Home DestinazioniEuropaBelgio BELvue Bruxelles: il più importante museo di storia del Belgio

BELvue Bruxelles: il più importante museo di storia del Belgio

di Paola
2 commenti

Il Museo BELvue è il principale museo di storia del Belgio, conosciuto soprattutto perché raccontava la storia della monarchia. In contrasto con il passato, il nuovo allestimento del BELvue Museum si occupa soprattutto di trasmettere i valori di democrazia e pluralismo del Belgio contemporaneo.

Cosa vedere al Museo BELvue di Bruxelles

Dal 2016 il museo BELvue propone un nuovo percorso tematico sul Belgio e la sua storia, attraverso i temi sociali di democrazia, prosperità, solidarietà, pluralismo, migrazione, lingua ed Europa.

Avevo visitato il BELvue Museum durante il mio primo viaggio a Bruxelles, quando l’allestimento era ancora focalizzato sulla monarchia belga. Ho quindi integrato questo articolo con le informazioni aggiornate provenienti dal sito del museo, in attesa di tornarci e ampliarlo con la mia esperienza di visita. Bruxelles è così piena di musei che non sono ancora riuscita a visitarli tutti e ricominciare il giro!

ORGANIZZA IL TUO VIAGGIO A BRUXELLES
Prima di partire acquista online la Bruxelles City Card che comprende l’accesso ai musei più importanti della città e ti permette di viaggiare gratis sui mezzi pubblici.

Il nuovo allestimento si differenzia dal precedente sia per la presentazione che per il contenuto per fornire le chiavi di lettura della società belga. Oggi il Museo BELvue trasmette ai visitatori i valori del Belgio contemporaneo, la sua storia, il suo sviluppo socio-economico e il funzionamento delle sue istituzioni, non più in ordine cronologico, bensì con un approccio tematico e un allestimento interattivo.

Sala del Museo BELvue di Bruxelles
La nuova esposizione del Museo BELvue di Bruxelles

Gli allestimenti precedenti: storia della monarchia belga e del Belgio

Il Museo BELvue non è sempre stato come lo conosciamo oggi. La prima versione risale al 1977, quando l’Hôtel Bellevue venne trasformato in edificio museale per ospitare una collezione dei vicini Musei Reali di Arte e Storia. Solo nel 1992 l’edificio iniziò a ospitare esibizioni legate alla storia del Belgio. Nel palazzo vennero infatti aperti due piccoli musei dedicati alla storia della monarchia belga: il Musée de la Dynastie – Museo della Dinastia, e il Mémorial Roi Baudouin – Memoriale del Re Baldovino.

Il BELvue Museum come museo di storia vero e proprio risale alla riapertura del 2005. Questo allestimento presentava un’esposizione cronologica sulla storia della Belgio a partire dal 1830 con due differenti percorsi di visita suggeriti: il primo in ordine cronologico e il secondo legato alle vite dei sovrani.

Durante la mia prima visita al BELvue Museum l’allestimento era ancora focalizzato sulla monarchia belga e offriva uno sguardo totalmente parziale sulla storia dei possedimenti reali in Congo, ridotti a tre articoli di giornale seminascosti tra gli altri reportage dell’epoca. L’allestimento corrente racconta invece valori di democrazia e pluralismo del Belgio contemporaneo.

Interno del Museo BELvue di Bruxelles
Interno del Museo BELvue di Bruxelles

La storia del Belgio nel nuovo allestimento

Il museo oggi si concentra soprattutto sui sette temi sociali: democrazia, prosperità, solidarietà, pluralismo, migrazione, lingua ed Europa. Questi temi vengono prima presentati nella prospettiva attuale per poi venire sviluppati e spiegati attraverso la storia del Belgio.

Si tratta di un approccio totalmente diverso rispetto al precedente, con lo scopo di aiutare i visitatori a comprendere meglio il Belgio di oggi. Infine una parte del BELvue Museum è dedicata alla memoria materiale del Belgio, con oltre 200 oggetti di ogni tipo esposti in ordine cronologico.

Nella galleria puoi vedere oggetti di uso quotidiano, opere d’arte e design, scoperte scientifiche e riferimenti a successi sportivi. In questo spazio sono esposti filtri del caffè, friggitrici elettriche, vasi di cristallo di Val Saint-Lambert, di Van Beirendonck, Delvaux o Van Severe, solo per citare alcuni esempi.

Informazioni utili per visitare il Museo BELvue di Bruxelles

Il Museo BELvue di Bruxelles è aperto dal lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 17:00, mentre nel fine settimana, luglio e agosto l’orario è dalle 11:00 alle 19:00. Nel museo c’è il wi-fi gratuito così puoi scoprire la collezione permanente attraverso l’audioguida digitale online.

Puoi visitare il museo in un’ora e mezza due ore, ma se fai come me che leggi tutte le didascalie metti in conto anche un po’ più di tempo. Durante la mia visita con il vecchio allestimento avevo trascorso al BELvue Museum almeno due ore e mezza.

Se decidi di fermarti a pranzo, il Museo BELvue ospita un ristorante molto bello specializzato in cucina biologica, stagionale e locale. Come altri ristoranti di Bruxelles, la domenica ha un menu brunch con opzioni dolci e salate. Il ristorante è aperto a tutti, anche a chi non visita il museo.

All’interno del BELvue Museum, nell’area di accoglienza visitabile senza biglietto, si trova un bookshop in cui puoi trovare riproduzioni di quadri famosi, libri, guide, cataloghi delle mostre e souvenir di Bruxelles di ogni tipo.

Quanto costano i biglietti del Museo BELvue

Il biglietto intero del BELvue Museum costa € 10, mentre bambini e ragazzi sotto i 18 anni entrano gratis. Se vuoi visitare anche altri musei, puoi risparmiare con l’acquisto della Bruxelles City Card, altrimenti se vuoi vedere solo il Museo BELvue ti conviene acquistare i biglietti singoli.

Al momento in cui scrivo, il Museo BELvue è gratuito ogni prima domenica del mese e ogni mercoledì pomeriggio a partire dalle 14.00 (verifica sul sito del museo per gli ingressi gratuiti aggiornati).

Dove si trova il Museo BELvue

Il BELvue Museum si trova nell’Hôtel Bellevue, un edificio neoclassico affacciato su Place des Palais e Place Royale, vicino al Palazzo Reale di Bruxelles. Il museo si trova a due passi dal MIM Musée des Instruments de Musique e dal Musée Magritte quindi puoi visitarlo insieme ad altri musei del centro.

L’area è raggiungibile a piedi dalla stazione centrale di Bruxelles e dalle fermate della metropolitana Parc/Park e Trône/Troon. Nei dintorni ci sono dei parcheggi a pagamento, ma il modo migliore per spostarti nel centro di Bruxelles è con i mezzi pubblici.

📍 BELvue Museum
Place des Palais, 7
1000 Brussels

Dove dormire a Bruxelles

A Bruxelles puoi trovare sia eleganti hotel a quattro e cinque stelle rivolti ai viaggiatori business, sia appartamenti in affitto che economici hotel di design rivolti ai viaggiatori più giovani. Verifica su Booking.com prezzi e disponibilità prima di partire.

Scrivimi nei commenti se hai già visitato il Museo BELvue di Bruxelles e con quale allestimento oppure se l’hai inserito nella lista delle cose da vedere nella capitale belga dopo aver letto questo articolo.

.

Altri articoli che potrebbero interessarti

2 commenti

selly 03/04/2018 - 12:50

Ciao carissima. Intanto complimenti per come scrivi. Io quando viaggio cerco spesso, quelle che sono le particolarità che il posto mi riserva. A Bruxelles vorrei vedere il museo del perizoma e quello dei fumetti. Penso che sarà bizzarro ma curioso allo stesso tempo. Il 21 aprile parto. Ti saprò dire.

Rispondi
Paola 03/04/2018 - 22:29

Ciao, grazie per i complimenti, fanno sempre piacere 🙂 I musei che citi non li ho visti quindi leggerò volentieri i tuoi racconti di viaggio. Ti consiglio anche il museo Magritte, davvero molto interessante. La prossima settimana invece farò uscire un post su dove mangiare a Bruxelles e ti anticipo che non è assolutamente una città da visitare quando si è a dieta!

Rispondi

Lascia un commento

* Quando lasci un commento autorizzi Pasta Pizza Scones a gestire i tuoi dati secondo quanto previsto dal GDPR