britannica fu il cab, abbreviazione di cabriolet, da cui deriva il modo in cui vengono chiamati i taxi. I cab erano leggere carrozze a due ruote, per una o due persone.

L’antenato del bus però è l’omnibus, una grande carrozza trainata da cavalli. L’omnibus fu introdotto a Londra nel 1828 dal produttore di carrozze George Shillibeer dopo averlo visto funzionare a Parigi. Il concetto è quello di una carrozza su cui possono salire tutti, non pensata per uso privato. Lo stesso nome infatti contiene la parola latina omni, ovvero per tutti.

Il sistema dell’omnibus ebbe così successo che nel giro di poco tempo si moltiplicarono le carrozze pubbliche, intasando le strade di Londra. La maggior parte di questi operatori indipendenti confluì nel 1856 nella London General Omnibus Company, all’epoca la più grande società di gestione dei bus al mondo.

Omnibus con cavalli finti esposto al London Transport Museum
Omnibus con cavalli finti esposto al London Transport Museum

Tram a cavalli

Nel London Transport Museum puoi anche vedere un vero tram a cavalli. La loro diffusione è dovuta al fatto che gli omnibus potevano caricare solo fino a 26 passeggeri, compresi quelli arrampicati sul tetto.

Mettendo il bus su rotaia invece un paio di cavalli era in grado di tirare veicoli molto più grandi e leggeri. Questo perché l’attrito di una ruota su binario è di molto inferiore all’attrito delle gomme su strada, come puoi approfondire in un’apposita installazione del museo.

Metropolitana

Il cambiamento vero nel trasporto pubblico londinese però avvenne con la Rivoluzione Industriale, l’avvento del vapore e la costruzione della rete ferroviaria sotterranea. Ampio spazio del London Transport Museum è dedicato all’iconica Tube, la rete metropolitana più antica ed estesa del mondo.

Nell’articolo dedicato alla metropolitana di Londra puoi leggere storia e curiosità, mentre nel museo puoi sederti in vere e proprie carrozze d’epoca e vedere la locomotiva a vapore che le trainava. Per fortuna con l’avvento tecnologico tutti i mezzi a vapore vennero sostituiti da meno problematiche locomotive elettriche.

Interno di una carrozza d'epoca della metropolitana di Londra esposta al London Transport Museum
Interno di una carrozza d’epoca della metropolitana di Londra esposta al London Transport Museum

Bus e tram moderni

Il piano terra del London Transport Museum è dedicato ai mezzi pubblici più moderni, ovvero bus a motore e tram elettrici. Noi ne avevamo già visti parecchi all’East Anglia Transport Museum a Lowestoft e mio figlio ha riconosciuto subito tutti i mezzi.

L’elettrificazione della rete tramviaria e metropolitana di Londra risale ai primi anni del 1900, parallelamente all’espansione della capitale britannica verso i sobborghi periferici, ora parte della città. Nello stesso periodo vennero abbandonati i costosi omnibus trainati da cavalli per i primi bus a motore a due piani, diventati poi gli iconici double decker.

In questa zona del museo i bambini possono salire su veri bus e tram di tutte le epoche e fare finta di guidarli. Alcuni hanno veri e propri simulatori di guida, altri dei semafori, davanti che cambiano colore. La cosa che ci è piaciuta di più è che tutti questi mezzi sono a disposizione dei visitatori per salirci e vedere com’erano davvero.

Figlio di Paola Bertoni guida un bus al London Transport Museum
Mio figlio alla guida di un bus moderno al London Transport Museum

Curiosità e segreti sulla metropolitana di Londra

Una parte del London Trasport Museum è dedicata ai trasporti pubblici durante la guerra, in particolare alla metropolitana. Il percorso di visita attraversa il quartier generale segreto di Sir Winston Churchill, con la sua sala riunioni e il centralino telefonico di Down Street Station per mettere in comunicazione gli uffici del governo britannico.

Al museo puoi anche scoprire come durante la prima e la seconda guerra mondiale alcune stazioni della metropolitana vennero trasformate in rifugi antiaerei. Alcune, come la fermata di Baker Street, erano diventate così affollate per cui era necessario far vedere il permesso per dormirci durante la notte.

Postazione per creare biglietti di accesso ai rifugi nelle stazioni della metropolitana
Postazione per creare il tuo biglietto di accesso personalizzato ai rifugi nelle stazioni della metropolitana

La parte probabilmente più curiosa del London Trasport Museum riguarda però l’utilizzo delle stazioni fantasma. Negli anni molte stazioni della metropolitana sono state dismesse e, a parte quelle utilizzate dal governo durante la guerra, altre sono state sfruttate in modo più creativo.

Per esempio, in alcune stazioni dismesse sono stati girati film, altre sono diventate attività commerciali. Alcune però sono state riprese dalla natura, come la stazione di Highgate, dove i tunnel che facevano parte della Great Northern Railway sono diventati un perfetto habitat per i pipistrelli.

Cartello che avvisa della presenza di pipistrelli alla stazione Highgate della metropolitana di Londra al London Transport Museum
Cartello che avvisa della presenza di pipistrelli alla stazione Highgate della metropolitana di Londra al London Transport Museum

Aree gioco per bambini

Nel London Transport Museum sono presenti diverse aree gioco per bambini, tutte a tema trasporto pubblico. Se visiti il museo con bambini è un modo fantastico per poterti riposare un attimo visto che sicuramente farai avanti e indietro più e più volte per tutti i tre piani del museo.

Nelle aree gioco ci sono attrezzi per giocare a riparare i bus, un ufficio bagagli smarriti, dei bus con cuscini di gommapiuma su cui saltare e arrampicarsi. Questi spazi sono pensati per bambini di tutte le età, quindi ci sono dei giochi adatti ai più piccoli, ovvero un semplice spazio arredato con cuscini di gommapiuma, e altri con giocattoli per impersonare gli addetti del trasporto pubblico londinese.

Senza contare i simulatori di guida di bus, tram e metropolitana sparsi per tutto il museo, oltre alle postazioni per apporre il timbro sulla mappa. Il London Transport Museum mi ha davvero stupita positivamente per come è stato progettato benissimo a misura di bambino pur essendo interessante anche per gli adulti.

Figlio di Paola Bertoni in un rifugio antiaereo al London Transport Museum
Figlio di Paola Bertoni in un rifugio antiaereo al London Transport Museum

Negozio di souvenir

Ti consiglio di non perdere neanche il negozio di souvenir del London Transport Museum, uno degli shop museali più belli. Oltre ai bellissimi libri per bambini a tema trovi tantissimi modellini di treno compatibili con i trenini di legno Brio dei colori delle linee della Tube.

Per chi deve arredare casa è anche possibile ordinare mobili come divani e poltrone foderati con il tessuto moquette delle linee metropolitane presenti e passate. E poi libri, capi di abbigliamento e tanti accessori a tema trasporto pubblico. Se non hai tempo di visitare il museo, ma passi dalle parti di Covent Garden ti consiglio anche solo di fare un giro nel negozio di souvenir perché è davvero bellissimo.

Cuscini nel tessuto moquette dei sedili delle linee metropolitane londinesi nel negozio del London Transport Museum
Cuscini e accessori nel tessuto moquette dei sedili delle linee metropolitane londinesi nel negozio del London Transport Museum

Come visitare il London Transport Museum

All’ingresso del museo ai bambini viene consegnata una mappa su cui apporre dei timbri. Ogni spazio sulla mappa corrisponde a un’area tematica. Dai treni a vapore all’avvento dei tram elettrici, e così via, per vedere tutto quello che c’è esposto. Si parte dal secondo livello per scendere, seguendo il percorso cronologico.

Una parte del museo è dedicata alla Londra sotterranea delle stazioni della metropolitana in disuso o utilizzate come rifugio e ai quartieri generali segreti durante le guerre. Seguire la mappa è il modo migliore per non perderti nessuna attrazione.

Il museo è pensato soprattutto per bambini. Preparati quindi, specialmente nei giorni festivi, a ritrovarti circondata da bambini urlanti. La cosa positiva è che pur potendo essere molto affollato, i bambini sono comunque abbastanza diligenti nel fare la fila per le varie attrazioni, da veri inglesi.

Percorso del London Transport Museum con spazio per i timbri da apporre nei punti di interesse
Percorso del London Transport Museum con spazio per i timbri da apporre nei punti di interesse

Dove acquistare i biglietti per il London Transport Museum

Il museo è aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00, con ultimo ingresso alle 17:00. Ti consiglio di acquistare online il biglietto, convertibile al museo in pass annuale e prenotare la fascia oraria di ingresso per evitare la coda. I bambini non pagano, ma necessitano di un biglietto d’ingresso gratuito. Verifica online la disponibilità sul calendario,

Come diversi altri musei a pagamento in Inghilterra, anche il London Transport Museum prevede la formula del pass annuale. Ovvero l’acquisto di un biglietto utilizzabile per i successivi 12 mesi. Il prezzo è circa € 25 e potrebbe sembrare alto per un turista, tuttavia è davvero conveniente se pensi di tornare entro l’anno.

E se viaggi con bambini e pensi di tornare a Londra è parecchio probabile che ti chiederanno di tornare. Mio figlio torna spesso sull’argomento, cercando di convincermi a tornare in Inghilterra solo per poter giocare ancora nei suoi musei preferiti (che al momento in cui scrivo sono questo, il London Museum of Water & Steam e l’East Anglia Transport Museum a Lowestoft).

La locomotiva a vapore della linea Metropolitan esposta al London Transport Museum
La locomotiva a vapore della linea Metropolitan esposta al London Transport Museum

Dove si trova il London Transport Museum

Il London Transport Museum si trova nel centro di Londra, più precisamente a Covent Garden. Promuovendo l’utilizzo dei mezzi pubblici, il museo è comodamente raggiungibile con bus, tram, metropolitana, treno e persino in barca, da qualsiasi punto della capitale britannica.

Al contrario, ti sconsiglio di usare l’auto, a meno di prendere un taxi, perché nei dintorni c’è pochissimo parcheggio e la tariffa oraria è parecchio costosa. Inoltre raggiungere il museo con i mezzi pubblici è un modo perfetto per anticipare l’atmosfera che vivrai seguendo il percorso nelle varie sale.

🚃 London Transport Museum
Covent Garden Piazza
London WC2E 7BB

Perché visitare il London Transport Museum

Ci sarebbe ancora tantissimo da dire sul London Transport Museum perché ogni area espositiva ti invita ad approfondire l’incredibile storia dei trasporti pubblici londinesi. Tra un bus e una carrozza a cavalli, il museo racconta come l’immigrazione caraibica, la parità dei sessi, le due guerre mondiali e i progressi tecnologici hanno contribuito allo sviluppo della capitale britannica.

Questo sarebbe già un motivo sufficiente per visitare il London Transport Museum, oltre che per la passione per i mezzi pubblici e perché è fantastico da visitare con bambini. Ora non ti resta che prenotare il tuo alloggio e il prossimo volo per Londra.

Galleria del London Transport Museum
Vista dall’alto della galleria principale del London Transport Museum

Dove dormire a Londra

Londra offre una vasta scelta di sistemazioni, dagli ostelli più economici ai migliori hotel di lusso. Cerca su Booking.com la tua sistemazione ideale.

Scrivimi nei commenti se questo articolo ti ha incuriosito e se conoscevi già il museo del trasporto pubblico di Londra e non dimenticare di condividere questo articolo con tutte le famiglie con bambini che potrebbero essere interessate a visitarlo.

.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Lascia un commento

* Quando lasci un commento autorizzi Pasta Pizza Scones a gestire i tuoi dati secondo quanto previsto dal GDPR